Osservatorio curatori. Attilia Fattori Franchini

La mia formazione inizia a Milano, in Bocconi, nel corso di Economia per Arte Cultura e Comunicazione. Uno scambio in Argentina all’età di ventun anni mi ha cambiata, affinando anche sogni e obiettivi di vita. Appena laureata sono partita per Londra, una piccola valigia, pensando: “Miglioro l’inglese e poi vado a New York”. Non sono mai più riuscita a lasciare Londra. A parlare è Attilia Fattori Franchini, protagonista di questo nuovo Osservatorio curatori.

Le lettere al cosmo di Melanie Bonajo

Una sorta di manifesto che lancia nell’universo di una folta produzione fatta di videoinstallazioni, performance e fotografie dai titoli singolari ed eloquenti. È “Letter to the Cosmos” dell’olandese Melanie Bonajo.

Giuseppe Chiari nel tempio dell’avanguardia musicale londinese. Al Cafè Oto il...

Il 15 giugno l’estate farà tappa in anticipo al Café Oto di Londra con un appuntamento internazionale di musica e cultura contemporanea curato da...

Aziende che si promuovono con l’arte. Boero, storico marchio di vernici,...

È la più grande azienda vernici italiana. Il classico nome in cui si inciampa, prima o poi, quando spuntano i classici lavori di bricolage,...

Keith Tyson e Hugo Wilson a Milano. Natura contro natura

ProjectB Gallery, Milano – fino al 31 luglio 2015. Il gioco della mimesi, tra pittura, scultura e natura, non si riduce a mera sovrapposizione, ma alimenta i ritmi delle dissolvenze, per contorni e molteplicità. I due artisti inglesi allestiscono una doppia personale come un racconto visivo, traccia di incontri mancati.

La Nuova Oggettività in fotografia

Museo Correr, Venezia – fino al 30 agosto 2015. L’abbiamo scelta come miglior mostra fuori-Biennale. L’esempio di come una direzione illuminata – come quella di Gabriella Belli – possa rendere un network di realtà come i Civici di Venezia l’equivalente di un grande museo internazionale.

Biennale di Venezia. L’opinione di Giulio Ciavoliello

Politically perfect più che politically correct. Così Giulio Ciavoliello definisce la Biennale di Venezia diretta da Okwui Enwezor. Perché tante critiche sono fatte da chi l’ha vista rapidamente nei giorni di preview, senza coglierne il senso di lungo respiro.

Andrea Fraser. Critica istituzionale in Austria

Museum der Moderne, Salisburgo – fino al 5 luglio 2015. Una grande retrospettiva di metà carriera dedicata all’artista statunitense Andrea Fraser. È la prima in Austria di questa portata. Chi è Andrea Fraser? Ve la ricordate l’opera-performance che consisteva nel fare sesso con un collezionista…

Thomas Hirschhorn secondo Francesco Bonami

Continuiamo a regalarvi perle monografiche dall’ultimo libro di Francesco Bonami, pubblicato da Electa. Dopo Carolyn Christov-Bakargiev e Rirkrit Tiravanija, ora si parla di Thomas Hirschhorn.

Camilla Filippi e il suo Psychedelic Breakfast. Travestimenti d’artista, a colazione:...

L’arte del trasformismo, come una cantilena, un’ossessione diurna, un autoritratto infedele e un’immagine che cambia, essendo sempre la stessa. Camilla Filippi, attrice ed artista,...

Il pianista in trincea. L’omaggio di Eron a Aeham Ahmad

La storia di un pianista palestinese, che alla violenza dell'ISIS e all'inferno della guerra risponde con la musica. Suonando per strada, tra le macerie. Senza paura. Eron, tra i più talentuosi street artist italiani, a Venezia gli ha dedicato un'opera delicata e intensa.

Vincenzo Vela e Marcello: due anime della scultura in Ticino

Ligornetto, Museo Vincenzo Vela – fino al 30 agosto 2015. Riapre il museo ticinese. Con una collezione permanente arricchita e con una mostra sulla scultrice Marcello, pseudonimo al maschile della duchessa d'Affry. Un viaggio da non perdere nella scultura ottocentesca, con alcune incursioni nella pittura.

I PIÙ LETTI