Atmosfere tradizionali inglesi e trasgressione punk: il Vivienne Westwood Café è solo l’ultimo di una lunga serie di luoghi che decidono di unire la ristorazione a arte, cinema e moda
Un marchio giovane dello streetwear collabora con uno storico produttore di pasta. Italianissimi entrambi. Uno eccentrico e l’altro fedele alla tradizione, in fatto di stile ma anche di famiglie. Nascono una collezione e un packaging audace.
Parola a Barbara Franchin, mente creativa dell’International Talent Support di Trieste: un contest internazionale per i talenti emergenti della moda e presto anche un polo didattico sui generis.
Campagna pubblicitaria nel segno della tenerezza, quest’anno, per la Festa della mamma. Ma senza trovate mielose, né immagini patinate. Chanel ha un’idea che conquista gli adulti e coinvolge i bambini. 
Dior apre a Marrakech la stagione delle Cruise con una Sfilata Manifesto che celebra l'unione di culture artistiche e artigianali. Qui tutta la spiegazione
È dedicata a uno degli stilisti e designer più innovativi del Novecento la mostra che il prossimo luglio sarà inaugurata al Brooklyn Museum. Un percorso che racconta la carriera di Cardin dagli anni Cinquanta oggi, con abiti di haute couture e prêt-à-porter
Moda e inquinamento, ormai, sono profondamente legati. Quali strategie bisogna adottare per riportare l’attenzione sulla sostenibilità?
Alcune anticipazioni sulla mostra che, dal prossimo maggio, animerà il Metropolitan Museum of Art di New York con l’estetica Camp. Main sponsor della rassegna? Gucci.
Sempre più couturier di origine nipponica cedono alla “tentazione” dell’abbigliamento sportivo. Disegnando capi dalla forte inclinazione active.
La casa di moda fiorentina, con la direzione creativa di Alessandro Michele, ha scelto il complesso museale sul Campidoglio per presentare la nuova collezione
Dopo Junya Watanabe, Chitose Abe e Rei Kawakubo, un nuovo défilé di creazioni giapponesi sulle passerelle parigine.
La scuola giapponese ha fatto epoca nel mondo della moda, soprattutto in Francia. Aldo Premoli descrive in prima persona le creazioni di due “discepoli” di Rei Kawakubo, regina incontrastata del fashion che guarda a Oriente.

I PIÙ LETTI

require(["mojo/signup-forms/Loader"], function(L) { L.start({"baseUrl":"mc.us10.list-manage.com","uuid":"dac4a3f480ace15f828415bfc","lid":"dc515150dd"}) })