Morto l’architetto Ieoh Ming Pei. Ripercorriamo i suoi progetti più importanti

Ripercorriamo la carriera dell’architetto Ieoh Ming Pei, scomparso a New York 102 anni, con una selezione dei suoi progetti, caratterizzati dal ricorso a geometrie pure e dall’impronta monumentale. Insignito del Pritzker Architecture Prize nel 1983, nel 2010 ha ricevuto la Royal Gold Medal del Royal Institute of British Architects.

Nuove architetture a Roma: all’Eur la Navicella in travertino di Enterprise

Materiale immateriale” è il titolo della mostra, curata da Melania Rossi, con cui sarà inaugurata la struttura che completa la sede romana della società Enterprise. Progettata da Spazi Multipli, introduce un nuovo volume nel tessuto architettonico di impronta razionalista del noto quartiere capitolino

Antropocene e Architettura: il programma della Milano Arch Week 2019

Stefano Boeri, direttore artistico della MAW e Presidente della Triennale di Milano, ha indicato tre ingredienti fondamentali del programma di quest’anno: Architettura ed ambiente, sulla scia della XXII Triennale di Milano curata da Paola Antonelli; Architetti Under 30; Internazionalità. Gli appuntamenti immancabili, giorno per giorno.

Atlante immateriale. Un dialogo tra design e artigianato a Torino

Circolo del Design, Torino ‒ fino al 1° giugno 2019. La mostra a cura di Matteo Milaneschi e Achille Filipponi è un viaggio attraverso tradizione, innovazione culturale e identità, in un dialogo costante tra design e artigianato. A fare da sfondo è il rinnovato Circolo del Design di Torino, che dopo tre anni cambia sede e amplia il suo programma sotto la direzione di Sara Fortunati, organizzando appuntamenti quali talk e workshop, e mostrando anche attenzione all'innovazione sociale.

Apre a Treviso una mostra sul tema dell’errore

Sette artisti per esplorare un tema particolare: il rapporto tra digitale e analogico in fatto di errori, deformazioni e imprevisti. Da TRA Treviso Ricerca Arte una mostra riflette sulle “conseguenze dell'errore”.

Tra identità, sorveglianza e desiderio. Il Padiglione del Taiwan a Venezia

Il Taiwan arriva alla Biennale di Venezia con un progetto affascinante e coraggioso, che unisce temi importanti come la sorveglianza digitale, il controllo sociale e la stigmatizzazione delle identità sessuali ritenute non-conformi. L'artista è Shu Lea Cheang mentre la curatela è affidata al filosofo queer Paul B. Preciado.

GCDS rifà il look a Barilla. Pasta e moda, svecchiando l’immagine...

Un marchio giovane dello streetwear collabora con uno storico produttore di pasta. Italianissimi entrambi. Uno eccentrico e l’altro fedele alla tradizione, in fatto di stile ma anche di famiglie. Nascono una collezione e un packaging audace.

Il digitale al servizio del racconto. Intervista a DotDotDot

Conosciuti ormai come la punta di diamante dell'exhibit design interattivo, immersivo e digitale, i Dotdotdot, freschi autori di una delle installazioni più belle al Salone del Mobile 2019, ci raccontano il loro percorso di crescita tra passato, presente, futuro e, naturalmente, nuove tecnologie. Parola a Laura Dellamotta, architetta e carismatica socia fondatrice dello studio, che, insieme a Giovanna Gardi, Alessandro Masserdotti e Fabrizio Pignoloni, dice: “Per noi la tecnologia è a supporto del racconto, non il fine”.

Un universo fatto di dati. Ryoji Ikeda alla Biennale di Venezia

Un bianco corridoio ricoperto da accecanti LED ai Giardini e un'imponente opera video all'Arsenale. Il giapponese Ryoji Ikeda conquista gli spettatori con un lavoro intenso e attuale, incentrato sull'universo dei dati

Architetti d’Italia. Massimo Cacciari, il filosofo

Non un architetto, ma un filosofo insignito della laurea honoris causa in architettura, Massimo Cacciari è il nuovo protagonista della rubrica di Luigi Prestinenza Puglisi dedicata alla disciplina progettuale in chiave italiana.

Un contest di moda e un’accademia. International Talent Support a Trieste

Parola a Barbara Franchin, mente creativa dell’International Talent Support di Trieste: un contest internazionale per i talenti emergenti della moda e presto anche un polo didattico sui generis.

Testimonial d’eccellenza per la Festa della mamma. Campagna Chanel a misura...

Campagna pubblicitaria nel segno della tenerezza, quest’anno, per la Festa della mamma. Ma senza trovate mielose, né immagini patinate. Chanel ha un’idea che conquista gli adulti e coinvolge i bambini. 

I PIÙ LETTI