Galleria Continua festeggia 30 anni aprendo nuova sede a Roma

Sede del nuovo spazio espositivo di Galleria Continua sarà l’Hotel St. Regis, proseguendo in un progetto di collaborazione già cominciato nel 2018. Ecco i dettagli.

WATERBONES (Stochastic Choral Sinphony), 2018, moduli in acciaio, dimensioni site specific 2018, stainless steel elements, site specific dimension The St. Regis Rome, 2018 Courtesy the artist and GALLERIA CONTINUA, San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana Photo Ela Bialkowska, OKNO Studio
WATERBONES (Stochastic Choral Sinphony), 2018, moduli in acciaio, dimensioni site specific 2018, stainless steel elements, site specific dimension The St. Regis Rome, 2018 Courtesy the artist and GALLERIA CONTINUA, San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana Photo Ela Bialkowska, OKNO Studio

Che Roma continui a essere una delle mete dell’arte più interessanti, malgrado tutto, noi l’avevamo già detto con il nostro best of 2019. E ora a confermarcelo arriva anche una notiziona dalla Galleria Continua di San Gimignano che, per festeggiare i 30 anni di attività, apre nel 2020 il suo quinto spazio al mondo proprio nella Capitale. L’opening avverrà il 23 gennaio (in una serata su invito, per poi aprire al pubblico dal 24 gennaio), proprio mentre a Bologna sarà in corso Arte Fiera, manifestazione dove fino al 2019 la galleria non ha fatto mancare la propria partecipazione, defezionando però quest’anno. Ad ospitare il nuovo spazio è il St. Regis, l’iconico hotel in Via Vittorio Emanuele Orlando diretto dall’appassionato Giuseppe De Martino. La notizia non sorprende: già verso fine 2018 la Galleria Continua aveva cominciato una collaborazione con il lussuoso albergo progettato da Mr. Ritz in persona, con un primo progetto di arte contemporanea che vedeva protagonista uno degli artisti di punta della scuderia, Loris Cecchini, seguito successivamente da Pascale Marthine Tayou. “Vogliamo che le esposizioni che presenteremo in questo nuovo spazio possano essere per i bambini un’esperienza cognitiva, un modo per avvicinarli all’arte contemporanea fornendogli idonee chiavi di lettura, non solo per la comprensione del linguaggio artistico del tempo in cui vivono, ma anche per la creazione di conoscenze creative e stimolanti. L’intento è quello di educare all’arte con l’arte”, affermano Cristiani, Fiaschi e Rigillo.

DUE FORMAT CON IL ST. REGIS

In occasione di questi primi progetti si era annunciato poi un ricco programma di eventi, presentazioni e incontri, ribadito anche in occasione di questo nuovo opening – che sancisce però una collaborazione ben più strutturata –, arricchito inoltre da workshop, visite didattiche e guidate per le scuole, residenze (due volte l’anno, con artisti giovani o provenienti da contesti emergenti che avranno poi una occasione espositiva) e naturalmente mostre. A battezzare lo spazio, nella Sala Diocleziano dell’albergo, sarà l’artista José Yaque, mentre il format iniziato nel 2018 – andando ad abitare gli spazi comuni – vedrà protagonisti Sun Yuan & Peng Yu. Il primo, nato a Manzanillo nel 1985, lavora con pittura e installazioni: le opere che saranno presentate a Roma sono nate appositamente per questa occasione. Sun Yuan & Peng Yu, residenti a Pechino, presentano le opere  ‘If I Died’ (2013), ‘Teenager Teenager’ (2011) e ‘I Didn’t Notice What I’m Doing’ (2012). Insomma nell’ambito del rinnovamento delle gallerie d’arte di cui tanto abbiamo parlato, questo è il turno delle gallerie-in-albergo.

LA GALLERIA CONTINUA

Nata nel 1990 su iniziativa di Mario Cristiani, Lorenzo Fiaschi e Maurizio Rigillo, la galleria prende vita inizialmente nell’ormai mitologico cinema – teatro di San Gimignano, diventando fin da subito un caso studio e dimostrando che si poteva fare imprenditoria di successo legata all’arte fuori dalle rotte tradizionali e centrali delle grandi città. Da allora la storia di questo spazio espositivo onnipresente nella PowerList di ArtReview si arricchisce di nuove tappe. Nel 2004 – prima galleria italiana – apre in Cina lo spazio di Beijing, nel 2007 inaugura la sede “in provincia di Parigi” di Les Moulins; infine nel 2015 approda a Cuba, con un nuovo spazio a L’Havana.

– Santa Nastro

www.galleriacontinua.com

Dati correlati
AutoriLoris Cecchini, Pascale Marthine Tayou, José Yaque, Sun Yuan & Peng Yu
Spazi espositiviGALLERIA CONTINUA, GALLERIA CONTINUA
Indirizzo
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.