Lo Strillone: Vittorio Sgarbi tuona su Panorama, la mostra forlivese sul...

Vittorio Sgarbi su Panorama se la prende con la mostra che a Forlì accende la luce sull’arte del Ventennio: dove sono Melotti e Morandi?...

Una “non sfilata” in bianco, per ricordare Pippa Bacca. A Milano,...

Si parte venerdì il 22 febbraio alle 14, a Milano, in Piazza Duomo, presso la scalinata centrale. Da qui prende il via una “non sfilata” a...

Bologna, regina della creatività integrata. Ospiti internazionali per la terza edizione...

Una ricerca quotidiana sull’arte dell’attore e del performer, anche in collaborazione con musicisti, video-maker e artisti visivi: questo dal 2004 porta avanti Instabili Vaganti, compagnia...

Apologia del falso: alla National Gallery di Washington vanno in mostra...

C’è il falso artistico dei surrealisti e quello ideologico, che puntava a deviare la memoria della realtà dall’effettiva portata degli scontri avvenuti durante l’esperienza...

Assenza di soggetto, fra Sander e Somoroff

Ottanta fotografie e sei video mettono in dialogo i soggetti di August Sander con i “paesaggi presunti” di Michael Somoroff. La fotografia diventa mezzo e metodo. Omaggio a due figure d'uomo differenti: un indagatore del XX secolo e un visionario del XXI. A Milano, presso la Fondazione Stelline, fino al 7 aprile.

Fotoromanzo italiano

Dicono di loro stessi: “È un progetto artistico in progress. Una riflessione sulla fotografia e sull'uso dell'immagine, oggi. Alle radici del nostro presente. Per costruire un immaginario o solo per rivelare un'illusione. Fotoromanzoitaliano.it è l’azione n. 1”. Tutto un programma, insomma.

Una valigia, il Messico e la fotografia

La storia della valigia, scomparsa in Francia nel 1939 e poi ritrovata in Messico nel 1995, con i negativi di Robert Capa, Gerda Taro e David Seymour. Una storia che, ancora oggi, dopo più di 75 anni dalla Guerra Civile spagnola, smuove e commuove.

Gabriele Basilico. In memoriam

Dopo l’omaggio pubblicato ieri a firma di Claudia Zanfi, un secondo ricordo da parte di Angela Madesani. Il protagonista è ancora lui, il grande Gabriele Basilico, recentemente scomparso.

Da Botticelli a Matisse. Chi, se non Goldin?

“Da Botticelli a Matisse. Volti e figure”, recita il titolo completo. L’ennesima scorreria nei secoli dell’arte per Goldin. Questa volta al Palazzo della Gran Guardia di Verona, fino al primo aprile.

L’occhio non muore mai. Dedicato a Gabriele Basilico

La scomparsa di Gabriele Basilico costituisce, fra le altre cose, un grande lutto per la fotografia e il suo mondo. Per ricordarlo - e lo faremo ancora nei prossimi giorni - pubblichiamo oggi una conversazione fra lo stesso Basilico e Bill Owens, che si tenne a Venezia nei giorni dell’11esima Biennale di Architettura.

Fuck Taboo: l’omosessualità esposta

Camera 16 si trasforma in Wunderkammer saturando i suoi spazi di fotografie, disegni, stampe e collage di artisti eterogenei. Per ragioni espressive, cronologiche, geografiche. Il comune denominatore è il tema: l'omosessualità. A Milano fino al 30 marzo.

Il noir è di moda, con Guy Bourdin

C'erano una volta, molti anni fa, copertine di Vogue firmate Guy Bourdin. Tra atmosfere inquietanti e scenari misteriosi dove le modelle vivevano come in un film noir. Al Museo Alinari di Firenze, fino al 10 marzo, le immagini dell'artista francese che ha fatto la storia della fotografia di moda.

I PIÙ LETTI