Balthus, La Chambre,1952-1954video

Balthus, per un teatro dell’eros e della crudeltà

L'opera straordinaria di Balthus e la sua personalità complessa, visionaria, sono al centro di una mostra romana, divisa fra due sedi istituzionali. Tanti i collegamenti con altri artisti ed intellettuali del passato o del suo tempo, tra cui Antonin Artaud...
Mirella Bentivoglio, Progetto Uovo Trullo, 1979

Tra parola e terra. Baruchello e Bentivoglio a Taranto

Fondazione Studio Carrieri Noesi, Martina Franca – fino al 20 dicembre 2015. Ultimi giorni per assistere al dialogo tra Gianfranco Baruchello e Mirella Bentivoglio, accomunati dalla passione per la natura tradotta in linguaggi artistici dal grande valore simbolico.
Xu Bing, The Story Behind Beijing- KCCA, Beijing 2015

Pechino. Apre un artist run space d’eccezione

Kylin Contemporary Center of Art, Beijing – fino al 23 dicembre 2015. “Three and One Thirds: Shang Yang x Liang Shaoji x Xu Bing” non è semplicemente una mostra di tre grandi artisti, e non è neppure uno sterile accostamento delle loro tre diverse espressioni. Cos’è ve lo spieghiamo qui sotto.
Alessandro Fonte, Riscrittura di un'alba, 2015

Alessandro Fonte e la sicurezza dell’alba. A Casa Sponge

Sponge Living Space, Pergola – fino al 7 febbraio 2016. L’artista calabrese Alessandro Fonte inaugura la seconda mostra “Rifugio del presente” presso la home gallery della cittadina marchigiana. Riscoprendo la sicurezza dei cicli naturali contro la frenesia contemporanea.
Daniel Boccato - An eye for an eye – veduta della mostra presso la Kasia Michalski Gallery, Varsavia 2015

Occhio per occhio. Le sculture “povere” di Daniel Boccato, a Varsavia

Kasia Michalski Gallery, Varsavia – fino al 14 gennaio 2016. Un artista giovanissimo e un nome importante a fargli da guida. Si tratta di Daniel Boccato, pupillo dello scultore Ugo Rondinone, per la prima volta in mostra in terra polacca.
Jeff Koons, Pluto and Proserpina - Piazza della Signoria, Firenze 2015

Appello a Dario Nardella. Lasciamo Jeff Koons in piazza della Signoria

È alta tre metri, pesa due tonnellate: perché sbattersi a spostarla? Basterebbe un po' di sana pigrizia italiana, un po' di sano spirito del provvisorio (nulla è più definitivo del temporaneo, in questo Paese) per fare quel che bisognerebbe fare: lasciare il “Pluto e Proserpina” di Jeff Koons là dov'è, in piazza della Signoria, per sempre.
Marco Bagnoli, Janua Coeli, 1988 (1992) - Basilica San Miniato, Firenze - Courtesy by the artist - photo Carlo Cantini

Marco Bagnoli. Una scala al Madre di Napoli

Museo Madre, Napoli – fino al 29 febbraio 2016. Marco Bagnoli ridisegna lo spazio del museo napoletano con un’imponente scala rivolta al cielo. Tra architettura e memoria esperienziale. Ed è un altro degli alberi della cuccagna curati da Achille Bonito Oliva.
Petrit Halilaj, They are Lucky to be Bourgeois Hens II, 2009 - Courtesy the Artist and Pirelli HangarBicocca - photo Agostino Osio

Petrit Halilaj. Un razzo-pollaio all’Hangar Bicocca

HangarBicocca, Milano – fino al 13 marzo 2016. Videoproiezioni e cambi di scala improvvisi, gioielli di famiglia e oggetti archeo-tipologici. Un percorso monografico suggerito dalla mostra meneghina, che propone dieci lavori realizzati dall’artista kosovaro tra il 2009 e il 2015.
Guido van der Werve, Nummer zeventien killing time - attempt one. from the deepest ocean to the highest mountain, 2015 – still da video - courtesy the artist & Monitor, Roma

Guido van der Werve a Roma. E una performance lunga 10 ore

Monitor, Roma – fino al 23 gennaio 2016. L’artista originario dei Paesi Bassi va in scena nella galleria capitolina. “Nummer zeventien killing time attempt one: from the deepest ocean to the highest mountain” è il nome della performance, in versione integrale da Monitor per chi era all’inaugurazione.

Distillare lo smog e farne un mattone. La “COP21” cinese in una performance di...

Mentre a Parigi si teneva la Conferenza sul clima, a Pechino terminava la performance artistica Dust Plan. Un tempismo perfetto, quello scelto dall’artista cinese...
Joan Jonas & Barbara Bloom - Galleria Raffaella Cortese, Milano 2015

Trio perfetto. Barbara Bloom e Joan Jonas chez Raffaella Cortese

Galleria Raffaella Cortese, Milano – fino al 27 febbraio 2016. Le due artiste americane dialogano su letture e leggi di natura, dando vita a due personali totalmente indipendenti. Tra apparizioni sciamaniche e descrizioni del tempo meteorologico in Braille, la galleria si scinde, mantenendo però la propria unitarietà.
John Armleder, Let it Shine, Let it Shine, Let it Shine, It’s Xmas again!, 2015 - la Rinascente, Piazza Duomo, Milano - photo Marco Beck Peccoz

John Armleder. Acquari in piazza Duomo a Milano

A Milano la Rinascente celebra il Natale 2015 con un’installazione realizzata appositamente per far brillare, una volta di più, le vetrine natalizie del centro. Con ‘Let it Shine, Let it Shine, Let it Shine, It’s Xmas again!’ l’artista svizzero interpreta un non-spazio commerciale. Restituendolo come un luogo espositivo per la città.

I PIÙ LETTI