Ecco com'era Banksy vent'anni fa, prima di diventare l'icona della street art mondiale. In questo raro video, l'artista inglese si racconta alle telecamere di Channel 4. Ovviamente a volto coperto
Anche per questo fine anno il centro storico di Firenze risplende con le suggestioni e il fascino di Firenze Light Festival, con proiezioni, video-mapping, giochi di luce e attività educative
L’architetto, designer e scultore Gregor Eichinger celebra il primo grattacielo moderno della capitale austriaca, denominato Hochhaus Herrengasse.
“E nacque la religione dei graffiti” è il titolo del prezioso contributo di Goffredo Parise – apparso sul Corriere della Sera nell’aprile 1976 – dedicato al fenomeno del Graffiti Writing, che già da qualche anno dilagava nella subway e per le strade di New York. Quarant’anni dopo, la percezione del Writing sul medesimo quotidiano appare cambiata radicalmente. Forse è tempo di riscoprire l’essenza della “religione dei graffiti”.
Il noto street artist realizza un murale sul cantiere di un palazzo in costruzione al quartiere San Lorenzo, in collaborazione con un vivaista e due artigiani. Con piante vere che crescono tra i disegni di uccelli e fiori.
Si chiama Borders il progetto per Mantova voluto dalla Direzione Generale Arte e Architettura del Mibact come appuntamento fisso della Competizione Italiana della Cultura. E che nell’opera d Grilli riprende l’arte di Andrea Mantegna.
Non è tutto oro quello che luccica. Mentre Wynwood si trasforma sempre più in art district, le scuole del quartiere destinate alle fasce sociali più povere vedono decurtati i finanziamenti ai programmi d’arte. Arrivano gli artisti in loro soccorso. Tra questi, Ozmo
Dal barocco al neo pop, dal pop surrealismo al lettering, otto street artist stravolgono il simbolo classico più rappresentativo delle festività con il progetto espositivo Margutta Stazione Urban
Dopo i poster sui personaggi illustri senesi, arrivano i murales di dieci street artist under 35 in uno spazio fuori le mura di Siena. Un altro intervento nell’ambito del progetto #CantiereComune nella città toscana
Non me la racconti giusta, un progetto di arte pubblica, a cura degli street artist Collettivo Fx e Nemo’s, che mette alla prova i detenuti, tappa dopo tappa, nella realizzazione di un murale all’interno del proprio carcere
MAGMA Gallery, Bologna – fino al 14 gennaio 2017. In mostra, opere inedite appositamente realizzate, fra cui una scultura in resina e pitture su marmo, legno e metallo. Accostamenti di colore suggestivi e atmosfere oniriche, per una rassegna dalla gradevole narrativa estetica.
Un percorso di sette interventi di arte urbana di altrettanti street artist, nei luoghi per le affissioni e sulle saracinesche del centro storico di Siena. Sulle vite di personaggi illustri: da Cecco Angiolieri a Italo Calvino

I PIÙ LETTI