archeologia & arte antica

archeologia & arte antica

La stanza di Mantegna. Capolavori dal Museo Jacquemart André di Parigi. Exhibition view at Gallerie Nazionali di Arte Antica Palazzo Barberini, Roma 2018. Photo Alberto Novelli

Due collezioni in dialogo. A Roma

Proseguono le mostre “di studio” di Palazzo Barberini: piccoli allestimenti che ruotano intorno alla collezione del museo o a pochi ‒ prestigiosi ‒ prestiti internazionali. Questa volta al Mantegna del Jacquemart André s’affiancano due pale gotiche provenienti dal Museum of Fine Arts di Houston.
Pieter Boel, Natura morta con vaso di fiori con frutta Pieve Ligure (Ge), collezione privata

L’avventura dei fiamminghi a Genova

Al Palazzo della Meridiana, una mostra di studio curata da Anna Orlando ricostruisce, attraverso cinquanta opere fra dipinti, disegni e incisioni, lo sviluppo della pittura borghese in Italia, dal ritratto al paesaggio alla natura morta, e documenta anche l’interpretazione dell’arte sacra da parte dei fiamminghi.

Bramantino: un rospo per Milano

Uno strano rospo rovesciato è comparso su alcuni cartelloni in giro per Milano. È una delle fantasie iconografiche di Bramantino, eccentrico pittore del Rinascimento lombardo, celebrato in una grande mostra al Castello Sforzesco fino al 25 settembre.
Il cimitero musulmano di Alifakovac

Una passione mortale. Storia dell’archeologo Fabio Maniscalco

Fabio Maniscalco era un giovane archeologo e un ufficiale della Brigata Garibaldi. E grazie a lui si applicò per la prima volta l’articolo 7 della Convenzione dell’Aja per la protezione dei beni culturali sul teatro di scenari colpiti da conflitti. Peccato che nessuno se ne ricordi…

Il mistero del disegno ritrovato in Sud Africa. Appartiene all’Homo Sapiens?

La scoperta di una pietra disegnata più di 73 mila anni fa in Sud Africa è da attribuire all’ archeologo italiano Luca Pollarolo. Ecco cosa ci ha raccontato

La famiglia. Un film di Bernardino Luini

Palazzo Reale, Milano - fino al 10 luglio 2014. Più di duecento opere, la Scapiliata di Leonardo e un allestimento visionario: una mostra grandiosa e impossibile da riassumere, molto diversa da quelle cui siamo abituati da vent'anni e più. Una mostra aperta, per le domande che lascia e i percorsi che propone.
Villa dei Mosaici di Spello (Perugia). Courtesy Sistema Museo

A tredici anni dalla scoperta, apre finalmente al pubblico la Villa dei Mosaici di...

Tredici anni dopo la fortuita scoperta, nella “Splendidissima Colonia Julia”, già nota per la Cappella Baglioni di Pinturicchio, diventa fruibile al pubblico una residenza di età imperiale con pavimenti a mosaico.
Quotidiani

Lo Strillone: i 5 siti archeologici più visitati del 2015 sul Corriere della Sera....

“Con i suoi 10 milioni di visitatori all'anno la Grande Muraglia cinese è il sito archeologico più visitato al mondo. Al terzo gradino c'è...

Se Giuliano Pisapia ospita Georges de La Tour

Le luminarie e gli addobbi natalizi non si sono ancora accesi in città, ma a rischiarare le feste dei milanesi ci pensano due grandi dipinti del francese Georges de La Tour. Arrivati direttamente dal Louvre grazie al consueto regalo natalizio di Eni. Fino all’otto gennaio a Palazzo Marino.
Lorenzo Lotto, Ritratto di donna con un disegno di Lucrezia, 1530 33. Londra, The National Gallery

Pietro Aretino e la luce controversa del Rinascimento. A Firenze

La mostra alle Gallerie degli Uffizi rende omaggio all’acuta e irriverente figura di Pietro Aretino attraverso le sue opere e quelle dei contemporanei che contribuirono a tracciare il volto di un’epoca. Dipinti, stampe, sculture, antichi volumi, per una rassegna che è il ritratto di un’epoca.
Hatra, in Iraq

L’Iraq riparte dalla cultura grazie al Museo Virtuale. Permetterà di digitalizzare il patrimonio

Dopo lunghi anni di guerra e di instabilità e la minaccia di Daesh ancora forte sul proprio territorio, l’Iraq cerca di ritrovare la strada della normalità. Ripartendo anche dalle proprie radici culturali. Il Museo Virtuale dell’Iraq sarà un immenso database dove confluirà, in forma digitale, tutto il patrimonio storico-archeologico nazionale, che sarà così accessibile e visibile da tutto il mondo.
Cimabue, Cristo Deriso

La Francia blocca l’esportazione dell’opera di Cimabue ritrovata in cucina e venduta all’asta

Scoperto per caso nella casa di un’anziana signora francese e venduto all’asta a collezionisti con base negli Stati Uniti per 24 milioni di euro, il piccolo dipinto di Cimabue non lascerà la Francia: il Paese infatti ne ha vietato l’esportazione perché ritenuto un “tesoro nazionale”

I PIÙ LETTI