A Roma FloraCult, mostra-mercato di florovivaismo amatoriale ideata da Ilaria Venturini Fendi

La manifestazione si svolge a Roma fino al 22 aprile. Tra i tanti appuntamenti in programma quello con Li Edelkoort, iconico personaggio della moda, in un talk con Antonio Mancinelli.

FloraCult 2018
FloraCult 2018

Tempo di FloraCult, tempo di rinascita: in un clima estivo che accentua la voglia di stare all’aperto riapre la mostra mercato di florovivaismo amatoriale ideata da Ilaria Venturini Fendi, la designer che da anni sostiene una filosofia della moda etica riutilizzando ogni tipo di materiale ma che preferisce definirsi innanzitutto imprenditrice agricola. Dal 20 al 22 aprile i Casali del Pino ospiteranno una edizione straordinaria di quello che è un appuntamento annuale non solo per gli amanti delle piante: nei tre giorni ispirati dal tema dell’aria come bene prezioso e vitale si alterneranno incontri e talk, mostre e racconti dove la botanica non ha solo un ruolo di magnifico sfondo ma diventa protagonista.

UN MONDO IDEALE

In collaborazione con la paesaggista Antonella Fornai, Ilaria Venturini Fendi costruisce una mostra come un mondo ideale pieno di bambini che arrivano da tante scuole, in fila fra i colori dei fiori e a gruppi nei prati vicini alle greggi delle pecore e alle piante che arrivano da tutto il mondo. Passando sotto l’arco dove la scritta colorata segna un ingresso quasi da parco giochi si incrociano personaggi famosi, attori, intellettuali e gente comune, alcuni esperti con carriole piene di piante per i loro terrazzi, altri che vagano per il piacere di vagare in mezzo ad una bellezza garantita dalla selezione degli espositori. L’amore per la natura non è più un fenomeno da pollici verdi, la Botanica è un vero e proprio trend che va dallo studio scientifico ai fenomeni di condivisione filosofica che sembrano quelli delle società fabiane della fine del 1800 in Inghilterra, quando la natura ispirava le stampe di William Morris. Così come le carte da parati e i tessuti di alcuni espositori che aprono allo stile, della casa o dell’abbigliamento, la funzione di FloraCult che parte dal verde per approfondire il modo in cui viviamo.

PER UN GIARDINO COOL

Approfondire anche l’aspetto cool del giardino insieme alla più famosa trend forecaster del mondo è uno tra i motivi per andare a FloraCult. Domenica 22 aprile Li Edelkoort, iconico personaggio della moda, appassionata di fiori e giardinaggio, sarà l’ospite speciale di questa edizione in un talk moderato da Antonio Mancinelli, giornalista di moda noto per la capacità di saper andare oltre i confini di ogni argomento. Una occasione unica per gli appassionati di moda che conoscono la Edelkoort come fautrice dell’”antimoda”, in totale sintonia con il lavoro di Carmina Campus, il brand di Ilaria Venturini Fendi, ma anche con chi condivide una filosofia di lettura del futuro obiettiva e contemporanea, dove l’amore per la natura diventa la chiave della nuova progettazione. Insieme a libri che insegnano a limitare la distruzione degli alberi e delle foreste, le piante sono le grandi protagoniste sia come ispiratrici per chi crea Sciarpe Botaniche sia per chi le ha portate da paesi lontani, come gli agrumi medicei e i lime di tutto il mondo. Le creazioni di Alessandro Magagnini sembrano uscite da un libro di favole: cappelli verdi, green-cake e flower jewels.  Tra i banchi anche quello che sostiene la Casa delle Donne di via della Lungara a Roma e quello di The Circle con gli accessori realizzati da artisti e designer, per sostenere il network di donne straordinarie fondato da Annie Lennox per aiutare altre donne in difficoltà. FloraCult avviene anche grazie al contributo di Ethimo come Main Sponsor e, in questa edizione, di BMW con cui condivide una strategia di ricerca verso la sostenibilità con i veicoli elettrici.

Clara Tosi Pamphili

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Clara Tosi Pamphili
Clara Tosi Pamphili si laurea in Architettura a Roma nel 1987 con Giorgio Muratore con una tesi in Storia delle Arti Industriali. Storica della moda e del costume, ha curato mostre italiane e internazionali, cataloghi e pubblicazioni. Ideatrice e curatrice di A.I.artisanal intelligence, evento che si svolge due volte l'anno per promuovere nuovi designer di moda in collaborazione con gallerie di arte contemporanea. Svolge attività di ricerca delle arti applicate nella moda collaborando con le più importanti sartorie teatrali e di moda italiane e internazionali. Ha diretto didatticamente l'Accademia di Costume e di Moda dal 2005 al 2007. Ha insegnato Storia del Design di Moda e Tecniche di Ricerca all'Accademia di Costume e di Moda e alla Facoltà di Architettura di Roma Ludovico Quaroni fino al 2011. Attualmente è consigliere di amministrazione di Altaroma, dove si occupa di progetti di ricerca e sviluppo delle nuove tendenze con particolare attenzione al legame fra moda e arte. Collabora con il Maxxi e altre istituzioni per la creazione di eventi culturali sulla moda. Risiede e lavora a Roma.