A cento anni dalla nascita del regista, il documentario in onda su Sky Arte sabato 13 novembre ne ripercorre le vicende attraverso le sue stesse parole
Il regista svizzero Christoph Marthaler debutta sul palcoscenico dell’Arena del Sole con il suo nuovo spettacolo, tratto dall’opera scritta di Dieter Roth, grande irregolare della scena svizzero-tedesca del XX secolo. Un’asettica farmacia in cui giochi linguistici, situazioni grottesche, musiche apparentemente incongruenti danno vita a un’irresistibile commedia
Non un grafico, ma un artista contemporaneo, per firmare la comunicazione del Teatro Massimo. Non dei manifesti qualsiasi, ma delle opere pittoriche di pregio, per illustrare – come si faceva un tempo – i contenuti di una stagione di opere e balletti. Grande qualità, sempre, per lo storico ente teatrale palermitano… 
I volti di tecnici, attori, registi, attrezzisti, drammaturghi e danzatori sono i protagonisti di questa mostra fotografica che spiega, con parole semplicissime, i retroscena del teatro, con il desiderio di avvicinare un pubblico sempre più numeroso ed eterogeneo.
È stato presentato in prima italiana alla Triennale di Milano “3 Annunciations”, del regista e drammaturgo Pascal Rambert. Un lavoro ispirato a uno dei misteri più enigmatici e perturbanti della tradizione cristiana e all’impalpabile grazia delle sue rappresentazioni nell’arte rinascimentale: l’Annunciazione
In programma dal 10 al 14 novembre, a Firenze e online, la 14esima edizione del festival di cinema e arte contemporanea Lo Schermo dell'Arte dedicherà un'intera giornata al teatro e all'opera. In programma anche l'anteprima mondiale di "Fuori dai Teatri", opera in cui l'artista Rä di Martino ricostruisce l'esperienza del Centro per la ricerca teatrale di Pontedera
“Lingua Madre” di Lola Arias, scrittrice e regista teatrale e cinematografica argentina, ha portato sul palco del Teatro Arena del Sole di Bologna otto testimonianze raccontate in prima persona per approfondire la tematica della maternità tra passato, presente e futuro
Andata in scena al Romaeuropa Festival, l’installazione multischermo di Luigi De Angelis affronta temi universali come il dolore, mettendo in dialogo passato e presente.
“G8 project – il mondo che abbiamo” è il titolo del programma voluto dal direttore Teatro Nazionale di Genova Davide Livermore e curato da Andrea Porcheddu per ricordare il ventennale del G8 di Genova. Un’occasione per riflettere su quanto accadde allora e per tentare di immaginare un futuro “sostenibile”.
La rassegna, in programma fino al prossimo 24 ottobre, è ideato e curato da Studio Rizoma, istituto di sperimentazione culturale e politica costituita a Palermo nel 2020. Il festival di arti performative coinvolge diversi luoghi della città, con artisti provenienti da tutto il mondo
Alla Scala di Milano ha finalmente debuttato l’opera coreografica “Madina” con le musiche di Fabio Vacchi e la coreografia di Mauro Bigonzetti. Un progetto teatrale molto complesso, che ha al centro la forza liberatrice di un corpo vulnerabile e la condanna della violenza degli uomini.
Reportage dal festival “Short Theatre”, che ha portato sul palcoscenico della Capitale alcuni protagonisti della scena performativa contemporanea. Da OHT a Nadia Beugré a Nora Chipuamire.