Il fumetto non è morto

Lo si trova ovunque. Al cinema, nel design, sulle pubblicità, nei quotidiani, sull'iPad. Ovunque ha una collocazione per la sua capacità di comunicare e per quell'efficacia espressiva quasi camaleontica. Ovunque fuorché negli spazi in cui dovrebbe stare. Le librerie lo snobbano, le fumetterie sono in crisi e gli autori faticano a campare. Fortunatamente c'è chi combatte il sistema.

Dove ti giri, leggi solo Nineeleven. Bologna ricorda la tragedia con un cartoon di...

È stato l'avvenimento che più di qualunque altro ha modificato le sorti del mondo negli ultimi decenni, lasciandoci un tragico ricordo. E sono già...

Maledetto il giorno in cui sono finito sui Simpson! Parola di Frank Gehry. L’architetto...

A riportare la storia è il sito web Archinect.com, che titola così: “Frank Gehry si è davvero, davvero pentito di essere apparso sui Simpson”....

Pinocchio, eterno soggetto per artisti visionari. Ora tocca allo stacanovista Gianluigi Toccafondo…

La succosa novità è che la pubblicazione è accompagnata da un dvd di 6 minuti - con circa 24 disegni per ogni secondo di...

150 anni in fumo

No, non stiamo solo dicendo che il Paese è andato a ramengo, saremmo ripetitivi e pleonastici. Quel "in fumo" fa riferimento al fumetto ed alle iniziative che attraverso questo linguaggio sono state dedicate al 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia. A partire da due volumi pubblicati dalle edizioni San Paolo, da Il Giornalino e dal Museo del Fumetto di Lucca.

I PIÙ LETTI