ARCO MADRID 20 GENERICO IFEMA

ArcoMadrid 2020 nel segno della normalità con tanto ritorno al classico

Le prime impressioni e immagini dalla fiera appena inaugurata. È la prima edizione firmata interamente da Maribel López, che ha sostituito dopo quasi un decennio Carlos Urroz
Isabella Ducrot, Ripetizione Marrone Ripetizione Rossa, 2018, Ph. Roberto Apa

Le stoffe orientali di Isabella Ducrot sbarcano a Roma

T293 Gallery, Roma – fino al 18 marzo 2020. Composizioni di stoffe orientali e disegni in carta cinese, bidimensionalità insistita e seduzioni evocative. Le opere di Isabella Ducrot svelano un accesso orientale alla società dell’immaginario e traslano lo spazio indifferenziato della galleria in un pieno di desideri rivelati, esperienze possibili e percezioni incrociate.
Helen Cammock, Chorus 1, 2019, still da film. Courtesy and © Helen Cammock

Che cosa possiamo fare? Se lo chiede Helen Cammock, in mostra a Reggio Emilia

Collezione Maramotti, Reggio Emilia – fino all’8 marzo 2020. “Che si può fare” è il quesito che si pone l’artista multimediale, vincitrice del Max Mara Art Prize for Women e Turner Prize 2019, Helen Cammock, in mostra presso la Collezione Maramotti.
Tomás Saraceno, Thermodynamic Constellation

I musei ancora aperti in Italia: una guida sulle mostre da visitare a Firenze...

Anche se molte regioni di Italia si trovano isolate o in quarantena, dalle altre parti i musei rimangono aperti: ecco qui una mini-guida delle mostre più valide e visitabili, in un momento in cui sostenere la cultura è importante.
If bees are few. Exhibition view at Mimmo Scognamiglio Arte Contemporanea, Milano 2020

La ricchezza della natura è in mostra in una galleria di Milano

Mimmo Scognamiglio Arte Contemporanea, Milano – fino al 20 marzo 2020. Maddalena Ambrosio, Leila Mirzakhani, Gianluca Quaglia e Baliat Zsako analizzano le possibili declinazioni della natura attraverso la loro arte.
Natalia Goncharova, Circus (1907). The State Tretyakov gallery. © The State Tretyakov gallery

Natalia Goncharova a Helsinki: 100 opere quasi tutte in mostra per la prima volta...

La retrospettiva all'Ateneum Art Museum di Helsinki offre una panoramica completa delle opere di questa figura centrale dell’avanguardia russa che sperimentò con la pittura, la performance, la moda e il teatro.
Table calendrier curation E. Perrotin

Perrotin apre la quarta sede a Parigi. Non proprio una galleria, più un salotto...

Il galleristar, che conta sedi a Parigi, Hong Kong, New York, Seoul, Tokyo e Shanghai, aprirà uno spazio molto speciale nella capitale francese: un piccolo salotto destinato ai collezionisti, in cui osservare le opere proiettate da un particolare dispositivo. Si tratterà della prima galleria d’arte in realtà virtuale?
Sara Lovari, Universo. Photo Erica Andreini

La poesia dell’antico nelle opere di Sara Lovari. Al MANN di Napoli

MANN, Napoli – fino al 9 marzo 2020. Sara Lovari è protagonista della mostra allestita al Museo Archeologico Nazionale di Napoli nell’ambito della rassegna “Thalassa – Meraviglie sommerse dal Mediterraneo”.
Anna Raimondo, Nada que declarar, 2019, particolare, installation view at AlbumArte, Roma 2020. Photo Sebastiano Luciano. Courtesy AlbumArte

Mettere in dubbio l’identità: la mostra di Anna Raimondo a Roma

AlbumArte, Roma – fino al 29 febbraio 2020. Anna Raimondo escogita un linguaggio collettivo per offrire un'occasione di confronto e dialogo attorno a temi come l’identità e il senso di comunità.
Nathalie Du Pasquier. Bric. Exhibition view at Mutina, Fiorano Modenese 2020

Architetture e interazione: due mostre per Mutina for Art a Modena

Le architetture di Nathalie Du Pasquier e i libri d’artista, in un dialogo tra Gregorio Magnani e Nicole Wemers, sono al centro di due mostre nel bellissimo showroom di Mangiarotti a Fiorano Modenese.
untitled (Milanese Soft DJ) I-D © 2020 Jonathan Monk Studio

A maggio, da Loom Gallery si organizza una partita di calcio post mostra

Nella seconda mostra di Jonathan Monk alla galleria milanese, l’artista porta dei lavori a parete ispirati a Donald Judd. Il giorno seguente, si scende in campo: tra partita di calcio e happening, vedremo sfidarsi artisti, galleristi e curatori tra loro.
James Brown,St. Bartolomeo I, 1984. Oil, enamel and graphite on linen 73 × 85 1/5 in 185.4 × 216.5 cm Courtesy: Scaramouche loves Aline, Milano

Muore in Messico James Brown, l’artista che coniugava sulla tela astrazione e figurazione

L’artista californiano dal 1995 residente in Messico è scomparso insieme alla moglie Alexandra in un incidente d’auto. Brown divenne celebre tra gli anni Ottanta e i Novanta per i suoi dipinti con personaggi biomorfi e dai tratti che lo avvicinavano alla corrente dell’Art Brut

I PIÙ LETTI