Dopo un’indagine approfondita svoltasi negli ultimi due giorni tra gli addetti ai lavori, e con tre film ancora da vedere, non resistiamo più: abbiamo ristretto il campo ad una rosa di film con alto gradimento e consistente percentuale di...
Cannes, giornata numero otto. E' tempo di giudizi duri: la palma nera per il film più brutto (e sadico)? La diamo a Tore Tanzt, opera prima della tedesca Katrin Gebbe
La Croisette comincia a svuotarsi, e i film da vedere sono rimasti pochi. Si dice che la giuria sia stata molto felice della selezione di quest’anno, e si fanno le prime previsioni per il Palmares (presto faremo anche le...
E' il museo più importante al mondo dedicato al cinema e lo ha disegnato Renzo Piano: lavori in corso, a Los Angeles, aspettando l'opening del 2016
Il ritmo comincia a rallentare nel carnet degli impegni: il mercato chiuderà ufficialmente il 25, ma già oggi molti stand hanno cominciato a sbaraccare. Peccato che dopo un’illusione di sole nel pomeriggio è tornata la pioggia torrenziale, maledizione di...
Inframezzata dalla conferenza stampa del film di Sorrentino (di cui a breve vi offriremo in esclusiva un estratto video) la giornata se la sono spartita Behind the Candelabra di Steven Soderbergh e GriGris di Mahamat-Saleh Haroun. Sul primo in...
In tour per la Croisette, nella quinta e sesta giornata del Festival di Cannes. Focus sul felliniano "La grande bellezza" di Paolo Sorrentino: eccellente Toni Servillo, ma il film - se pur applauditissimo - non convince del tutto...
Passano per le sale italiane due lungometraggi di Derek Cianfrance, promessa (confermata) del cinema indipendente americano: “Blue Valentine” e “Come un tuono”. Temi eterni come la famiglia, la paternità e l’ambizione, reinterpretati con piglio tutto contemporaneo.
È passata un po’ in sordina. Poco promossa, per nulla strombazzata: eppure rischia di essere una tra le migliori realtà di un piccolo schermo sempre più sterminato. E sempre più appiattito verso una qualità che tende all’infimo. Nessuno squillo...
Unico film in competizione nella domenica delle prime schiarite, l’improbabile Borgman dell’olandese Alex Van Warmerdam. Lui occupa il posto che l’anno scorso fu di Holy Motors: il film indefinibile dell’anno. Un uomo barbuto che vive sotto terra in una...
Giornata all’insegna della pioggia e del cattivo umore di tutti quelli che, nonostante la pioggia, hanno fatto ore di fila senza neppure riuscire ad entrare in sala. Il numero degli accreditati, secondo l’organizzazione del Festival, è aumentato (quello degli...
Terza data del calendario cannense decisamente tranquilla e con poche star da red carpet. Apre la mattinata fredda e soleggiata La Passé di Asghar Farhadi. Oscar per Una separazione, il regista torna su temi già esplorati trasferendo l’ambientazione in...

I PIÙ LETTI