Con il concerto della Filarmonica della Scala si apre in bellezza la programmazione culturale di questa realtà, promossa da Fondazione Catella. Ce ne ha parlato il Direttore Artistico Francesca Colombo.
New York è un puzzle di quartieri e, uscendo dall’isola di Manhattan, si possono ancora riconoscere i contorni di quelli che una volta erano i piccoli villaggi di campagna che costellavano i territori oltre l’East River. Gli outer borough, i distretti di Brooklyn, Queens, Bronx e Staten Island, furono incorporati nella città di New York nel 1898 ma conservano ancora tratti caratteristici e spiccate identità.
La storica casa d’aste inglese Bonhams stima di vendere a 2 milioni di dollari questo camion da 17 tonnellate, ricoperto di graffiti realizzati dal mitologico street artist di Bristol quando non era ancora famoso
Seconda tappa del nostro itinerario alla scoperta degli interventi di public art sparsi per Manhattan. Stavolta la destinazione è la High Line.
New York è ricca di musei, ma con la bella stagione è un peccato rinchiudersi fra quattro pareti, seppur ricoperte di opere e, col MoMA chiuso per lavori, c’è una ragione in più per restare all’aperto e scoprire che anche le strade della città sono zeppe d’arte. Qui un itinerario su e giù per Manhattan, all’insegna della public art.
Restituire alla collettività pubblica un evento dimenticato: è l’obiettivo del duo che pone l’attenzione sull’incidente aereo del 1941, trasformandolo in un evento culturale
Un’edizione senza precedenti, quella del 2019. Per la prima volta, dopo cinque anni di realizzazioni di opere d’arte pubblica, gli organizzatori della rassegna di Catanzaro hanno scelto di dedicare questi giorni alla “parola” con incontri, talk ed eventi. Ecco come è andata.
La nostra serie di interviste sulla Street Art passa la parola a Luca Scarcella, autore di un web documentary sull’arte yemenita.
Il critico d’arte istituisce nuovamente il premio, in pausa da anni, e incorona un duo femminile. In mostra a Cortina e Belluno lavori di street art, installazione e video
Nuovo appuntamento con la rubrica dedicata alla Street Art. Stavolta i riflettori si accendono su Demetrio Di Grado.
Il Prof. Avv. Giovanni Maria Riccio spiega, dal punto di vista legale, il caso del murale raffigurante Carola Rackete realizzato da TVBoy a Taormina e deturpato da un leghista. E apre una riflessione sul concetto di “proprietà” nella street art
Il progetto nasce dalla collaborazione con l’Osservatorio Nazionale sulla Creatività Urbana INWARD, e rende fruibili sulla piattaforma di Google dedicata alla cultura centinaia di opere di street art presenti in tutta Italia

I PIÙ LETTI