Fumetti per l’estate: cinque nuovi comics da leggere in vacanza (II)

Secondo appuntamento con i nostri consigli di lettura per l’estate. Ecco cinque nuovi comics scelti da Alex Urso per le vostre vacanze.

Difficile sapere se i fumetti suggeriti la scorsa settimana vi siano piaciuti o meno. Nel dubbio, ecco altre cinque proposte di lettura: una serie di consigli per chi ama la letteratura a balloon.

Alex Urso

1. IMBATTIBILE

Pascal Jousselin – Imbattibile (Comicon Edizioni, Napoli 2020). Copertina

Scegliere di raccontare le avventure di un supereroe all’interno di un fumetto è quanto di più ovvio la nona arte possa offrire. Decidere di farlo chiamando il protagonista addirittura Imbattibile, poi, è una vera e propria “sfida” ai cultori delle nuvolette. Eppure l’ultimo fumetto di Pascal Jousselin – recentemente premiato alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna – è quanto di più improbabile il lettore possa attendersi.
Pubblicato inizialmente sulle pagine della leggendaria rivista Spirou, e portato in Italia da Comicon Edizioni, Imbattibile racconta le avventure di un paladino decisamente fuori dal comune. I poteri del ragazzo sono infatti quelli del fumetto stesso: niente pugni a razzo, nessuna abilità sportiva: l’unica “arma” del protagonista è quella di cambiare ogni storia a suo piacimento, aggiungendo nuovi disegni, saltando da una vignetta all’altra, dirottando in maniera imprevedibile la narrazione. Un esempio brillante (e freschissimo) delle infinite possibilità del linguaggio dei balloon.

Pascal Jousselin – Imbattibile
Comicon Edizioni, Napoli 2020
Pagg. 104, € 15
ISBN 9788898049936
www.comicon.it/comicon-edizioni

2. BAH

Maicol & Mirco – Bah (Bao Publishing, Milano 2020). Copertina

Dopo Argh e Sob, Maicol & Mirco – la coppia marchigiana nascosta dietro la barba di Michael Rocchetti – tornano con Bah, terzo capitolo della loro Opera Omnia: la serie enciclopedica che raccoglie il meglio degli ormai celeberrimi Scarabocchi.
Sfogliando le pagine del libro, l’impressione è quella di avere tra le mani qualcosa di già visto (nei volumi precedenti) e nondimeno in grado di fare ancora una volta centro: una staffetta di perle dissacranti in cui teologia, filosofia e adorabile cinismo si mescolano dando vita a fumetti essenziali (ed esistenziali) unici per spietatezza e incisività. A impreziosire la pubblicazione, il “tocco” di LRNZ, che del libro ha curato il design e l’introduzione.

Maicol & Mirco – Bah
Bao Publishing, Milano 2020
Pagg. 192, € 14
ISBN 9788832734690
www.baopublishing.it

3. LETTERE A ME STESSA

Kabi Nagata – Lettere a me stessa (J Pop, Milano 2020). Copertina

Dopo l’esplosivo La mia prima volta, Kabi Nagata torna con un nuovo volume: non un vero e proprio sequel del libro precedente, ma di certo un racconto che aggiunge un nuovo tassello al percorso “introspettivo” avviato nel 2016.
Stiamo parlando di Lettere a me stessa: un diario illustrato nel quale la mangaka giapponese prova a dare una svolta alla sua vita da adulta. Come? Prima di tutto andando a vivere da sola, recuperando il rapporto complicato con i genitori, e soprattutto sfidando le sue patologiche insicurezze a costo di compromettere per sempre la sua salute mentale.
Il risultato è un accattivante resoconto sui dubbi e sulle complessità della ragazza, ma soprattutto un esempio di quanto possano essere sofferte le battaglie che molti di noi combattono silenziosamente nel proprio intimo, senza che queste traspaiano all’esterno.
La naturalezza e l’assenza di pietismo con cui l’autrice affronta i temi della depressione, della solitudine e della mancanza di affetto rendono adorabili e godibili anche i passaggi più delicati della storia, accompagnando i lettori in un percorso di crescita e autoconsapevolezza in cui scorgere, persino, qualcosa di sé.

Kabi Nagata – Lettere a me stessa
J-Pop, Milano 2020
Pagg. 344, € 16
ISBN 9788834901304
www.j-pop.it

4. GHETTO BROTHER

Julian Voloj, Claudia Ahlering – Ghetto Brother. Una leggenda del Bronx (ADD Editore, Torino 2019). Copertina

Ghetto Brother racconta la storia delle prime gang nate nel Bronx di New York: gruppi di immigrati e figli della classe operaia che, spinti dal malcontento verso una società che li discrimina, iniziano ad agglomerarsi in diverse fazioni spartendosi la mappa della Grande Mela.
Le bande sono spesso in conflitto fra loro, le uccisioni fra i vari leader all’ordine del giorno e l’atmosfera pericolosissima come mai prima nella storia della città. Una situazione che si aggrava ulteriormente nel dicembre del 1971, quando, con l’assassinio di Black Benjie, le gang si trovano di fronte a un bivio: continuare i conflitti in eterno o fare diventare la periferia un posto migliore? Rimanere divisi o unire le proprie forze contro uno Stato che li disprezza costringendoli al degrado? “Il punto è che vogliamo che neri e portoricani vivano in un posto migliore”, dice a un certo punto Benjamin Melendez, protagonista del volume.
Da quel momento in poi la bande iniziano a esprimere la loro rivalità non più a colpi di arma da fuoco ma di percussioni pesanti. I ragazzi si incontrano nei “block party”, si sfidano con mixer e doppi giradischi: è la nascita dell’hip hop, e l’ingresso sulla scena di nomi come Dj Kool Herc, Zulu Nation e Afrika Bambaataa. Un libro indispensabile per chi ama ogni genere di sottocultura. E non fatevi ingannare dalla prefazione melensa del solito Jovanotti: fra le pagine di questo volume c’è sostanza, rabbia e ribollire di vita.

Julian Voloj, Claudia Ahlering – Ghetto Brother. Una leggenda del Bronx
ADD Editore, Torino 2019
Pagg. 144, € 16
ISBN 9788867832477
www.addeditore.it

5. ROSE

Denis Lapière, Émilie Alibert, Valérie Vernay – Rose (Tunué, Latina 2020). Copertina

Rose è una ventunenne dal carattere solitario. Le sue giornate passano silenziose, eppure la ragazza conserva un segreto mai confessato. Fin dalla nascita, infatti, la giovane protagonista di questo volume ha il potere di staccarsi dal proprio corpo e vagare in forma di spirito. Nessuno conosce questa sua caratteristica – che lei stessa considera una “malattia” –, eppure qualcosa si sblocca quando il padre della ragazza viene trovato morto. Da quel momento in poi Rose prenderà coscienza di questo maledetto dono, usandolo per cercare l’assassino.
Scritto da Denis Lapière – veterana della nona arte francese – e illustrato dalle matite morbide di Valérie Vernay –, il libro mescola con astuzia gli stilemi del romanzo noir e la migliore tradizione dei comics per ragazzi. Se il binomio romanzo giallo-fumetto vi appassionata, vi consigliamo di rimediarne una copia!

Denis Lapière, Émilie Alibert, Valérie Vernay – Rose
Tunué, Latina 2020
Pagg. 144, € 17,50
ISBN 9788867903801
www.tunue.com

LE PUNTATE PRECEDENTI

Fumetti per l’estate #1

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alex Urso
Artista e curatore. Diplomato in Pittura (Accademia di Belle Arti di Brera). Laureato in Lettere Moderne (Università di Macerata, Università di Bologna). Corsi di perfezionamento in Arts and Heritage Management (Università Bocconi) e Arts and Culture Strategy (Università della Pennsylvania). Tra le istituzioni con cui ha collaborato in questi anni: Zacheta - National Gallery of Art di Varsavia, Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, Padiglione Polacco - 16. Mostra Internazionale di Architettura Biennale di Venezia, Fondazione Benetton (catalogo “Imagus Mundi”), Adam Mickiewicz Institute. Nel 2017 è stato curatore della “Biennale de La Biche”. Dal 2014 scrive di arte per Artribune. Sempre per Artribune cura “Fantagraphic”, la rubrica di fumetti del sito. Suoi articoli e testi critici sono apparsi su cataloghi e testate di settore nazionali e internazionali.