Performare l’identità. Tre artisti a Roma

Galleria Marie-Laure Fleisch, Roma – fino al 9 aprile 2016. Con leggerezza e umorismo, Nina Fischer, Maroan el Sani e Bertold Stallmach raccontano come la transitorietà e la mutevolezza dei codici incidono su natura e cultura. Tra ambivalenze identitarie e nuove sperimentazioni.

Nina Fischer & Maroan el Sani con Bertold Stallmach - Identity’s Rule of Three - installation view at Galleria Marie-Laure Fleisch, Roma 2016 – photo Giorgio Benni
Nina Fischer & Maroan el Sani con Bertold Stallmach - Identity’s Rule of Three - installation view at Galleria Marie-Laure Fleisch, Roma 2016 – photo Giorgio Benni

Identity’s Rule of Three è un film d’animazione in tre atti realizzato in stop-motion, che il duo tedesco Nina Fischer & Maroan el Sani ha ideato in collaborazione con l’artista svizzero d’adozione Bertold Stallmach. Simpatici pupazzetti in creta e fil di ferro, presenti anche in mostra, svelano con humour e spontaneità i meccanismi con cui le norme sociali molto spesso agiscono sulle soggettività individuali e nelle trame della coscienza collettiva. Incentrato sul valore performativo dell’identità, il video è un’occasione per riflettere sull’intrinseca politicità del fare e sulle responsabilità etiche che ognuno di noi ha rispetto ai paradigmi pseudo-essenzialisti costruiti intorno alle identità geografiche, artistiche e societarie. L’ampiezza semantica della parola identità, che potrebbe comprendere “il me”, “il noi”, “il noi qui”, “il noi là”, ma anche “il noialtri europei” o “il noialtri non-europei”, dimostra come questa non sia un concetto, ma una nozione in continua espansione.
Identity’s Rule of Three rappresenta, allora, la costruzione e la trasformazione dell’identità, un momento di negoziazione attiva tra il sé e ciò che lo circonda. È uno sperimentare inediti tempi e spazi della vita, un inventare situazioni nuove, trasgressive e provocatorie, che estendono i confini della nostra esistenza.

Francesca Mattozzi

Roma // fino al 9 aprile 2016
Nina Fischer & Maroan el Sani | Bertold Stallmach – Identity’s Rule of Three
MARIE-LAURE FLEISCH
Via di Pallacorda 15
06 68891936
[email protected]
www.galleriamlf.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/51483/nina-fischer-maroan-el-sani-bertold-stallmach-identitys-rule-of-three/

CONDIVIDI
Francesca Mattozzi
Francesca Mattozzi nasce nel 1983 a Colleferro. Il suo primo approccio alle arti è la musica: fin da piccolissima, infatti, suona il pianoforte. Successivamente comincia a studiare ginnastica ritmica, vincendo molti premi e riconoscimenti. Dal 2003 al 2005 frequenta l'Accademia Nazionale di Danza di Roma perfezionandosi nello studio del classico, del contemporaneo e del teatro danza. Completa i suoi studi a New York, dove vince una borsa di studio presso l'Alvin Ailey School e a Parigi per studiare nelle scuole più prestigiose. Ha lavorato sia in tv che in teatro con coreografi di fama internazionale come Luca Tommassini, Mauro Astolfi e Martino Müller. Ha studiato Storia dell'arte contemporanea alla Sapienza di Roma e si è specializzata con lode in Arte Contemporanea presentando una tesi sperimentale sull’identità. Nel 2013 collabora come operatrice museale nella mostra "Tales&Things" curata da Martina Adami e Maura Favero. Attualmente, oltre a interessarsi costantemente alle nuove ricerche artistiche, è impegnata in due musical: "Peter Pan the never ending story", dove ricopre il ruolo di Tiger Lily, e "Cinderella", dove interpreta Young Furiosa.