Cory Arcangel, N.E.R.D, 2015

Il melting pop di Cory Arcangel. Per Bergamo

Palazzo della Ragione, Bergamo – fino al 28 giugno 2015. Il desiderio di popolarità passa anche dall'arte, con una linea sottile che parte dal quarto d'ora di celebrità di Warhol al “This is all so crazy, everybody seems so famous” cantato da Miley Cyrus. E ripreso dal 37enne Cory Arcangel per intitolare la mostra che la GAMeC gli ha dedicato.
Eugenio Viola & Jaanus Samma - photo by K. Õllek

Biennale di Venezia. Il padiglione dell’Estonia raccontato da Eugenio Viola

Il progetto curato da Eugenio Viola si focalizza su una “zona grigia” della storia estone sovietica. Indagata attraverso documenti d’archivio e testimonianze dalle persone che hanno conosciuto direttamente il protagonista. Rievocato da Jaanus Samma, l’artista che rappresenta il Paese baltico alla Biennale di Venezia.
Il nuovo Padiglione Australiano, di Denton Corker Mashall (foto John Gollins)

Nasce un nuovo padiglione nei Giardini della Biennale. Ecco le immagini del Padiglione Australia...

Primo edificio ad essere costruito nelle ultime due decadi all'interno degli storici Giardini della Biennale di Venezia, il nuovo Padiglione Australiano è frutto del...
Pietro Roccasalva - The Wooden O – veduta della mostra presso Zero..., Milano 2015

Pietro Roccasalva a Milano. Teatri d’alleg(o)ria

Galleria Zero…, Milano – fino al 23 maggio 2015. Mescite e grinze pittoriche dell’artista siciliano s’infittiscono. I volti dei suoi inservienti lasciano il posto a una ricerca differente. Un racconto tra l’origine del teatro e l’origine dell’immagine, passando attraverso le contraddizioni dei codici linguistici.

Biennale di Venezia, lo strano caso del Padiglione Kenya. Artisti cinesi rappresentano lo Stato...

Sull’isola di San Servolo sta per essere inaugurata “Creating Identities”, un percorso che dovrà rappresentare il Kenya alla 56esima Biennale di Venezia attraverso le...
Tony Cragg, Elliptical Column, 2009, acciaio inossidabile. Terrazze del Duomo di Milano, 16 aprile 2015

Le sculture di Tony Cragg sul tetto del Duomo di Milano. La cattedrale aumenta...

Il cielo di Milano era grigio come vuole la tradizione della città, lo scorso 16 aprile, sebbene nel tardo pomeriggio alcune lame di luce...
Verbovisioni - Veduta della mostra presso il Magazzino del Sale 3, Venezia 2015

Scambi di ruolo tra parola e immagine. A Venezia

Venezia, Magazzino del Sale 3 – fino al 19 aprile 2015. Uno degli storici edifici lagunari è teatro di una densa collettiva giocata sul duttile confine tra immagine e parola. Un focus sul rapporto ancestrale che unisce attitudine visiva e sforzo semantico.
Lina Selander - A Continuous Shift of Perspective – veduta della mostra presso la Örebro Konsthall, 2014-2015

Biennale di Venezia. Il padiglione della Svezia raccontato da Lina Selander

L’artista svedese Lina Selander disporrà di uno spazio di circa 300 mq all’Arsenale, adiacente al percorso del direttore della Biennale, Okwui Enwezor. Grazie al sostegno del Moderna Museet, una sua personale mostrerà un nuovo film e riunirà, in un solo percorso, una serie di lavori realizzati tra il 2011 e il 2015.
Takeshi Murakami, presentazione capsule collection Frisk alla Galerie Perrotin, Parigi

Sky Arte Updates: ritratto di Takashi Murakami. Tra cultura manga e jet set parigino,...

Il profilo di uno dei maggiori artisti contemporanei nasce in occasione di un evento pubblicitario: la presentazione della nuova confezione per le caramelle Frisk,...
Linda Fregni Nagler, Pour commander à l'air, Daredevil, 2014

L’attimo prima di cadere. Nelle foto collezionate da Linda Fregni Nagler

Galleria Monica De Cardenas, Milano – fino al 23 maggio 2015. Per provare a comandare l'aria bisogna tuffarsi nella galleria meneghina. E abbandonarsi alla sfida fotografica di Linda Fregni Nagler.
Dziga Vertov, L'uomo con la macchina da presa, 1929

Dialoghi di Estetica. Parola a Pietro Montani

Pietro Montani è professore ordinario di estetica presso l’Università di Roma La Sapienza ed è il curatore scientifico dell’edizione italiana delle opere scelte di Ejzenstejn. Le sue ricerche vertono sulle nuove tecnologie indagate in una prospettiva filosofico-antropologica. I temi affrontati in questo dialogo riguardano i mutamenti dell’esperienza estetica in rapporto all’influenza delle nuove tecnologie, la natura dell’intermedialità, la progettazione tecnica della sensibilità alla luce degli sviluppi delle arti contemporanee.
Pedro Cabrita Reis – Il palazzo vuoto - veduta della mostra presso la Galleria Giorgio Persano, Torino 2015

Il palazzo vuoto di Pedro Cabrita Reis. A Torino

Galleria Giorgio Persano, Torino – fino al 20 giugno 2015. L'artista portoghese torna a Torino con un progetto inedito: un imponente lavoro composto da oltre nove tonnellate di travi di ferro saldate tra loro. Per materializzare "il palazzo vuoto", una costruzione intesa più come visione antropologica che come architettura.

I PIÙ LETTI