Inizia con un “avviso ai naviganti” la Fashion Week milanese, una settimana che strategicamente apre con Prada e chiude con Gucci le fila di un pubblico meno consistente e visibile degli altri anni.
Su Amazon e ovunque sono in palio i calzini di Donald Trump. Una astuta mossa verso le elezioni americane
Il fashion system sta cambiando orientamento: la demografia di potere è under 40. Ecco perché
“A 97 anni lavoro ancora tutti i giorni, è la mia ragione d'essere e di esistere. Il mio progetto è continuare a vivere, voglio passare i 100 e ricominciare”, dice con voce sottile e calma Pierre Cardin, a Venezia...
È stato il fotografo delle Supermodels all’inizio degli anni ’90. Le sue immagini in bianco e nero sono state di ispirazione per i video di George Michael e per le campagne pubblicitarie di Gianni Versace.
Biagiotti, Tod’s, Fendi, Bulgari, Gucci. Le maison di alta moda hanno scelto Roma come sede per i loro investimenti strategici, fra restauri (anche surclassando il settore pubblico) e sfilate tra i monumenti. Restituendo così luce all’immagine un po’ opaca della Capitale. Cinque esempi del loro operato
Mentre imperversano le proteste di piazza ad Hong Kong, la politica colpisce anche la moda. Ecco cosa è accaduto in Cina ad una serie di marchi di moda occidentali per aver prodotto capi di vestiario non graditi alla Repubblica Popolare Cinese.
Biotecnologie e moda, connubio in apparenza impossibile ma che negli ultimi anni sta prendendo piede anche presso i grandi brand. La riflessione di Aldo Premoli
Sempre più fast e meno sostenibile, la moda rischia di diventare una delle principali cause di inquinamento del pianeta. Le nuove tecnologie possono venire in soccorso per limitare questa possibilità?
Quanto incide il comparto moda nell’inquinare il pianeta? Ecco alcuni dati allarmanti. Ma c’è qualcuno che sta provando a rimediare.
Abbigliamento e accessori firmati dagli artisti: il nuovo brand di arte contemporanea nasce come piattaforma online e progetto itinerante di eventi per l'incontro tra arte e moda
Durante l’ultima Fashion Week parigina lo stilista giapponese ha presentato il modello maschile del dandy ambientalista. Autoironia o presa di posizione?

I PIÙ LETTI