Joel-Peter Witkin, Self-Portrait (with finger disease), NYC, 1970, 25x30 cm

Paolo Gioli e Joel-Peter Witkin. Corpo a corpo da Massimo Minini

Galleria Massimo Minini, Brescia – fino al 7 marzo 2015. La fotografia incontra sembianze e superfici del corpo tra l’obiettivo di Joel-Peter Witkin e quello di Paolo Gioli. Un incontro che esula dalle pareti bagnate dal neon per riversarsi in lezioni sull’anatomia della posa.
Carlos Garaicoa, Saving the safe (Bundesbank)

Madrid Art Week. Fiere collateral e mostre da non perdere

Madrid vive d’arte nell’ultima settimana di febbraio. L’appuntamento annuale con Arco crea un effetto domino in tutta la capitale spagnola e dintorni, coinvolgendo istituzioni museali, pubbliche e private, in un ampio spettro di proposte. Eccovi la consueta panoramica.
Rä di Martino, The Picture of Ourselves - still da video

Torino. La quarta edizione di Vitrine si apre con Rä di Martino

GAM, Torino – fino al 6 aprile 2015. Il 10 febbraio è ripartito “Vitrine”, progetto dedicato alla ricerca artistica contemporanea. Il titolo di questa quarta edizione – a cura di Anna Musini – è “Possibilità” e pone l'attenzione sulle trasformazioni della vita e dell'arte, stabilendo un'interazione tra ricerca e simbolismo nello scorrere della quotidianità. Il primo appuntamento è con Rä di Martino. Seguiranno Francesco Gennari, Francesco Barocco, Anna Franceschini e Luca Trevisani.
Gao Yuan, The year of the pig, 12 Moons, 110x112 cm, fotografia digitale su tela, 2009

Lo stadio dello specchio. Nella fotografia di Gao Yuan

Fondazione Studio Marangoni, Firenze – fino al 6 marzo 2015. Prendi il modello rinascimentale della Madonna col Bambino e fallo interpretare da genitrici contemporanee. Cinesi. Ecco qual è il risultato, nelle fotografie di Gao Yuan.
Kazuki Takamatsu – Even a Doll Can Do It - veduta della mostra presso la Dorothty Circus Gallery, Roma 2015

L’equilibrio di Kazuki Takamatsu. L’intervista

Negli spazi della Dorothy Circus Gallery di Roma, fino al 4 aprile, è allestita la personale di Kazuki Takamatsu, “Even a Doll Can Do It”. Abbiamo conosciuto meglio l’artista giapponese. Che ci ha raccontato la sua esperienza.
Candida Höfer, Kunstmuseum Basel II, 2000 - © Candida Höfer, Köln : VG Bild-Kunst, Bonn

Candida Höfer. La Storia in uno scatto

Ca' Pesaro, Venezia – fino al 29 marzo 2015. Gli scatti della rigorosa fotografa tedesca inaugurano il secondo appuntamento del ciclo “Paradossi”, allestito nel recente Spazio Dom Pérignon. Stavolta il dialogo inatteso tra contemporaneo e antico chiama in causa un episodio inciso nella Storia: quello scolpito da Auguste Rodin.
Vania Comoretti, Whish, 2012

Vania Comoretti, ovvero come sillabare il corporeo

C|E Contemporary, Milano – fino al 27 febbraio 2015. Trittici pittorici per raccontare il corpo. Sono quelli che Vania Comoretti espone a Milano. Fra oggettività e individualità.
Michelangelo Galliani, Doppio sogno, 2015, marmo statuario di Carrara e ottone

Per via di togliere, all’anima si arriva. Su Michelangelo Galliani

Galleria Giovanni Bonelli, Milano – fino al 28 febbraio 2015. La massima espressività del marmo di Carrara protagonista nelle sale della galleria meneghina. Nell’ultima mostra dedicata allo scultore Michelangelo Galliani.
Paolo Chiasera - Choreography of Species. Rosa Tannenzapfen, 2013 - Courtesy l’artista e Galleria Francesca Minini, Milano

Oggetti su piano: Bologna fa ancora scuola

Fondazione del Monte, Bologna – fino al 1° marzo. Una mostra dedicata alla natura morta. È quella che riunisce quattordici artisti a confronto con l'intento di riproporre una possibile scuola bolognese. Per la cura di Antonio Grulli.
Pier Paolo Calzolari, Cantata Bluia libro dore, 1999, libro d'artista - #5

Riapre con Pier Paolo Calzolari. È la camera delle meraviglie di Riccardo Crespi

Galleria Riccardo Crespi, Milano – fino al 26 febbraio. Una versione inedita dell’idea di Wunderkammer, che mette in scena un unico lavoro per invitarci alla concentrazione. Con il libro d’artista di Calzolari e Thoretton.
Claudio Malacarne – I sensi liquidi - Palazzo Collicola, Spoleto 2015

Urbano, mediterraneo, esotico. L’inverno di Spoleto

Palazzo Collicola Arti Visive, Spoleto – fino al 1° marzo 2015. Tre percorsi artistici distinti ma riuniti nello splendore di Palazzo Collicola: Croce Taravella, Claudio Malacarne e la collettiva “Baculus”. La città di Spoleto conferma la sua vocazione per il contemporaneo nel suo tris di mostre per la stagione invernale.
Vincenzo Campi, Mangiatori di ricotta, olio su tela, 72 x 89 cm. Collezione privata

Arte e cibo: antipasto di Expo a Brescia

Un “antipasto” sul tema di Expo. Oltre cento opere, dal Seicento ai giorni nostri, raccontano la storia dell’arte a tavola a Palazzo Martinengo, a Brescia. Un viaggio – fino al 14 giugno – fra nature morte, ultime cene e lattine iconiche, alla scoperta di piatti scomparsi, ricette intramontabili e molto altro ancora…

I PIÙ LETTI