A Milano Fondazione Prada diventerà palcoscenico della Riccardo Muti Italian Opera Academy

Dal 4 al 15 dicembre 2021 gli ampi spazi del Deposito ospiteranno la settima edizione del progetto di formazione rivolto ai più giovani e condotto dal grande direttore d’orchestra italiano Riccardo Muti. Biglietti disponibili dal prossimo settembre sul sito di Fondazione Prada.

Riccardo Muti - Foto © Todd Rosenberg
Riccardo Muti - Foto © Todd Rosenberg

Dopo le incursioni di artecinemaarchitetturaurbanisticasound e neuroscienze, la Fondazione si apre per la prima volta alla musica classica, confermando il carattere interdisciplinare della sua offerta culturale. L’Opera entra così al museo, grazie all’inedita collaborazione tra Fondazione Prada e la Riccardo Muti Italian Opera Academy che, giunta alla sua settima edizione, verrà ospitata negli spazi del Deposito dal 4 al 15 dicembre 2021.

Riccardo Muti Italian Opera Academy - Tokyo 2019 - Foto © Satoshi Aoyagi
Riccardo Muti Italian Opera Academy – Tokyo 2019 – Foto © Satoshi Aoyagi

COS’È LA RICCARDO MUTI ITALIAN OPERA ACADEMY

Fondata nel 2015, la Riccardo Muti Italian Opera Academy è un’accademia internazionale aperta al pubblico di uditori con sede a Ravenna, dove allievi di direzione d’orchestra, maestri accompagnatori e cantanti d’opera possono perfezionare le proprie conoscenze con Riccardo Muti (Napoli, 1941). Per il Maestro – che è stato direttore musicale del Maggio Musicale Fiorentino dal 1968 al 1980 e direttore musicale del Teatro alla Scala di Milano dal 1986 al 2005 – questo progetto rappresenta il naturale esito del dovere etico e morale di trasmettere la sua esperienza alle nuove generazioni di musicisti. La settima edizione sarà dedicata al Nabucco di Giuseppe Verdi e si comporrà di fasi di studio (costituito da prove di sala, prove di lettura e prove d’assieme) con l’esecuzione finale dell’opera in forma di concerto. Riccardo Muti lavorerà sul brano al pianoforte, sul podio e in orchestra a stretto contatto con i giovani talenti di età compresa tra i 18 e i 35 anni, da lui selezionati in precedenza.

Fondazione Prada - Deposito - Foto Delfino Sisto Legnani
Fondazione Prada – Deposito – Foto Delfino Sisto Legnani

LA RICCARDO MUTI ITALIAN OPERA ACADEMY IN FONDAZIONE PRADA A MILANO

Per Fondazione Prada la collaborazione con Riccardo Muti e la sua Academy rappresenta non solo la possibilità di espandere il proprio campo d’azione interessandosi per la prima volta alla musica classica, dopo aver presentato nel 2018 e 2019 un progetto di esplorazione dell’elettronica e di altri generi musicali, ma anche l’opportunità di potenziare il dialogo con giovani artisti impegnati in un’esperienza di approfondimento e ricerca”, spiegano gli organizzatori. “Attraverso questa iniziativa Fondazione Prada intende sviluppare un ruolo ancora più incisivo verso i giovani nella convinzione che lo studio sia uno dei più efficaci strumenti di crescita artistica e personale”. La manifestazione sarà seguita dall’etichetta discografica Riccardo Muti Music (RMMUSIC), che registrerà le prove e i concerti con l’obiettivo di trasformarli in un prodotto audiovisivo e rendere disponibile l’iniziativa a un pubblico ancora più ampio, attraverso i media. Gli uditori potranno assistere alla presentazione al pianoforte dell’opera con Riccardo Muti sabato 4 dicembre, alle prove che si svolgeranno dal 5 all’11 dicembre e ai due concerti finali del 14 e 15 dicembre. I biglietti saranno disponibili da settembre sul sito di Fondazione Prada.

– Giulia Ronchi

Riccardo Muti Italian Opera Academy 
Dal 4 al 15 dicembre 2021
Fondazione Prada
Largo Isarco 2, Milano
https://www.fondazioneprada.org/
https://www.riccardomutioperacademy.com/ 

Eventi d'arte in corso a Milano

Mostre a Milano, vai all'elenco completo di eventi d'arte in corso →
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.