Moda come gesto rivoluzionario. Gucci apre la settimana milanese con una sfilata che nasce dal genio visionario di Alessandro Michele. Le sue creazioni sparigliano le carte e chiariscono la filosofia dell’art director, che rielabora senza remore tutto ciò che lo colpisce.
Parola alla designer olandese che si muove nel punto di incontro tra moda e robotica. Sullo sfondo della conferenza organizzata a Milano da Meet the Media Guru.
Greenpeace apre la settimana della moda milanese. L’evento, dal 20 al 25 settembre, guarda all’ecologia e allo sviluppo sostenibile e chiude i battenti con una sfilata sul green carpet.
Con Pierre Bergé se ne va un grande protagonista del mondo della moda, collezionista d’arte sensibile e attento, imprenditore geniale. Fu il compagno di una vita di Yves Saint Laurent.
Nonostante l’incedere sempre più serrato della contemporaneità, la moda, veicolata dal cinema e dal piccolo schermo, pare rifarsi a un modello del passato, le cui suggestioni restano ben radicate nel presente: Walt Disney.
Tutti pazzi per Il Trono di Spade. Un po’ meno per i due spot di Dolce & Gabbana, che vedono protagonisti due attori della celebre serie tv americana. Le critiche non sono mancate, nonostante la sontuosa produzione. Troppi cliché? Secondo gli stilisti questa è Napoli: pizza, Pulcinella e feste in strada. Senza fare troppo gli intellettuali…
Mentre gli effetti della crisi paiono sempre più deboli, il settore della moda si prepara a entrare nella stagione clou, in vista delle imminenti fashion week sparse per il globo. Nonostante la parola d’ordine sembri essere “contemporaneità”, un maestro giapponese del passato è un inaspettato punto di riferimento per i grandi designer di oggi.
Si chiama, forse, Kermit Tesoro il designer filippino conosciuto da Lady Gaga e dai comuni mortali come il creatore di calzature difficilmente indossabili, eppure ricercatissime. In un mix di feticismo e dichiarata perversione.
Il disagio derivante dal sentirsi inadeguati è lo spunto da cui ha preso forma la collezione autunno/inverno 2018 del duo di designer italiani composto da Antonio Romano e Francesco Alagna. Immortalata dalla fotografa Benedict Brink e interpretata dalle donne comuni di New York.
Qual è il criterio che determina la realizzazione delle immagini usate per le campagne delle celebri griffe internazionali? Estetiche sempre più controverse fanno dubitare della buona salute del sistema moda.
Riflettori puntati su Marco Grisolia, designer che non ha paura di misurarsi con materiali e tessuti eterogenei. Dando vita a una collezione complessa ma accessibile.
Infrangere un sistema, liberare la creatività dalle regole del mercato per seguire la propria ricerca artistica, tornando all'essenza delle cose. Questa è il concetto alla base dell’installazione di Phaédo Studios “From Things to Form”, presentata negli spazi della Triennale di Milano lo scorso marzo, durante la settimana della moda donna.

I PIÙ LETTI