Fotogiornalismo. Dead or alive?

C’è chi dice che l’epopea eroica del fotogiornalismo sia finita. Ormai i reportage dai luoghi di guerra o da quelli dove si stanno svolgendo disastri naturali li fanno i cittadini. O le videocamere di sorveglianza lasciate accese per errore. Intanto - o forse proprio per questo - il fotogiornalismo viene riscoperto dal mercato.

Francia chiama Africa. Spunti da Paris Photo

Si è appena conclusa la tre-giorni francese dedicata alla fotografia. Per un totale di 117 gallerie internazionali in esposizione e 23 Paesi rappresentati. Protagonista, tuttavia, è stata l’Africa.

Un record perso, un catalogo guadagnato. Si prepara per il gennaio...

Per oltre 35 anni ha indagato nella moltitudine dei modelli di ruolo e delle identità femminili, elevando il gioco della trasformazione al suo concetto...

Quante foto vengono caricate ogni giorno su Flickr? Tantissime. Così tante...

L’idea è semplice ma efficace. Erik Kessels, uno dei quattro guest curator chiamati dal Foam di Amsterdam per immaginare una mostra sul futuro della...

“Cose viste” e sogni di luoghi vissuti

Trasparenze di filigrana in immagini rielaborate. Fotografie luminose che evocano e descrivono oltre il reale, come ricordi o visioni oniriche. Sono le opere di Giovanni Gastel, da Studio Visconti a Milano fino a Natale.

Amici su Facebook di Edvard Munch

Era abbonato a tutte le riviste internazionali del periodo, faceva filmini e foto tutto il tempo e, se avesse avuto i social network, li avrebbe postati in continuazione. Una mostra fa scoprire un lato inaspettato di Munch, pittore considerato tra i più cupi e nevrotici dell’inizio del XX secolo.

Quattro giorni per Banksy. Fra Milano e Roma, per lanciare il...

È una quattro-giorni serrata per i fan di Banksy. Eh sì, perché prima Milano e poi Roma ospitano ben tre presentazioni di Exit Through...

Marina e i 120 performer di Salò

MOCA? No, MODFR, ossia Museo del Fund Raising Degenerato. Infuriano le polemiche sulla performance di Marina Abramović prevista oggi a Los Angeles per il gala del MOCA. Aspiranti performer si sentono sfruttati e una grande coreografa prende le loro difese.

Fotografia vintage? Ma no, Hipstamatic

Una mostra fotografica interattiva e unica nel suo genere. Still life, ritratti, dettagli urbani evanescenti e trasfigurati impongono una nuova estetica retrò resa possibile dalle tecnologie digitali. Fino al 27 novembre.

L’immagine oltre la fotografia

Immagini anonime, istantanee intuitive e icone astratte superano la soglia dell'autonomia estetica. Oltre trenta fotografie, stampate in grandi dimensioni, raccontano il mondo nascosto dietro una lente d’ingrandimento. Luciano Rigolini al MAX di Chiasso, fino all’8 dicembre.

Paris Photo, ma anche photo a Paris. Nel côté della grande...

È alla prima edizione, ma non intende certo considerarla solo una prova, un primo anno di test per-vedere-l’effetto-che-fa. Tanto da scegliersi una location del...

L’autoritratto-resto e quel che resta del ritratto fotografico

Parlare per residui. Far sì che il negativo di una sagoma sia più del suo pieno. E che il vuoto, declinato nello spazio azzerato di una camera oscura, si trasformi nel solo mezzo per rubare l’unicità del mondo. Vera Lutter e Raffaele Luongo da Artiaco, fino al 10 dicembre.

I PIÙ LETTI