E chi l’avrebbe detto? Non bastava il dominio di Mr lusso François Pinault a Palazzo Grassi e Punta della Dogana, non bastava l’arrivo della dogaressa Miuccia Prada a Ca’ Corner della Regina. Ora è la volta di Louis Vuitton a sbarcare in Laguna, dove assieme ad Arzanà Navi finanzierà il restauro del Padiglione Venezia all’Isola di Sant’Elena.
La Biennale di Venezia sta arrivando. Certo, c’è la mostra di Bice Curiger, il Padiglione italiano di Sgarbi e tutto il resto. Ma ci sono anche - e talora soprattutto - gli eventi collaterali, alcuni di altissima levatura. Fra le mostre da non mancare, il consueto appuntamento con la Fondazione Prada. Ma da quest’anno non ci sarà bisogno di andare sin sull’Isola di San Giorgio Maggiore. Insomma, Pinault-Gucci chiama e Miuccia-Prada risponde.
Moda? Significa ancora Milano, dalle nostre parti, c’è poco da fare. Semmai si può vedere il “dove”, a Milano. Qui siamo in un locale tutto rosa, minimale, semplice e tutto di plastica: nomen omen, siamo al Kitsch Bar, Corso...

I PIÙ LETTI