Best of. I migliori libri d’arte pubblicati nel 2021

34 libri per 18 categorie. È la selezione dei migliori libri (d’arte e dintorni) del 2021 secondo il nostro insindacabile giudizio. Nel senso che, se avete altre idee, condividiamole!

Il best of editoriale quest’anno è pressoché interamente dedicato a italiani e italiane: che siano gli editori, gli autori, gli artisti di cui si parla. Non per mero spirito nazionalista ma perché, da almeno 2-3 anni a questa parte, la produzione nostrana desta grande attenzione.
P.S.: per ogni libro, poche righe. Ma nei link interni trovate le recensioni più ampie già pubblicate su Artribune negli scorsi mesi, sito o magazine che sia. Mentre dei restanti verranno (forse!) testo più articolati in futuro.

Marco Enrico Giacomelli

1. SAGGIO – MASSIMO CARBONI || GIAN MARIA TOSATTI

Massimo Carboni – L’ornamentale (Jaca Book, Milano 2021)

L’ornamento se l’è passata parecchio male negli ultimi decenni, fra less is more, ornamento-e-delitto e white cube. Ora però, seguendo la celeberrima dinamica del pendolo, è tornato in auge: il merito innanzitutto va a Massimo Carboni, ma testi recenti altrettanto interessanti li hanno firmati Massimo Maiorino e Thomas Weil.

Massimo Carboni – L’ornamentale. Un percorso filosofico tra arte e decorazione
Jaca Book, Milano 2021
Pagg. 372, € 50
ISBN 9788816416727
http://www.jacabook.it/

Gian Maria Tosatti – Esperienza e realtà (Postmedia Books, Milano 2021)
Gian Maria Tosatti – Esperienza e realtà (Postmedia Books, Milano 2021)

Di lui s’è fatto un gran parlare negli scorsi mesi. Gian Maria Tosatti è indubbiamente l’asso pigilatutto dell’arte contemporanea italiana del momento, fra Padiglione Italia alla prossima Biennale, direzione della Quadriennale, un solo show in arrivo all’Hangar Bicocca e… un tomo di grande spessore, fisico e metaforico. Merita la lettura, che siate pro o contro (e magari cambiate idea, in un senso o nell’altro).

Gian Maria Tosatti – Esperienza e realtà
Postmedia Books, Milano 2021
Pagg. 320, € 26
ISBN 9788874903221
http://www.postmediabooks.it/

2. CRITICA – MARCO TREVISAN || STEFANO CHIODI

Marco Trevisan – Ars factiva (Libri Scheiwiller, Milano 2021)

La domanda è nata insieme all’oggetto della domanda stessa: a cosa serve l’arte, ammesso che sesrva a qualcosa? Apriti cielo, da secoli si dibatte la questione, che Anceschi sintetizzò magistralmente nei due poli di autonomia ed eteronomia. Marco Trevisan aggiorna il dibattito, e ci vuol coraggio a rimetterci la testa, in un mondo sempre più polarizzato e al contempo sempre meno disposto a prendersi il tempo di ragionare.

Marco Trevisan – Ars factiva. La bellezza utile dell’arte
Libri Scheiwiller, Milano 2021
Pagg. 176, € 23,90
ISBN 9788876446849
https://www.24orecultura.com/libri/#libriScheiwiller

Stefano Chiodi – Genius loci. Anatomia di un mito italiano (Quodlibet, Macerata 2021)
Stefano Chiodi – Genius loci. Anatomia di un mito italiano (Quodlibet, Macerata 2021)

Stefano Chiodi propone e si propone di sganciarsi dalla mera filologia storico-artistica, e allarga lo sguardo soffermandosi sul dibattito architettonico e urbanistico che tra Anni Sessanta e Settanta ridefinisce il concetto di “luogo” alla luce di un’intersezione dei piani interpretativi, sulle feconde ambiguità che caratterizzano le ricerche contemporanee di Federico Zevi e di Enrico Castelnuovo e Carlo Ginzburg (Centro e periferia, 1979), oltre che sul modello pasoliniano, vero paradigma di tutte le successive tensioni al recupero di un nucleo puro, originario, arcaico/arcadico (l’“umile Italia”). Questo discorso conduce al nucleo tematico del libro, il ritorno all’ordine degli Anni Venti e Trenta come ritorno problematico alla purezza artistica e culturale italiana (Carrà, Sironi, Soffici, e poi lo Strapaese di Maccari, Malaparte e Longanesi). [dalla recensione di Christian Caliandro]

Stefano Chiodi – Genius loci. Anatomia di un mito italiano
Quodlibet, Macerata 2021
Pagg. 139, € 12
ISBN 9788822906236
https://www.quodlibet.it/

3. CURATELA – GERMANO CELANT

Germano Celant – The Story of (my) Exhibitions (Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2021)

Per cinquant’anni ho praticato diverse scritture: la teorica per la stesura saggi, l’editoriale per la costruzione di libri e di cataloghi, e infine l’espositiva […]. ‘The Story of (my) Exhibitions’ tenta di portare l’attenzione su quest’ultimo tipo di scrittura”. Così scriveva Germano Celant nel presentare questo suo libro ormai postumo, il quale racconta la logica dell’esporre che ha caratterizzato il suo lavoro, la metodologia della ricerca e le diverse tipologie di allestimento utilizzate di volta in volta, presentando una selezione di mostre in ordine cronologico che riflettono la complessità del suo contributo alla storia delle esposizioni. [dalla recensione di Claudia Giraud]

Germano Celant – The Story of (my) Exhibitions
Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2021
Pagg. 557, € 70
ISBN 9788836647668
https://www.silvanaeditoriale.it/

4. MONOGRAFIE – GIORGIO DE CHIRICO || CHIARA FUMAI

Lorenzo Canova – Il grande ritorno (La nave di Teseo, Milano 2021)

Lorenzo Canova, studioso serio e rigoroso, si concentra sugli ultimi dieci anni della produzione dechirichiana (1968-78), la Neometafisica – quella che qualche frettoloso interprete aveva qualificato come un nostalgico e addirittura patetico ritorno dell’artista alle proprie origini al tramonto della sua vita. “Le opere neometafisiche sono infatti frutto di una visione profonda e allo stesso tempo ludica, ironica e lucidissima”, scrive Canova, “in cui il pittore realizza il ‘grande gioco’ con il proprio mondo di immagini e scoperte, raggiungendo però nuovi confini all’insegna della densità filosofica e culturale che ha sempre segnato il suo percorso”. E un percorso è anche quello costruito dall’autore di questo libro suddiviso in diciannove strabilianti stanze.

Lorenzo Canova – Il grande ritorno. Giorgio de Chirico e la Neometafisica
La nave di Teseo, Milano 2021
Pagg. 359, € 28
ISBN 9788834606070
http://www.lanavediteseo.eu/

Poems I will never release. Chiara Fumai 2007 2017 (Nero, Roma 2021)
Poems I will never release. Chiara Fumai 2007 2017 (Nero, Roma 2021)

Curato da Francesco Urbano Ragazzi, Milovan Farronato e Andrea Bellini, il libro si compone di una prima parte costituita da saggi, oltre che dei summenzionati, di firme importanti come Giovanna Zapperi, Chus Martínes e Paulina Olowska; la seconda parte è invece una sorta di catalogo generale dell’opera di Chiara Fumai, ricchissimo in immagini e testi. A fianco del volume, una serie di mostre: partita dal Centre d’Art Contemporain di Ginevra, giunta al Centro Pecci di Prato, in forma ridotta si è appena chiusa a La Loge di Bruxelles e nelle prossime settimane concluderà il suo tour alla Casa Encendida di Madrid.

Francesco Urbano Ragazzi & Milovan Farronato & Andrea Bellini (a cura di) – Poems I will never release. Chiara Fumai 2007-2017
Nero, Roma 2021
Pagg. 484, € 50
ISBN 9788880561200
https://www.neroeditions.com/

5. STORIA DELL’ARTE – JOHN REWALD || PAOLO BARATTA

John Rewald – Gli anni di van Gogh e Gauguin (Johan and Levi, Monza 2021)

Un tomo di oltre seicento pagine per raccontare appena otto anni, dal 1886 al 1893. È il seguito de La storia dell’impressionismo (1946), dedicata a Gli anni di van Gogh e Gauguin (1956, aggiornata nel 1978), compresa fra l’arrivo dell’olandese a Parigi e il ritorno in città di Gauguin dopo il suo primo viaggio a Tahiti. Per chi scorresse l’indice del libro e notasse il predominio di van Gogh, la spiegazione è fornita dallo stesso autore, il berlinese John Rewald: “Il ruolo assegnato in queste pagine a van Gogh può sembrare eccessivo; essendo tuttavia non solo l’artista che più di tutti ha suscitato l’interesse del nostro tempo, ma anche colui che è divenuto oggetto del maggior numero di falsità, confusioni e di errate interpretazioni, ho voluto approfittare di questo libro per rimettere i fatti nella giusta prospettiva”.

John Rewald – Gli anni di van Gogh e Gauguin. Una storia del postimpressionismo
Johan and Levi, Monza 2021
Pagg. 624, € 45
ISBN 9788860102638
https://www.johanandlevi.com/

Paolo Baratta – Il Giardino e l’Arsenale (Marsilio Editori, Venezia 2021)
Paolo Baratta – Il Giardino e l’Arsenale (Marsilio Editori, Venezia 2021)

Paolo Baratta ha concluso il suo mandato dopo molte riconferme. Ci ha lasciato una Biennale rinnovata nel prestigio, uno statuto forte, un succedersi di mostre importanti (alcune epocali) e questo libro pieno di storie che vale la pena di leggere, di ritratti, di aneddoti, testimonianze e alcune “parole chiave” da tenere a mente, sempre e al di là della Biennale. [dalla recensione di Alessandra Mammì]

Paolo Baratta – Il Giardino e l’Arsenale
Marsilio Editori, Venezia 2021
Pagg. 480, € 20
ISBN 9788829703494
www.marsilioeditori.it

6. MANUALE – CHRISTIAN CALIANDRO

Christian Caliandro – Storie dell’arte contemporanea (Mondadori, Milano 2021)

Ci vuole un discreto coraggio a scrivere un manuale di storia dell’arte contemporanea. Coraggio che al “nostro” Christian Caliandro non manca, e il risultato è notevole e godibile anche da chi non è il target privilegiato del libro stesso, ovvero gli studenti delle accademie di belle arti. Al tradizionale approccio storico-cronologico Caliandro affianca focus tematici, non soltanto su opere e artisti però, bensì andando ad analizzare figure e attori del sistema che gira intorno all’arte e che di fatto, e non da oggi, la sostanzia: dalla critica alla curatela, dal mercato al giornalismo.

Christian Caliandro – Storie dell’arte contemporanea
Mondadori, Milano 2021
Pagg. 262, € 26
ISBN 9788861847842
https://www.mondadorieducation.it/universita-saggistica/

7. SCRITTI D’ARTISTA – ENRICO CASTELLANI || MAURIZIO CATTELAN

Enrico Castellani – Scritti (1958 2012) (Abscondita, Milano 2021)

Federico Sardella cura per i tipi di Abscondita un’edizione glossata che raccoglie gli scritti di Enrico Castellani dal 1958 al 2012, tra cui molti inediti che svelano i pensieri più intimi di un artista divenuto tra i più significativi del secondo Novecento italiano. Il libro ci porta dagli inizi giovanili, vissuti come infervorati da quel senso di utopia che pervade gli Anni Sessanta, fino al disincanto dei maturi Anni Settanta e dei decenni successivi, trascorsi tra l’eremo fortificato, ovvero il palazzo Orsini di Celleno (Viterbo), e il resto del mondo, dove espone nei musei più importanti, fino all’incoronazione definitiva che avviene con l’assegnazione del Praemium Imperiale per la pittura a Tokyo nel 2010. [dalla recensione di Nicola Davide Angerame]

Enrico Castellani – Scritti 1958-2012
Abscondita, Milano 2021
Pagg. 190, € 22
ISBN 9788884168931
https://www.electa.it/

Maurizio Cattelan – Index (Marsilio, Venezia 2021)Il monumentale Index, quasi settecento pagine, mette insieme le interviste (reali o immaginarie) di Maurizio Cattelan a 130 artisti e intellettuali, raccolte e pubblicate negli ultimi vent’anni e qui riprodotte in versione anastatica. Il libro è per forza di cose incompleto, nel senso che l’artista nato a Padova continua a farne, di interviste. Anche in questi giorni, ma di più – almeno per ora – non possiamo dirvi.

Maurizio Cattelan – Index
Marsilio, Venezia 2021
Pagg. 672, € 44
ISBN 9788829713943
https://www.marsilioeditori.it/

8. LIBRO D’ARTISTA – GIORGIO ANDREOTTA CALÒ || LUIGI SERAFINI

Giorgio Andreotta Calò – Gloria (Humboldt Books, Milano 2021)

Quell’incisione frastagliata sulla copertina del libro riproduce con precisione un tratto della faglia Gloria, ovvero la frattura che distingue dal punto di vista geologico l’Africa e l’Europa. Gloria si intitola il libro stesso, ed è il racconto in forma diaristica del viaggio di quaranta giorni compiuto a piedi da Giorgio Andreotta Calò da Venezia a L’Aquila, seguendo quell’invisibile ma talora devastante frontiera.

Giorgio Andreotta Calò – Gloria
Humboldt Books, Milano 2021
Pagg. 320, € 29
ISBN 9788899385781
www.humboldtbooks.com

Luigi Serafini – Codex Seraphinus (Rizzoli, Milano 2021)
Luigi Serafini – Codex Seraphinus (Rizzoli, Milano 2021)

Se da un lato la visionarietà imprevedibile di Luigi Serafini scalfisce la pesante solidificazione del sapere scientifico, dall’altra la riduzione del segno al solo significante privo di significato incarna, spingendole alle logiche conseguenze, le tensioni del sistema culturale odierno alla definitiva rinuncia a ogni contenuto, che nel migliore dei casi serve come porta d’ingresso a un circuito – chiuso e sconfinato – di segni che si rimandano a vicenda. Ora l’enigmatico Codex Seraphinus torna in libreria per festeggiare i suoi primi quarant’anni, e lo fa con 18 tavole inedite. [dalla recensione di Alessandro Paolo Lombardo]

Luigi Serafini – Codex Seraphinus
Rizzoli, Milano 2021
Pagg. 416, € 120
ISBN 9780847871049
https://www.rizzolilibri.it/

9. CATALOGO DI MOSTRA MUSEALE – REGINA CASSOLO BRACCHI || A.B.O. THEATRON

Regina Cassolo Bracchi (GAMEC–Centre Pompidou, Bergamo–Parigi 2021)

Mancava una mostra sistematica su Regina. Sia perché l’artista è stata sin qui troppo poco vista, sia perché viene spesso ridotta a ruoli secondari tipo ‘esponente femminile del Futurismo’ e così via. Una trattazione sistematica come quella che le dedica la GAMeC, che ripercorre in sintesi tutta la sua carriera, mostra invece come la sua arte ‘eccentrica’ ‒ sempre personale, leggermente discosta dalle varie tendenze alle quali si è avvicinata ‒ abbia un valore assoluto, anche e soprattutto vista con gli occhi di oggi. Altrettanto valido è il libro che accompagna l’esposizione, realizzato insieme al Centre Pompidou. [dalla recensione di Stefano Castelli]

Regina Cassolo Bracchi
GAMEC–Centre Pompidou, Bergamo–Parigi 2021
Pagg. 448, € 48
ISBN 9788898872299
https://www.gamec.it/ | https://www.centrepompidou.fr/

A.B.O. Theatron. L'Arte o la Vita (Skira, Milano 2021)
A.B.O. Theatron. L’Arte o la Vita (Skira, Milano 2021)

Fatecelo dire: più che la mostra, ancor più che la polemica sulle divise (fuori luogo) dei guardasale sponsorizzate da Gucci, ciò che fa di A.B.O. Theatron. L’Arte o la Vita un evento di estrema importanza è la coincidente donazione da parte di Achille Bonito Oliva del proprio archivio al Castello di Rivoli, in particolare al CRRI – Centro di Ricerca Castello di Rivoli guidato sapientemente da Andrea Viliani. E il volume in questione è soltanto un assaggio, peraltro delizioso, della mole di spunti che emergeranno da quelle carte.

A.B.O. Theatron. L’Arte o la Vita
Skira, Milano
Pagg. 416, € 45
ISBN 9788857245874
www.skira.net

10. CATALOGO GENERALE – VAF STIFTUNG || CARLO MARIA MARIANI

Daniela Ferrari (a cura di) – VAF Fondazione – Stiftung. La collezione. Primo Novecento (Manfredi, Imola 2021)

Solitamente i cataloghi generali non brillano per colori e immagini; sono per lo più strumenti di studio e consultazione. La caparbietà di Daniela Ferrari è invece riuscita a smuovere anche questa consuetudine, cosicché il primo volume del catalogo della gloriosa VAF Stiftung è costituito da due tomi: il primo con magnifiche riproduzioni a colori di ogni opera, il secondo con la più classica schedatura.

Daniela Ferrari (a cura di) – VAF Fondazione / Stiftung. La collezione. Primo Novecento
Manfredi, Imola 2021
2 voll., pagg. 472+264, s.i.p.
ISBN 9791280049124
https://www.manfrediedizioni.com/

Emanuela Termine (a cura di) – Mariani. Catalogue raisonné of the paintings (Allemandi, Torino 2021)
Emanuela Termine (a cura di) – Mariani. Catalogue raisonné of the paintings (Allemandi, Torino 2021)

Pur vicino al citazionismo della Transavanguardia, nella sua operazione di recupero del linguaggio classico, e di quello neoclassicista in particolare, Carlo Maria Mariani agisce come ideale continuatore dell’Antico. Il suo intento è dunque quello di riavviare il discorso lì dove era stato interrotto. E nel perseguire questo scopo, assume un’attitudine profondamente concettuale. Tragico che il suo Catalogue raisonné sia stato pubblicato poche settimane prima della morte. [dalla presentazione di Emanuela Termine]

Emanuela Termine (a cura di) – Mariani. Catalogue raisonné of the paintings
Allemandi, Torino 2021
Pagg. 420, € 180
ISBN 9788842224600
https://www.allemandi.com/

11. LETTERATURA AD ARTE – NATHALIE LÉGER || FRÉDÉRIC PAJAK

Nathalie Léger – L’abito bianco (La Nuova Frontiera, Roma 2021)

Per il suo libro, Nathalie Léger sceglie un registro che ne mescola parecchi altri: quello saggistico, insieme alla narrativa e al mémoir. Una felice commistione (non confusione!) di piani di cui Pippa Bacca era maestra. E proprio di Pippa Bacca, stuprata e uccisa nel 2008 durante una performance, questa è la storia.

Nathalie Léger – L’abito bianco
La Nuova Frontiera, Roma 2021
Pagg. 128, € 15
ISBN 9788883733949
https://www.lanuovafrontiera.it/

Frédéric Pajak – Manifesto incerto (vol. II) (L'orma, Roma 2021) _cover
Frédéric Pajak – Manifesto incerto (vol. II) (L’orma, Roma 2021) _cover

Il primo volume del Manifesto incerto, uscito l’anno scorso per il raffinato editore romano L’orma, è finito dritto dritto in quelli che, secondo noi, sono stati i migliori libri del 2020. A febbraio è stato dato alle stampe il secondo capitolo di quest’opera che, nella sua lingua originale, il francese, ha visto la conclusione al nono tomo, pubblicato a settembre 2020. L’autore è Frédéric Pajak e la prima caratteristica di quest’opus magnum è l’intreccio fra testo e disegno, quest’ultimo rigorosamente in bianco e nero – più nero che bianco, a dire il vero.

Frédéric Pajak – Manifesto incerto (vol. II)
L’orma, Roma 2021
Pagg. 224, € 28
ISBN 9788831312608
www.lormaeditore.it

12. FOTOGRAFIA – ZANELE MUHOLI || FRANCESCO JODICE

Zanele Muholi. Somnyama Ngonyama Ave, leonessa nera (24 Ore Cultura, Milano 2021)

È una monografia particolarmente attesa quella data alle stampe da 24 Ore Cultura e dedicata a una delle artiste più incisive dell’epoca attuale, che fino al 13 marzo sarà in mostra al Gropius Bau di Berlino. A ritmare le pagine del volume Somnyama Ngonyama – Ave, Leonessa nera sono una novantina di scatti in bianco e nero realizzati da Zanele Muholi, fotografa sudafricana classe 1972 che ha colpito nel segno durante la Biennale Arte di Venezia 2019.

Zanele Muholi. Somnyama Ngonyama Ave, leonessa nera
24 Ore Cultura, Milano 2021
Pagg. 212, € 79,90
ISBN 9788866485582
https://www.24orecultura.com/libri-24-ore-cultura/

Marco Scotini (a cura di) – Francesco Jodice. The Complete Works (Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2021)
Marco Scotini (a cura di) – Francesco Jodice. The Complete Works (Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2021)

“Ciò che subito salta agli occhi nelle immagini di Francesco Jodice (lungo i venticinque anni della sua attività) è il continuo rimando a tutto quell’equipaggiamento noir, a tutto quell’arsenale di ferri del mestiere del detective (fotografare, filmare, registrare, cartografare, archiviare) e delle sue procedure di investigazione (carotaggi, accertamenti, pedinamenti, spionaggio)”. Curiosa prospettiva di lettura, quella proposta da Marco Scotini. A cui fa eco lo stesso Francesco Jodice, di cui Silvana Editoriale ha appena pubblicato questo monumentale The Complete Works: “Noir è un termine bellissimo perché definisce un’atmosfera, non un genere”.

Marco Scotini (a cura di) – Francesco Jodice. The Complete Works
Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2021
Pagg. 472, € 55
ISBN 9788836650767
https://www.silvanaeditoriale.it/

13. POLITICA DELL’ARTE – GIULIA GRECHI || LEGACY RUSSELL

È innegabile che, su alcune dirimenti questioni, siano gli antropologi a fare la riflessioni più interessanti e puntuali. Nel campo dell’arte abbiamo avuto recentemente a che fare con l’esperienza, per certi versi fallimentare, di Giorgio de Finis alla direzione del Macro di Roma. Ma sarebbe insensato buttare il proverbiale bambino con l’acqua sporca, e a dimostrarlo è questo libro di Giulia Grechi, che entrerebbe di diritto in questo best of anche se fosse molto, molto più ristretto.

Giulia Grechi – Decolonizzare il museo. Mostrazioni, pratiche artistiche, sguardi incarnati
Mimesis, Milano 2021
Pagg. 310, € 24
ISBN 9788857572529
https://www.mimesisedizioni.it/

Legacy Russell – Glitch Feminism (Perrone, Roma 2021)
Legacy Russell – Glitch Feminism (Perrone, Roma 2021)

Dopo aver elaborato un potente dispositivo video con Black Meme, Legacy Russell, curatrice e artista impegnata sul fronte queer, propone un personale punto di vista, una nuova e rinnovata prospettiva sui femminismi contemporanei nel brillante saggio Glitch Feminism. A manifesto. Tutto parte dal desiderio di indagare le storture della rete e le sue relazioni con la produzione di contenuti culturali che necessitano di un disturbo, di un errore, un glitch, appunto. [dalla recensione di Marco Petroni]

Legacy Russell – Glitch Feminism
Perrone, Roma 2021
Pagg. 178, € 16
ISBN 9788860046147
https://www.giulioperroneditore.com/

14. RIVISTE – FUORI!!! || FMR

Carlo Antonelli & Francesco Urbano Ragazzi (a cura di) – Fuori!!! 1971-1974 (Nero, Roma 2021)

FUORI!!! è stato il primo mensile di rivoluzione sessuale del Paese. Grazie a questa operazione editoriale, sono ristampati i primi tredici numeri della rivista omonima, andando così a rievocare e mettere in risalto un’importante stagione della lotta per i diritti civili, incentivatasi nel periodo 1971-1974. Le pagine riprodotte in maniera fotostatica vanno quindi dal numero 0, fanzine che ha girato nei luoghi di incontro clandestino, fino al FUORI! Donna, il tredicesimo numero, in assoluto il primo a essere messo in piedi da sole donne. [dalla recensione di Giorgia Basili]

Carlo Antonelli & Francesco Urbano Ragazzi (a cura di) – Fuori!!! 1971-1974. Fronte Unitario Omosessuale e Rivoluzionario Italiano
Nero, Roma 2021
Pagg. 484, € 28
ISBN 9788880561422
https://www.neroeditions.com/

FMR Magazine #0 (Franco Maria Ricci Plumes, Fontanellato 2021)
FMR Magazine #0 (Franco Maria Ricci Plumes, Fontanellato 2021)

È un ritorno atteso, e anche molto auspicato da parte di addetti del settore, appassionati, nostalgici: proprio in questi giorni è nata la nuova FMR, la mitica rivista che l’editore e collezionista Franco Maria Ricci (scomparso nel 2020 e a cui è dedicata la mostra I segni dell’uomo, appena inaugurata a Palazzo Pigorini a Parma) fondò nel 1982, distinguendosi nell’ambito dell’editoria d’arte non solo per la qualità dei contenuti, ma anche per l’eleganza della veste grafica. [dalla recensione di Desirée Maida]

FMR Magazine #0
Franco Maria Ricci / Plumes, Fontanellato 2021
Pagg. 128, € 40
ISSN 03930033
https://www.francomariaricci.com/it/rivista

15. ILLUSTRAZIONE – OLIMPIA ZAGNOLI || BENJAMIN LACOMBE

Olimpia Zagnoli – Caleidoscopica (Lazy Dog, Milano 2021)

Nel volume Caleidoscopica andiamo alla scoperta degli ultimi dieci anni della carriera di Olimpia Zagnoli, illustratrice di fama internazionale, le cui immagini sinuose e coloratissime hanno conquistato in breve tempo il mondo dell’editoria, della moda e della comunicazione. Si tratta di un’antologia che presenta un ricco corpus di suoi lavori – disegni, stampe, neon, tessuti e sculture – accanto a testi e pensieri, di autori e autrici che operano negli ambiti dell’illustrazione, del design e dell’arte, e che offrono molteplici e originali letture del lavoro di Olimpia Zagnoli. [dalla recensione di Claudia Giraud]

Olimpia Zagnoli – Caleidoscopica
Lazy Dog, Milano 2021
Pagg. 148, € 38
ISBN 9788898030354
https://lazydog.eu/

Lafcardio Hearn & Benjamin Lacombe – Spiriti & creature del Giappone (L'ippocampo, Milano 2021)
Lafcardio Hearn & Benjamin Lacombe – Spiriti & creature del Giappone (L’ippocampo, Milano 2021)

Da un lato c’è Lafcardio Hearn, che trascrive alcuni racconti tradizionali giapponesi. Dall’altra c’è Benjamin Lacombe, illustratore francese classe 1982, che li reinterpreta con un tratto affascinante e conturbante. I due si uniscono in questo libro (che segue di pochissimo il precedente Storie di fantasmi del Giappone) che è asciutto e sontuoso al contempo, come il Paese da cui provengono le storie.

Lafcardio Hearn & Benjamin Lacombe – Spiriti & creature del Giappone
L’ippocampo, Milano 2021
Pagg. 208, € 25
ISBN 9788867226498
https://www.ippocampoedizioni.it/

16. GRAFICA – ALBE STEINER || TUPIGRAFIA

Albe Steiner – Ricerche (Scalpendi, Milano 2021)

Scalpendi e Politecnico di Milano hanno unito le forze per pubblicare in versione anastatica (spirale compresa) questo inedito di Albe Steiner: un quaderno conservato nell’Archivio Albe e Lica Steiner dell’ateneo lombardo, risalente alla fine degli Anni Trenta. Si può così spaziare fra collage e ritagli che mettono insieme arte e architettura, exhibition design e tipografia. Un pezzetto di dietro-le-quinte dell’insuperato graphic designer.

Albe Steiner – Ricerche
Scalpendi, Milano 2021
Pagg. 176, € 25
ISBN 9788832203806
http://www.scalpendieditore.eu/

Tupigrafia (Lazy Dog, Roma 2021)
Tupigrafia (Lazy Dog, Milano 2021)

All’inizio del XXI secolo, a San Paolo, Claudio Rocha e Tony de Marco fondano la rivista Tupigrafia. In vent’anni ne escono tredici numeri che, come si può ben immaginare, sono piuttosto difficili da reperire. I due pensano allora di compilare un’antologia, in inglese questa volta, per raccontare un ventennio straordinario di tipografia brasiliana. Ed ecco qui il risultato. (Sì, la copertina è disegnata da Luca Barcellona.)

Tupigrafia
Lazy Dog, Milano 2021
Pagg. 208, € 48
ISBN 9788898030415
https://lazydog.eu/

17. RAGAZZI – L’ISOLA DEL TESORO || WONDER WOMAN

Robert Louis Stevenson & Étienne Friess – L’isola del tesoro (Rizzoli, Milano 2021)

Stanno facendo un ottimo lavoro alla Rizzoli, per quanto riguarda la letteratura per ragazzi. Specie quando rispolverano i grandi classici, ne sottopongono i testi a una efficace e studiata revisione (nulla di scandaloso, si fa così dall’epoca dei greci antichi), ripropongono la gloriosa tradizione dei grandi formati e – come se non bastasse – lavorano a un apparato illustrativo commissionato ad hoc e in linea con il testo riveduto. Tanto che molti genitori (compreso chi qui scrive) si trova a riprendere in mano un capolavoro del genere come L’isola del tesoro di Robert Louis Stevenson.

Robert Louis Stevenson & Étienne Friess – L’isola del tesoro
Rizzoli, Milano 2021
Pagg. 162, € 25
ISBN 9788817157216
https://www.rizzolilibri.it/

Wonder Woman. Il mito (24 Ore Cultura, Milano)
Wonder Woman. Il mito (24 Ore Cultura, Milano)

Chi appartiene a un’altra generazione, tra boomer e millenials, probabilmente collega il personaggio di Wonder Woman più alla serie televisiva che vedeva protagonista Lynda Carter che ai fumetti DC Comics. Resta il fatto che la supereroina incarnava e tuttora incarna una figura complessa, inserita in un mondo – non solo quello dei supereroi: il mondo in generale – in cui la discriminazione di genere prosegue e prolifera. È dunque una lettura consigliatissima questa, per ragazzi e adulti – attenzione: non necessariamente per ragazze, anzi forse vale più il contrario.

Wonder Woman. Il mito
24 Ore Cultura, Milano
Pagg. 192, € 32
ISBN 9788866485803
https://www.24orecultura.com/

18. ESTERO – AFRICAN ARTISTS || ANTARCTIC RESOLUTION

African artists. From 1882 to Now (Phaidon, Londra 2021)

Anche se ormai sembra pubblicare più libri di cucina che d’arte, i volumi editi da Phaidon restano bibbie fondamentali, qualunque tema affrontino. In questo caso il comitato scientifico si è dedicato agli artisti africani, esplorando un arco temporale enorme, che va dal 1882 alla contemporaneità. Risultato: oltre 300 nomi, opere, storie e poetiche raccolte. L’introduzione è di Chika Okeke-Agulu, professore alla Princeton University e autore di libri fondamentali sul post-colonialismo e l’arte.

African artists. From 1882 to Now
Phaidon, Londra 2021
Pagg. 351, € 59,95
ISBN 9781838662431
https://www.phaidon.com/

Giulia Foscari (ed.) – Antarctic Resolution (Lars Müller, Zurigo 2021)
Giulia Foscari (ed.) – Antarctic Resolution (Lars Müller, Zurigo 2021)

Non siamo particolarmente originali a inserire questo enorme tomo nel nostro best of, visto che l’ha fatto pure il New York Times (categoria art books) e che Antarctic Resolution ha pure vinto il DAM Architectural Book Award. Una sua parzialissima estrinsencazione l’avrete forse vista all’ultima Biennale di Architettura a Venezia. Si tratta di uno studio colossale del continente antartico, in cui sono chiamate a intervenire le discipline più disparate e anche i mezzi espressivi più diversi, dal testo alla fotografia alla data-visualization. A coordinare l’immane lavoro, una architetta italiana, Giulia Foscari, che ha un curriculum quasi gigantesco come il libro.

Giulia Foscari (ed. by) – Antarctic Resolution
Lars Müller, Zurigo 2021
Pagg. 975, € 65
ISBN 9783037786406
https://www.lars-mueller-publishers.com/

Dati correlati
AutoriGian Maria Tosatti, Giorgio De Chirico, Chiara Fumai, Paolo Baratta, Enrico Castellani, Maurizio Cattelan, Giorgio Andreotta Calò, Carlo Maria Mariani, Zanele Muholi, Francesco Jodice, Franco Maria Ricci, Olimpia Zagnoli
CuratoriStefano Chiodi, Germano Celant, Achille Bonito Oliva
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014), "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (Paris 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduttore, ha pubblicato testi di Augé, Bourriaud, Deleuze, Groys e Revel. Nel 2014 ha curato la mostra (al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) "Achille Compagnoni. Oltre il K2". Nel 2018 ha curato la X edizione della Via del Sale in dieci paesi dell'Alta Langa e della Val Bormida. Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, la Libera Università di Bolzano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV e Ca' Foscari di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Redige (insieme a Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all'arte contemporanea del rapporto annuale "Io sono cultura" prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna Critical Writing alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.