Il coreografo greco Dimitris Papaioannou è il primo ospite della compagnia di Pina Bausch. Con uno spettacolo che celebra l’elemento femminile.
L’accordo è stato siglato tra il rappresentante dell'amministrazione comunale e la Manifattura Tabacchi spa, ex proprietaria dell’immobile. Pronta la riqualificazione delle strutture e delle strade circostanti.
Giunge alla 26esima edizione il festival di teatro, danza e dintorni che si tiene a Forlì. Appuntamento dal 6 a l5 settembre. Intanto ecco qualche anticipazione.
Dagli spettacoli più riusciti ai flop, passando per la Biennale College e i giovani autori che vedremo in scena fra due anni. Un altro reportage dalla Biennale Teatro di Venezia.
Finisce bene lo scontro tra il Ministro dei Beni Culturali e la Fondazione Teatro Massimo di Palermo. Quest’ultima voleva confermare il suo Soprintendente, Francesco Giambrone, ma Bonisoli s’era messo di traverso. I motivi? Opportunità politica. Guizzi populisti. E forse una certa voglia di controllo. Ecco storia, numeri e vicende recenti di un teatro eccellente.
Dal 22 luglio al 5 agosto, la Biennale Teatro di Venezia, diretta da Antonio Latella, ha proposto un ricco menu di spettacoli e performance per stimolare nuove visioni e prospettive. In una attualità in cui nutrirsi di cultura è un atto necessario.
Il festival Bolzano Danza ha ospitato, in chiusura del suo calendario, il Centre National de Danse Contemporaine d’Angers, diretto da Robert Swinston, in un imperdibile doppio programma dal repertorio di Merce Cunningham. Nel centenario della nascita.
La XXXIX edizione di Drodesera, andata in scena dal 21 al 27 luglio negli spazi di Centrale Fies, ha proposto alternative chiavi di lettura dell'arte e del mondo a partire dal titolo “I P E R N A T U R A L”.
L’attore statunitense, da tempo assente sulle scene, ha interpretato i componimenti dello scrittore Gabriele Tinti, ispirati alla statua greca “Pugilatore a riposo” conservata a Palazzo Massimo. Qui il filmato
Protagonisti e performance che hanno animato il programma “Live Works” nell’ambito del Festival Drodesera, alla Centrale Fies.
La celebre star ucraina reinterpreta il leggendario ballerino Nijinsky sulle note della “Sagra della primavera” di Stravinsky, nella coreografia della giapponese Yuka Oishi. Risultato non all’altezza del talento di Polunin.
Parola al duo che quest’anno si è aggiudicato il Leone d’argento alla Biennale Danza di Venezia.

I PIÙ LETTI