In principio fu l’acqua granda, nel 1966. Cinquant’anni dopo cosa è cambiato? Molto e nulla. L’opinione dell’architetto Giovanni Leone sulla tragedia che ha colpito la Laguna nel 2019
Contraddistinta da un’ampia copertura che lascia passare luce e aria fino alla banchina ipogea, la nuova stazione si trova a ridosso del nucleo storico materano. È raggiunta dai treni che connettono Bari a Matera, lunga la linea gestita dalle Ferrovie Appulo Lucane
Con questo profilo, Luigi Prestinenza Puglisi invita a salvare dall’oblio i “vinti”, tutti quei professionisti che, per i casi della storia e non solo, sono stati dimenticati.
Matrimoni, feste, eventi a servizio dei beni culturali. 5 casi di residenze di charme in Italia da nord a sud che, ospitando manifestazioni private, sono riuscite a salvarsi
Pinakothek der Moderne, Monaco di Baviera ‒ fino al 29 gennaio 2020. Vincitore del Pritzker Architecture Prize 2018, l’architetto indiano Balkrishna Doshi è protagonista di un’ampia retrospettiva che illustra oltre sei decenni di attività e impegno sociale.
Attualmente di proprietà del Comune di Milano, questo simbolo del liberty recentemente rimesso a nuovo andrà all’asta con una base di partenza di oltre 14 milioni di euro. La destinazione d’uso dovrà riguardare la cultura e lo spettacolo.
Alla guida dello studio Calzoni Architetti, in un volume di recente pubblicazione la progettista ha ripercorso l’esperienza della realizzazione della sede dell’associazione Nuova Comunità, a Milano. Un libro denso di testimonianze, che rinnova l’interesse per la progettazione nelle zone periferiche e “ai margini”.
Diretta da Abdelkader Damani e Luca Galofaro, la seconda edizione della Biennale d’Architecture d’Orléans omaggia il capolavoro letterario di Gabriel García Márquez. Analizzando, dal punto di vista dell’architettura, una condizione peculiare del nostro tempo: la solitudine.
Appassionato di linee curve e spirali, Marcello D’Olivo ha firmato alcune delle architetture più importanti dell’epoca recente. Eppure la storia l’ha condannato all’oblio.
La ristrutturazione e il riallestimento, a cura degli studi di architettura Adolfo Natalini e Magni&Guicciardini, traghettano il Museo dell’Opera del Duomo di Pisa verso il futuro. Le 380 opere esposte sono espressione della potenza e della devozione della città, che emerge come luogo d’elezione per l’incontro tra culture.
Riceviamo e pubblichiamo il commento dell’architetto Franco Zagari, che ha presieduto la Giuria internazionale del Masterplan di Rigenerazione del “Quadrante Val Polcevera” e del Nuovo Parco Urbano, denominato “Il Parco del Ponte” a Genova.
Arriva dalla Danimarca una proposta concreata per avvicinare i bambini all’architettura: la fondazione dedicata a Jørn Utzon, l’architetto danese più importante di sempre, ha coinvolto sei rappresentanti della nuova generazione di progettisti scandinavi. Il risultato? Una mostra divertente e raffinata.

I PIÙ LETTI