archeologia & arte antica

archeologia & arte antica

Leonardo da Vinci, La Scapiliata. Foto di Lorenzo Moreni (dettaglio)

500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. Poste Italiane lancia 4 francobolli dedicati...

Non solo mostre in programma per il 500esimo anniversario dalla morte dell’artista-scienziato rinascimentale. Dopo la Royal Mail, anche Poste Italiane dedica una serie di quattro francobolli rappresentanti dipinti e disegni del maestro, tra cui la celebre Scapiliata
Girolamo da Santacroce (Bergamo, circa 1503-Venezia, 1556) Madonna con il Bambino, quattro Santi e un donatore secondo decennio del xvi secolo Olio su tavola, cm. 31x40.5 Rovigo, Pinacoteca dell’Accademia dei Concord

Giovanni Bellini e i “suoi”. A Conegliano

Fu senza dubbio un “grande vecchio” della pittura veneta tra Quattro e Cinquecento. I suoi dipinti ebbero un successo straordinario e le sue innovazioni divennero modelli per più generazioni di artisti: Conegliano celebra il quinto centenario della morte di Giovanni Bellini con un’indagine sul suo atelier. Un percorso affascinante, approfondito anche sulle pagine del terzo numero di Grandi Mostre.
Musei Reali Torino - Galleria Sabauda, Macrino d'Alba, Credits Daniele Bottallo

I Musei Reali di Torino inaugurano 9 nuove sezioni in Galleria Sabauda per i...

Al via il riallestimento permanente sui Maestri del Rinascimento in Piemonte con un nuovo percorso in Galleria Sabauda ai Musei Reali di Torino. Ecco le 9 stanze dotate di postazioni multimediali interattive

Riappropriazioni debite

Ancora Intesa Sanpaolo, ancora “Restituzioni”, questa volta alla 15esima edizione. Un progetto di lunga durata che coinvolge opere bisognose di manutenzione e cura. E che si inserisce con forza in una politica di attenzione “illuminata” per il patrimonio storico-artistico nazionale.
Il parco archeologico di Segesta

Parco archeologico di Segesta, arriva l’autonomia. Un tema sui cui punta il governo regionale

Novità in Sicilia, con l’istituzione di un nuovo ente autonomo, chiamato a soprintendere una delle più belle e importanti aree archeologiche dell’Isola. Ma il percorso per rendere autonomi i parchi (e – aggiungiamo noi – anche i musei) è ancora molto indietro. Qualcosa sta cambiando?

Industriale e non. Archeologia al quadrato

In nessun altro posto potrebbe essere così evidente la duplice natura della Città Eterna. Culto dell’antico e faticosa ricerca di modernità. Questo posto è una ex centrale elettrica, di una bellezza post-industrial da mozzare il fiato. Cosa sta succedendo alla Centrale Montemartini? E cosa vi succederà durante la Settimana della Cultura?

L’isola del tesoro. Intervista a Carlo Tronchetti su Monte Prama

Si sta rivelando una miniera d’oro, il sito archeologico di Monte Prama in provincia di Oristano. Che ora restituisce altri due giganti pugilatori dalle fattezze differenti da quelli già rinvenuti, e un terzo con la testa ancora collegata al busto. Parliamo dell’intera vicenda della necropoli con l’archeologo Carlo Tronchetti, ex direttore del Museo Archeologico di Cagliari e della Soprintendenza Archeologica di Cagliari e Oristano, nonché autore della prima fase degli scavi.
Tefaf 2015 - l'ingresso

Tefaf 2015. La rivincita del post-war?

Domenica scorsa si è chiusa l’edizione 2015 del Tefaf, la fiera d’arte che dal 1988 è organizzata ogni anno a Maastricht, in Olanda. Nei numeri, il bilancio è positivo: 75mila visitatori, collezionisti arrivati da 65 Paesi, 262 musei accreditati, 400 jet privati atterrati nell’aeroporto di Maastricht-Aachen. Parlando con gli espositori, emergeva la moderata soddisfazione per un andamento delle vendite definito “soft”. Non la frenesia di Art Basel Hong Kong (aperta negli stessi giorni) o quella delle primissime edizioni di Frieze, ma una risposta meno speculativa e più solida e rassicurante.
Coppia di fibule a disco con teste di rapace da Imola, loc. Villa Clelia. Deposito Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le Province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara

Tra Medioevo e archeologia. Alle origini dell’Emilia-Romagna

Museo Civico Medievale, Bologna ‒ fino al 4 aprile 2018. Non solo archeologia classica: nel capoluogo emiliano si fa il punto sull’intensa attività di scavo di contesti medievali in una mostra dal forte carattere scientifico, che ha permesso agli studiosi di rileggere le trasformazioni dell’Emilia-Romagna dalla fine dell’impero romano al XIV secolo.
Sensazionali scoperte in Egitto (foto egyptindependent.com)

Scoperta in Egitto una città di oltre 7mila anni fa e il suo cimitero....

La scoperta, avvenuta nella provincia meridionale di Sohag, stavolta si deve a una missione egiziana, promossa dal Ministero delle Antichità: la città risalirebbe alla prima dinastia
18 aprile 2018, giorno del rinvenimento della necropoli in Contrada San Nicola Giglia, Ragusa. 18 aprile 2018, giorno del rinvenimento della necropoli in Contrada San Nicola Giglia, Ragusa. In foto: Sebastiano Gurrieri, Sindaco di Chiaramonte Gulfi; il Sovrintendente di Ragusa, Arch. Calogero Rizzuto; i tecnici funzionari; la prof.ssa Maria Antonietta Rizzo, moglie del compianto archeologo chiaramontano Antonino Di Vita; l’equipe della cooperativa Nostra Signora di Gulfi; i ragazzi che hanno partecipato agli scavi

Migranti a lavoro in un sito archeologico siciliano. Integrazione e cultura

Un bel progetto sperimentale che unisce la questione dei migranti all’impegno per la ricerca, la tutela e la valorizzazione dei beni culturali. Lo lancia la Soprintendenza regionale di Ragusa, in collaborazione col locale SPRAR. Ma i giovani archeologi siciliani non ci stanno. Polemiche e riflessioni.
Statue ritrovate nel tempio funerario di Amenhotep III a Luxor

Ancora meraviglie antiche dall’Egitto. Ritrovate a Luxor un gruppo di statue di Sekhmet, dea...

Le statue erano poste nel tempio per offrire al re protezione dalla sfortuna e dalle malattie. Trovate presso il tempio funerario del re Amenhotep III a Luxor

I PIÙ LETTI