Domenica 16 giugno è iniziato il 60° Festival Internazionale della Creatività di Cannes, rivolto a tutti i professionisti del mondo della pubblicità. L’evento, che durerà per una settimana esatta, è la più grande e prestigiosa manifestazione internazionale dedicata alla...
Un Al Pacino infiltrato nella comunità gay di New York è il protagonista del film "Cruising" di William Friedkin, distribuito nel 1980. Una pellicola e un personaggio esemplari per capire come il soggetto scompaia in certa cinematografia. Una dissoluzione del Sé che parte da Antonioni e arriva a Bruce Willis.
Dopo Berlino, approda a Torino la retrospettiva dedicata al regista americano. Non una mostra cronologica ma un’esposizione biografica. Allestita nella cornice della Mole Antonelliana, on show lettere, documenti, costumi e oggetti personali che raccontano la lunga attività e le relazioni del regista. A metà tra archeologia feticista e sperimentazione luminosa, Martin Scorsese diventa il testimone dei conflitti politici e sociali. Prima della terza tappa a Ghent, in Belgio, una fetta di New York nella capitale sabauda. Fino al 15 settembre.
Uno dei due film proiettati da Olivo Barbieri all'Istituto Svizzero di Roma, in occasione del simposio sui rapporti tra cinema e architettura. Uno sguardo a volo d'uccello su una grande metropoli occidentale, tramutata in un incredibile universo virtuale
Relazioni tra cinema e architettura. Un tema non troppo comune, tutto da esplorare e su cui costruire ipotesi critiche e traiettorie di ricerca. Al centro, naturalmente, l’immagine in movimento, che nell’abraccio con l’universo delle discipline architettoniche diventa strumento di...
Fino al 1° settembre, ma con una accelerazione durante Art Basel, Steve McQueen è in mostra allo Schaulager nei sobborghi di Basilea. Per una antologica che sfiora la retrospettiva. Da non perdere, mettendo in agenda mezza giornata di full immersion.
La storia di un pony express e di una busta da consegnare in un’ora e mezza. Sfrecciando per le street e i boulevard di New York, direzione Chinatown.
Una giovane pittrice e regista di film d'animazione, con la sua ultima, bellissima prova: Sara Gunnasdòttir, islandese, racconta la storia di Daniel C., musicista senza identità, e delle sue canzoni d'amore, scoperte per caso a Reykjavik
“Dean Spanley” è il divertente e ben riuscito adattamento cinematografico della novella comica “My talks with Dean Spanley” dell’autore fantasy Lord Dunsany, pubblicata nel 1936 e ambientata nell’Inghilterra edoardiana.
“Francesco non è proprio che racconti, Francesco vede. Lo scriveva anche lui qualche anno fa, in apertura del già citato catalogo Tutta una vita. Si definiva “un minorato”, che ha solo uno dei cinque sensi: la vista. Barilli, poi,...
Prendi il sempiterno amore degli americani per il mito della frontiera, atavico attaccamento alle radici più profonde concesse dalla loro giovane Storia. Mettici personaggi costruiti splendidamente, un intreccio che sa annodare filoni paralleli mai banali, interpreti di profondo carisma e quel gusto mai sopito per l’eroe che si fa giustizia da solo: avrai il successo di Hell on wheels, l’inferno su ruote che da due stagioni trascina l’America nel crudo e irrisolto confronto con il proprio torbido passato.
È uno dei personaggi più eccentrici e complessi di questa Biennale. In una delle stanze del Padiglione Centrale ai Giardini si inciampia nel più celebre film di Henry Smith, magnetico e ipnotico. Ecco la versione integrale, insieme alla storia di questo straordinario artista sperimentale e collezionista compulsivo

I PIÙ LETTI