Poesia cancerogena

Le emozioni, prima di tutto. Quelle vere, autentiche, mai svelate. Provate a farvi un giro di giostra nell'intimo di una ragazza lesbica poco più che ventenne, colpita dal cancro e col desiderio di scrivere una storia a fumetti sulla vita dei barboni parigini…

Striscia che ti passa

Letto, riletto, visto, rivisto... forse. Non si può parlare di conoscenza del fumetto se non si sa chi sia Beetle Bailey. E, soprattutto, cosa sia il mondo di Beetle Bailey. Che noia la naia!

Avanti e indietro

Due esempi, due app. Una decisamente avanti, una decisamente indietro. Da una parte “Jekyll & Hyde” di Lorenzo Mattotti, dall’altra “Sogno n.1” della London Symphony Orchestra con Fabrizio De Andrè. Due esempi di come il nostro sia un nefasto moto pendolare. E così inizia il 2012 della rubrica Inpratica.

Il fumetto fa notizia. E si legge su iPad

Cosa succede quando la biografia di un personaggio popolare si racconta a fumetti? Mediaticamente parlando, il finimondo. Le trasposizioni illustrate di fatti d'attualità o di cronaca conquistano pagine di giornali e servizi nei tg. Ma perché le vendite non decollano? Forse sono solo espedienti legati alla comunicazione di massa. Perché oggi il mercato si conquista sul web.

Iconografia di una maschera

Ormai tutti la conoscono, ma ancora pochi, specie in Italia, ne hanno chiara la storia e il significato. Parliamo del viso di Guy Fawkes, diventato famoso con V per Vendetta e poi adottato dagli indignati di mezzo mondo. Oltre che dagli “Anonimi” della Rete.

Tutti i neri di Neri

Contrasti e controluce fra pieno e vuoto. La passione di Marino Neri, giovane narratore della scuderia Canicola, si tinge di rosso. Come il rame, il fuoco, le mestruazioni giovanili. “La coda del lupo” è il suo ultimo lavoro. E il gioco fra luci e ombre svela l'ambiguità della religiosità popolare, fatta di bianchi e... neri. Nomen omen. Il nome è come un presagio. E questo è quel che ci racconta Marino.

Il fumetto schiavo della tv

La televisione snobba il fumetto. Colpa del mainstream. Ma la comunicazione di massa passa attraverso la cultura. E quella italiana è fin troppo condizionata dal vecchio tubo catodico. Mentre l'oggetto diventa design, il fumetto arranca. E se ogni citazione porta all'orgasmo, c'è chi fa arte nell'ombra.

Inés e la violenza domestica

Lei dovrebbe lasciarlo. Ma per andare dove? A fare cosa? E la bambina? Potrebbe crescere senza il padre? E uno così, si può chiamare padre? Un racconto crudo della violenza domestica, senza moralismo. Nel racconto a fumetti di Loïc Dauvillier e Jérôme d’Aviau si mette a nudo la verità. E l'indifferenza.

Superman, superprice: è record a 2.16 milioni di dollari per il debutto del personaggio,...

Contiene la prima pubblicazione di Superman: forse per questo il primo numero di Action Comics ha segnato il record nel campo del fumetto con...

Un fumetto per bambini. Fuori dagli schemi

Anche all’ultima fiera internazionale del libro per ragazzi di Bologna, diversi editori si sono presentati con fumetti per bambini. L’idea non è nuova, ovviamente. Periodicamente qualcuno tenta di riproporla, sebbene il mercato italiano non sia troppo ricettivo in questo senso.

Gainsbourg

Seconda puntanta dell'Opera Sexy di Ferruccio Giromini. Restiamo in Francia, ma arriviamo alle soglie dell'attualità. Perché qui si parla di Serge Gainsbourg, e di un doppio omaggio che gli ha tributato Joann Sfar. Con un film e un fumetto.

Ombre del passato alla velocità di Spiderman

Immagini di natura, sagome scure al Muro del Pianto. Con il supereroe che attraversa lo spazio. Sognando speciali poteri? Succede da Ermanno Tedeschi, nella sede milanese. Fino a fine mese.

I PIÙ LETTI