Furbi esotismi dal Subcontinente

Qual è il segreto dello Studio Mumbai e del suo astuto fondatore? La retorica ambientalista e localista servita in chiave esotica, insieme alla capacità di produrre ottimi edifici che, invece e per fortuna, pescano a piene mani dalla tradizione architettonica occidentale.

Il contemporaneo che ridona luce al Settecento

Sette grandi artisti invitati a Ca’ Rezzonico per dialogare con i locali del Palazzo e con il suo splendido lampadario. Per un’arte che non teme gli sconfinamenti nel design, e viene in aiuto delle antiche tradizioni muranesi. A Venezia, fino al 24 novembre.

Art Digest: ancora muri di Londra all’asta. La disprezzo, Moore, ma...

Di questo passo, mezza Londra avrà presto pareti scorticate. Dopo le polemiche per la vendita a Miami di Slave Labour, un’altra opera di Banksy...

Sky Arte update: a Lucca con Henri Cartier-Bresson. Una mostra imponente,...

“Quel che voglio è catturare quel minuto, parte della realtà”. La missione di una vita per Henri Cartier-Bresson, che Leica in mano ha saputo...

L’anima della Laguna

Dalla metà degli Anni Settanta, l’incontro fra i processi di trasformazione avviati a livello locale e le spinte internazionali ha dato forte impulso al riposizionamento dell’asse economico dell’area veneziana, ormai pronta per affrontare la sua metamorfosi sociale e culturale. È con il declino del settore industriale che Venezia vede accrescere il proprio ruolo internazionale quale meta privilegiata del mercato turistico.

I Magnifici 9 New York. Alla ricerca dei toni forti

Il giro per le mostre più interessanti della settimana inizia con un fuoco d’artificio di luci e colori e termina con la dolcezza della poesia. Panultimo appuntamento estivo per “I Magnifici 9”, la nostra rubrica settimanale dedicata agli opening newyorkesi.

Padiglione Italia e crowdfunding

Diamo a Cesare quel che è di Cesare. Bell’idea (e soprattutto ben fatta) quella del crowdfunding per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia. Una manifestazione pubblica importante come questa, che organizza in maniera così appropriata una campagna di raccolta fondi, è l’espressione di una maturità che da tanto tempo si aspettava.

Tensioni verticali

Con "Roccedimenti", collettiva inaugurata nel Nuovo Spazio di Casso, ha preso il via la terza stagione di Dolomiti Contemporanee. Primo viaggio di DC013 dunque, tra rocce e nature rifigurate, secondo la tensione verticale delle “climbing attitudes”. Fino all’8 settembre.

Quattro galleristi alla riscossa

Nelle vetrinette niente cristalli e porcellane, ma teschi e animali impagliati. In soffitta nessun baule polveroso, ma monitor ingabbiati e croci alle pareti. Tra wunderkammer e galleria d’arte contemporanea, Quadrilegio chiama a raccolta il contemporaneo in una Parma austera e immobile. A Parma fino al 31 luglio.

Souvenir de Venise

Portarsi dietro un pezzetto di Venezia è sempre stata una tentazione fortissima. Dal Canaletto appeso nel salotto di una country house immersa nella bruma, a scaldare con il suo cielo immacolato il cuore malinconico di un gentleman; alle oscene gondole di plastica arenate su centrini, mobili e televisori.

Visioni al presente

Una mostra pensata come un ensemble di linguaggi visivi. L’obiettivo comune? Esaltarne l’unicità. Sei giovani artisti italiani nella collettiva “Paradise Now”. Fino al 26 luglio da Extraspazio a Roma.

Mapplethorpe e Mollino: la strana coppia

Cinquanta foto dell’artista americano, rappresentato in Italia dalla Galleria Franco Noero, ora nella nuova sede, un’ex carrozzeria. Niente foto scioccanti, però. E un tête-à-tête con le polaroid dell’eclettico architetto torinese. Fino al 26 luglio in zona Barriera di Milano a Torino.

I PIÙ LETTI