Miart 2019. Tutti i premi assegnati a gallerie e artisti durante la fiera a Milano

Ecco tutti gli artisti premiati durante l’appena conclusasi fiera milanese, con riconoscimenti assegnati ad artisti italiani e internazionali

Si è appena conclusa l’edizione 2019 di miart, che in questi giorni vi abbiamo raccontato in diversi articoli – a partire dagli stand fino alle opere che ci sono piaciute di più durante la fiera. Dopo aver dato voce ai galleristi e tirato le somme sull’intera art week milanese con i nostri top e flop, archiviamo la nostra cronaca su miart con una carrellata di tutti i premi assegnati ad artisti e gallerie durante questi giorni di fiera.

1. PREMIO ARNALDO POMODORO PER LA SCULTURA

Portrait of Aleksandra Domanović. Photo by Natascha Goldenberg

L’artista serba Aleksandra Domanović si aggiudica il Premio Arnaldo Pomodoro per la Scultura 2019, riconoscimento giunto alla sua quinta edizione e promosso dalla Fondazione Arnaldo Pomodoro, istituito con lo scopo di individuare, nell’ambito della ricerca artistica internazionale, uno scultore emergente di età compresa tra i 25 e i 45 anni, la cui ricerca individuale esprima una riflessione sull’idea stessa e sulla pratica della scultura. La giuria, composta da Diana Campbell Betancourt, Anita Feldman, Martino Gamper, Lisa Le Feuvre, Anna Maria Montaldo, Lorenzo Respi e Andrea Viliani, hanno assegnato il premio ad Aleksandra Domanović per “l’equilibrata e al contempo imprevedibile connessione tra pratica scultorea ed esplorazione delle potenzialità insite in tutti gli altri mezzi artistici, nonché per la capacità di restituire nuove possibilità alle esperienze più tradizionali della scultura attraverso la ricerca di soluzioni che congiungono e riplasmano fra loro – sia a livello materiale che in una dimensione intellettuale – forme artistiche, metodologie e tematiche sociali e scientifiche, sollecitando tanto la sensibilità personale quanto la memoria collettiva”. Oltre a conferire un premio in denaro (€ 10.000,00), la Fondazione Arnaldo Pomodoro dedicherà ad Aleksandra Domanović una mostra personale che sarà ospitata nell’autunno 2019 negli spazi della GAM – Galleria d’Arte Moderna di Milano.

2. PREMIO HERNO

MIART 2019 – Photo: © Andrea Pisapia / Spazio Orti 14

Nato dalla collaborazione tra miart ed Herno e giunto alla sua quinta edizione, il premio di 10.000 euro è stato assegnato a C L E A R I N G e MAI 36. La giuria, composta da Paula van den Bosch, Sören Grammel e Francesco Stocchi, hanno conferito il Premio con la seguente motivazione: “abbiamo riconosciuto l’approccio creativo che CLEARING e MAI 36 hanno sviluppato nel concepire e progettare uno stand condiviso. Invitando un artista – rappresentato da entrambe le gallerie – a creare uno spazio che riunisce due solo show, le gallerie mostrano un eccezionale livello di cura nell’allestimento del proprio stand”.

3. PREMIO LCA PER EMERGENT

Vin-Vin MIART 2019 – Photo: © Andrea Pisapia / Spazio Orti 14

Il Premio, nato dalla collaborazione tra miart e LCA Studio Legale, è stato istituito nel 2015 e ha un valore pari 4 mila euro. L’edizione 2019 del riconoscimento è stata aggiudicata da Vin Vin, che la giuria composta da Sarah McCrory, François Quintin e Kathleen Reinhardt ha premiato con la seguente motivazione: “abbiamo deciso che il vincitore del Premio LCA per Emergent è la galleria Vin Vin di Vienna, che propone una personale di Saskia Te Nicklin. Le motivazioni dei tre giurati si sono focalizzate sull’approccio fortemente sperimentale ai materiali che ha portato l’artista a sviluppare un processo di ricerca del tutto personale. La commissione ha inoltre apprezzato il carattere site-specific e i temi di attualità, in particolare la violenza, il femminismo e l’ecologia, dei lavori esposti. L’allestimento dello stand, che grazie alle superfici riflettenti invita e include il visitatore nell’opera, è stato un ulteriore aspetto che ha portato la giuria alla scelta”.

4. PREMIO FIDENZA VILLAGE PER GENERATIONS

Ronchini, MLF, MIART 2019 – Photo: © Andrea Pisapia / Spazio Orti 14

Le gallerie della sezione Generations di miart che si aggiudicano la terza edizione del Premio Fidenza Village sono Ronchini con Katsumi Nakai e MLF | Marie-Laure Fleisch con Alice Cattaneo. La giuria, composta da Magnus af Petersens, Cristiano Raimondi e Reinhard Spieler, ha assegnato i premi con la seguente motivazione: “Katsumi Nakai era un artista giapponese con un approccio affascinante alla Pop Art italiana e al design radicale; Alice Cattaneo ha risposto al suo lavoro attraverso sculture delicate ed equilibrate, utilizzando materiali e composizioni con una sensibilità vicina all’approccio spaziale dell’artista. Insieme creano un ambiente poetico, spirituale ed equilibrato”.

5. PREMIO ON DEMAND BY SNAPORAZVEREIN

Galleria Mandragoa, MIART 2019 – Photo: © Andrea Pisapia / Spazio Orti 14

Nato dalla collaborazione tra miart e l’associazione di produzioni sperimentali Snaporazverein, il Premio On Demand giunto alla sua terza edizione e dal valore di 10mila euro è stato assegnato alla galleria Madragoa per l’opera di Luís Lázaro Matos“Il premio On Demand by Snaporazverein è stato assegnato a Luís Lázaro Matos, il cui lavoro, pur tra le molte eccezionali presentazioni, ha suscitato in noi particolare interesse. Con questo premio, desideriamo riconoscere la giocosità e l’apertura dell’installazione alle tematiche della politica e della storia che si intrecciano alle prospettive personali. Siamo felici di incoraggiare un artista nelle prime fasi della sua carriera che ha scelto una pratica che abbraccia pittura, performance, installazioni site specific e musica”, ha commentato la giuria composta da Leevi Haapala, Vincent Honoré e Alice Motard.

6. FONDO DI ACQUISIZIONE DI FONDAZIONE FIERA MILANO

Binga, Tiziana Di Caro, MIART 2019 – Photo: © Andrea Pisapia / Spazio Orti 14

Tomaso Binga (Bianca Pucciarelli Menna) (Tiziana Di Caro, Napoli), Benni Bosetto (ADA, Roma), Simon Fujiwara (Dvir Gallery, Bruxelles – Tel Aviv), Francesco Gennari (Antoine Levi, Parigi), Frances Goodman (SMAC, Città del Capo – Johannesburg – Stellenbosch), Tina Lechner (Hubert Winter, Vienna),Franco Mazzucchelli (Chertlüdde, Berlino), Vasilis Papageorgiou (UNA, Piacenza), Francesco Pedraglio (Norma Mangione, Torino), Cinzia Ruggeri (Campoli Presti, Londra – Parigi) e Ignacio Uriarte (gaep | Estwards Prospectus, Bucarest) sono gli artisti di cui la Fondazione Fiera Milano ha acquisito le opere per arricchire la propria collezione, per un valore pari a 100mila euro. Gli artisti sono stati selezionati da una giuria composta da Giovanni Gorno Tempini, Sarah Cosulich, Matthias Mühling ed Ernestine White.

7. PREMIO ROTARY CLUB MILANO BRERA PER L’ARTE CONTEMPORANEA E I GIOVANI ARTISTI

June, Crespo, MIART 2019 – Photo: © Andrea Pisapia / Spazio Orti 14

Istituito nel 2008 come primo riconoscimento nel contesto di miart e giunto alla sua decima edizione, il premio consiste nell’acquisizione di un’opera di un artista emergente o mid-career da donarsi a un’istituzione museale milanese. La giuria composta da Laura Cherubini, Christian Marinotti, e Bartolomeo Pietromarchi, ha deciso di assegnare il premio a June Crespo per la scultura Instruments and fetishes, presentata dalla galleria P420 di Bologna, con la seguente motivazione: “l’artista si è dedicata particolarmente ad indagare il tema del corpo femminile, assumendo il linguaggio classico della scultura in bronzo e rinnovandolo profondamente sia dal punto di vista della tecnica che da quello dell’iconografia, in un ribaltamento delle convenzioni”.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.