Firenze insolita, il progetto che accompagna alla scoperta dei luoghi storici dei grandi scrittori

Dove è situata la casa natale di Collodi? Quale albergo ospitò George Eliot? In quale palazzo soggiornò Manzoni? A queste domande risponde Firenze Insolita, una passeggiata culturale e teatrale nel cuore della città.

Firenze, ph. Bianca Ackermann
Firenze, ph. Bianca Ackermann

Firenze è stata la città natale o d’elezione di scrittori e personaggi storici ed è rimasta impressa nelle pagine dei più grandi capolavori letterari. Per raccontare questo aspetto e creare percorsi alternativi, l’associazione culturale Archètipo (che, con sede a Bagno a Ripoli, basa le sue attività su un approccio interdisciplinare tra prosa, danza, video, musica e produzione teatrale) ha organizzato Firenze Insolita, un ciclo di passeggiate culturali e “teatrali” finanziato dal Comune di Firenze e voluto dall’assessora Cecilia Del Re per stimolare nuove modalità e nuovi modelli di turismo sostenibile.

Via del Corno, lapide centanario Vasco Pratolini ph Sailko
Via del Corno, lapide centanario Vasco Pratolini ph Sailko

FIRENZE INSOLITA: COME PARTECIPARE

In programma dal 22 gennaio al 28 febbraio, l’iniziativa prevede tre appuntamenti settimanali, dal venerdì alla domenica – venerdì e sabato ore 15, domenica ore 10 – svelando al pubblico luoghi intimi e segreti di Firenze e della sua architettura, spazi rimasti impressi nella storia della letteratura. Ogni visita durerà circa tre ore, saranno ammesse al massimo dodici persone a cui saranno forniti auricolari sanificati e mascherine. Gli spostamenti avverranno a piedi; la passeggiata è gratuita e aperta a persone con disabilità motorie, oltre che a famiglie con bambini e passeggini.

Firenze Insolita, Rosario Campisi ph. Pietro Schillaci
Firenze Insolita, Rosario Campisi ph. Pietro Schillaci

FIRENZE INSOLITA: I LUOGHI DEL CUORE DEGLI SCRITTORI

Tra le tappe delle passeggiate di Firenze Insolita c’è la visita alla casa natale di Collodi, ai quartieri descritti da Vasco Pratolini, ai luoghi del cuore di Dostoevskij, all’albergo che ospitò George Eliot, al palazzo dove dimorò Manzoni. Non mancano le soste di interesse culturale: dal quartiere di Santa Maria Novella dove soggiornò Percy Bysshe Shelley a quello di Santa Croce dove visse Piero Bargellini, per finire con i Futuristi, che si riunivano nel famoso Caffè Letterario Le Giubbe Rosse. Il tour è condotto dalle guide turistiche Laura Gensini e Chiara Migliorini, che racconteranno questi spazi ricchi di storia. A seguire, l’attore Rosario Campisi farà rivivere le opere letterarie che quei luoghi hanno ispirato, attraverso la recitazione e la lettura di brani composti dagli autori durante il loro soggiorno fiorentino. Firenze Insolita si basa sulla contaminazione fra bellezza artistica, conoscenza del territorio ed esperienza teatrale in grado di offrire al visitatore un’esperienza suggestiva e diversa dalle canoniche visite turistiche.

– Giulia Ronchi

www.archetipoac.it

Info e prenotazioni: 3381002655
[email protected]

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.