Tuscany Today. Firenze oltre il Rinascimento

Il primo episodio di “Tuscany Today – Itinerari e percorsi nella Toscana contemporanea” è dedicato a Firenze. Associata nell’immaginario collettivo alla straordinaria stagione rinascimentale e alla sua inestimabile eredità, nel podcast curato da Artribune, con Toscana Promozione Turistica, la città emerge nella sua immagine più attuale: quella di “laboratorio per il contemporaneo”.

Come testimoniano i racconti dei quattro ospiti dell’episodio intitolato Firenze oltre il Rinascimento – ovvero Sergio Risaliti, Direttore artistico Museo Novecento Firenze; Valentina Gensini, Direttrice MAD Murate Art District; Lisa Chiari e Roberto Ruta, direttori artistici del festival Middle East Now – il capoluogo toscano è una città in fermento dal punto di vista culturale.

Attività finanziata con il FESR Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014/2021

Ascolta il primo podcast della serie Tuscany Today – Itinerari e percorsi nella Toscana contemporanea

1. I LUOGHI DEL CONTEMPORANEO A FIRENZE

Museo Novecento, Firenze. Courtesy Mus.e

Ai musei più conosciuti e in grado di attrarre visitatori da tutto il mondo, negli ultimi anni si sono aggiunte nuove istituzioni culturali, collocate soprattutto nel centro storico e realizzate con il contributo di affermati architetti contemporanei. Si va dal Museo dell’Opera del Duomo, progettato da Adolfo Natalini e Guicciardini & Magni, che rientra nel complesso monumentale dell’Opera del Duomo, al Museo degli Innocenti di Ipostudio, passando per i musei promossi dalle case di moda Ferragamo e Gucci. Entrambe hanno scelto di rendere omaggio alle rispettive origine fiorentine, riaffermando la centralità di uno dei settori produttivi identitari del territorio, la moda, attorno alla quale si svolge l’attività di realtà come Pitti Immagine e di importanti centri di formazione.
Un itinerario dedicato alla Firenze contemporanea, con ideale partenza dalla stazione ferroviaria di Santa Maria Novella, dovrebbe includere fra le proprie tappe il Museo Novecento, il Museo Marino Marini, Palazzo Strozzi, la Collezione Roberto Casamonti a Palazzo Bartolini Salimbeni e MAD Murate Art District, collocato nell’ex Complesso carcerario Le Murate. Fra gallerie d’arte e concept store, nel centro storico non mancano gli innesti di arte pubblica, come il Giardino delle Rose, che accoglie le opere dell’artista belga Jean-Michel Folon, e il Terzo Giardino del collettivo Studio ++, un labirinto vegetale di 10mila metri quadrati a ridosso del vivace quartiere di San Niccolò.

2. RIGENERAZIONE URBANA E ARCHITETTURA CONTEMPORANEA A FIRENZE

Manifattura Tabacchi, Firenze. Courtesy of Setten Genesio SpA. Photo UDB Studio

Il processo di rinnovamento in chiave contemporanea della città passa anche da una serie di interventi di rigenerazione urbana in corso, a ridosso del centro storico. Il caso probabilmente più emblematico, nonché fra i più rilevanti anche su scala nazionale, è il progetto di riqualificazione dell’ex Manifattura Tabacchi. Il complesso progettato da Pier Luigi Nervi negli Anni Trenta del Novecento, per ospitare la fabbrica di sigari dismessa nel marzo 2001, sta infatti rinascendo all’insegna di una rinnovata alleanza fra cultura, moda, formazione, ospitalità, arte e artigianato. Già parzialmente aperto e funzionante, diverrà il polo creativo e produttivo per eccellenza della città e punta ad attirare professionisti, visitatori e nuove energie da tutto il mondo. Fra i prossimi obiettivi del piano rientra l’apertura, entro settembre 2022, della cosiddetta Factory: sarà il nuovo centro cittadino dedicato ai maker contemporanei, con atelier, uffici, co-working, ristoranti e spazi espositivi.
Anche l’ex centrale termica Fiat di Novoli, poco distante e dismessa a metà degli Anni Ottanta, è destinata ad accogliere un centro culturale polifunzionale innovativo e sostenibile; la gestione dei suoi spazi sarà condivisa da una pluralità di istituzioni culturali cittadine.
Nel prossimo futuro, inoltre, a due passi dalla stazione ferroviaria di Santa Maria Novella, porta d’accesso al centro storico, e dal Museo Novecento, sorgerà il Museo della lingua italiana. Fisserà la propria sede nel Complesso di Santa Maria Novella, oggetto di un ambizioso programma di rigenerazione, che lo renderà “un grande hub polifunzionale, strategico dal punto di vista della posizione e della mobilità, legato a cultura, creatività, artigianato, socialità, quasi un nuovo quartiere cittadino, un unicum a livello italiano ed europeo”, come preannunciato dal sindaco Dario Nardella. È qui che verrà conservata parte dell’Archivio Alinari, in accordo con la Fondazione FAF e la Regione Toscana.
Già in attività e dotato di un’ampia cavea per spettacoli all’aperto è il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino dello studio ABDR Architetti Associati, tempio indiscusso della lirica e della musica classica in città.

3. LA CONTEMPORANEITÀ NEGLI EVENTI ANNUALI DI FIRENZE

Festival La città dei lettori, Villa Bardini, Firenze. Photo Stefano Casati

La contemporaneità, con le sue contraddizioni, urgenze e molteplici visioni, è al centro di numerosi appuntamenti che scandiscono la programmazione culturale fiorentina. Oltre alle mostre temporanee, durante tutto l’anno la città ospita eventi e festival destinati a un pubblico eterogeneo.
Si estende per un intero semestre, ed è in larga parte gratuita, l’annuale Estate Fiorentina: raccoglie decine di eventi curati dalle tante realtà culturali attive sul territorio e, grazie al suo circuito esteso, coinvolge centro e periferie includendo anche i parchi cittadini. Firenze dei Bambini, con i suoi spettacoli, performance, letture, proiezioni in luoghi identitari della città è il festival annuale destinato ai più piccoli.
Robusta l’offerta in ambito cinematografico, con i festival dedicati al meglio della produzione cinematografica cinese, coreana, indiana, giapponese, francese e mediorientale dei giorni nostri e Lo schermo dell’arte. Nato nel 2008, il festival diretto da Silvia Lucchesi indaga le connessioni fra il cinema e le arti visive contemporanea.
Le arti performative vanno in scena in occasione di Fabbrica Europa, il festival che si svolge in vari luoghi della città, a partire dal PARC Performing Arts Research Centre, il nuovo centro per la sperimentazione artistica situato nel Parco delle Cascine. La letteratura è protagonista nella scenografica Villa Bardini in occasione de La città dei lettori.
Nel periodo invernale e durante le festività natalizie, la città si illumina con F-Light – Firenze Light Festival, che unisce centro e quartieri periferici con video-mapping, proiezioni, lightshow, installazioni artistiche e alberi d’artista.

4. PER SAPERNE DI PIÙ: I NOSTRI CONSIGLI DI LETTURA

Il podcast di Artribune

Vi proponiamo una selezione di articoli recenti sulla Firenze contemporanea. Si tratta di storie dalla città, interviste, approfondimenti, editoriali e di video da consultare durante il viaggio o prima di partire. Ma anche sulla via del ritorno, iniziando da subito a programmare il prossimo soggiorno in città.

Eventi d'arte in corso a Firenze

Mostre a Firenze, vai all'elenco completo di eventi d'arte in corso →
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.