Estate in Toscana tra arte, relax ed enogastronomia. Una selezione di mostre da vedere

Voglia di mare, natura ed escursioni rigeneranti, ma senza lasciare a casa l’arte? Abbiamo preparato per voi alcune proposte di mostre e manifestazioni artistiche per godervi a pieno le vostre vacanze toscane.

Giunti nel pieno di agosto, molti italiani cercano una via di fuga dal caldo e dallo stress accumulato durante l’anno lavorativo. Se la vostra meta è la Toscana ma non avete ancora un’idea precisa sui luoghi da visitare e volete coniugare piaceri enogastronomici e paesaggistici con l’arte, abbiamo individuato alcune mostre e manifestazioni da non farvi sfuggire. Ecco qui una selezione di appuntamenti artistici tutti da assaporare tra girasoli, dolci colline, calette dall’acqua cristallina, oli pregiati, vini superbi e tutti i tesori culinari, tipici della regione.

—Giorgia Basili

 

1. SEDI DIFFUSE – HYPERMAREMMA

Marco Emmanuele, 10.000 Seahorse Power Site specific installation 2021 Maneggio di Sant’Irma, Capalbio Photo credit Giorgio Benni Courtesy Hypermaremma

Il format di arte diffusa curato da Carlo Prati e Giorgio Galotti è alla sua terza edizione e coinvolge diversi luoghi della Maremma: da Vulci fino ai vigneti di Scansano, passando per la baia di Talamone, la Laguna di Orbetello, lOasi WWF di Burano. Tra gli artisti coinvolti quest’anno: Marco Emmanuele con 10000 seahorse power; Gaia De Megni con Il mito dell’eroe, performance all’Abbazia di San Bruzio; Mandalaki con HYMN TO THE SUN, installazione site specific presso la Torre di Talamonaccio, Talamone; Michela De Mattei con Sinfonia per orci installazione con orci in terracotta e audio multicanale; Mario Airò, con un’installazione sul Lago di Santa Croce, Belluno; la band sperimentale Salò fondata dall’artista Emiliano Maggi.

Orbetello // fino al 30 ottobre 2021
Sedi Varie
Spazio Amato – Hypermaremma
Strada Provinciale Litoranea, 58011 Orbetello GR
https://www.hypermaremma.com/it/2021-art/

  

2. A CAPALBIO IL CASTELLO E LA GALLERIA “IL FRANTOIO” OMAGGIANO NIKI DE SAINT PHALLE

Niki De Saint Phalle

Il luogo dei sogni: il Giardino dei Tarocchi di Niki de Saint Phalle è visitabile fino al 3 novembre a Capalbio, presso Grosseto. La mostra è focalizzata sul parco di arte contemporanea, voluto e realizzato dall’artista francese, ma non si trova nel Giardino: è ospitata in due luoghi nel borgo antico, Palazzo Collacchioni (il castello) e la galleria Il Frantoio, con oltre 100 opere di Niki de Saint Phalle.

Capalbio // sino al 3 novembre 2021
Il luogo dei sogni: il Giardino dei Tarocchi di Niki de Saint Phalle
Palazzo Collacchioni – Galleria Il Frantoio

3. AGLI ORTI CORSINI DI PORTO ERCOLE LE INSTALLAZIONI DI 22 ARTISTI PER UNA MOSTRA OPEN AIR

Federica Di Carlo per Endgame, Courtesy Orti Corsini

La collettiva ENDGAME dal 17 luglio al 30 settembre 2021 presso gli Orti Corsini, curata da Lucia Corsini, in collaborazione con lo storico darte contemporanea Massimo Mininni, si snoda all’interno di un parco di circa quattro ettari, con vista sul mare dellArgentario. L’iniziativa sarà visitabile tutti i venerdì sabato e domenica. Endgame prende spunto dall’omonima opera teatrale di Samuel Beckett, considerando il rapporto dell’uomo con la natura, che beneficia della lentezza ciclica e degli equilibri dettati dall’ambiente. Si guarda ai benefici di un agire ecologico e di un vivere in una terra meno inquinata. I 22 artisti partecipanti chiamati a realizzare installazioni in tutta l’area degli Orti Corsini andranno quindi ad inserirsi in un sistema delicato, conversando ed interfacciandosi con le peculiarità del luogo.

Porto Ercole // fino al 30 settembre
Endgame
Orti Corsini
Dalle 18 alle 20:45
Via delle Passioniste, 58018 Monte Argentario GR
[email protected]
https://www.ortobotanicocorsini.com/

 

4. L’ARTE AMERICANA IN MOSTRA A PALAZZO STROZZI DI FIRENZE

American Art 1961 2001. Exhibition view at Palazzo Strozzi, Firenze 2021. Photo © Ela Bialkowska OKNOstudio

American Art 1961-2001, dal 28 maggio al 29 agosto a Palazzo Strozzi di Firenze, è una mostra che racconta 40 anni di arte americana, partendo da Joseph Cornell fino ad arrivare all’inizio del Ventunesimo secolo con gli sconvolgenti disegni di Kara Walker. L’intera esposizione si dipana dal 1961, anno in cui JFK si insedia come Presidente degli Stati Uniti, al 2001 con l’attacco alle Twin Towers e la successiva dichiarazione di guerra all’Afghanistan. Duchamp non è presente in mostra ma fa da filo conduttore dell’intero percorso: dall’Espressionismo Astratto alla multidisciplinarietà delle arti; dalla Pop Art al grido “Less is more” della Minimal Art; dalla performance di Bruce Nauman al Movimento dell’Appropriazionismo; dalla convergenza tra arte e vita ai movimenti artistici a favore dell’uguaglianza di genere, etnica e tendenze sessuali, fino all’arte che riesce a scardinare preconcetti e stereotipi secolari.

Firenze // fino al 29 agosto 2021
American Art 1961-2001
Palazzo Strozzi
Piazza degli Strozzi
055 264 5155
https://www.palazzostrozzi.org

 

5. LA MOSTRA DI ARTURO MARTINI AL MUSEO NOVECENTO A FIRENZE 

Arturo Martini e Firenze. Exhibition view at Museo Novecento, Firenze 2021

Arturo Martini e Firenze, curata da Lucia Mannini  si inserisce all’interno del ciclo Solo del Museo Novecento di Firenze, dedicato ai maggiori protagonisti del secolo scorso e caratterizzato dalla volontà di raccontarne aspetti peculiari e poco conosciuti sia della biografia che della pratica artistica. L’esposizione si dipana al secondo piano del Museo Novecento e ricuce i rapporti dell’artista con la città. In linea con la visione scientifica del museo, inteso come laboratorio di ricerca e formazione, due giovani studentesse del corso magistrale di Storia dell’arte contemporanea, Margherita Scheggi e Valentina Torrigiani, hanno lavorato insieme allo staff curatoriale del Museo. Al Forte di Belvedere il progetto del Museo Novecento con la direzione artistica di Sergio Risaliti, punta sulla fotografia: Ieri, oggi, domani. Italia autoritratto allo specchio. Si tratta di due grandi mostre allestite nei tre piani della palazzina del Buontalenti. Pienovuoto curata da Sergio Risaliti, direttore artistico del Museo Novecento, si sofferma sull’opera di Massimo Vitali, noto internazionalmente per i suoi scatti pastello che ritraggono i litorali invasi da persone. Il viraggio verso toni chiari dona alle fotografie un’atmosfera onirica e metafisica.“Le foto in mostra sono un ritratto della nostra società contemporanea tra solitudini, moltitudini, spazi pieni, assembramenti e spazi vuoti, dove la natura o le città sembrano aver isolato pochi sopravvissuti nel mezzo di architetture e paesaggi grandiosi, sublimi, che dominano ancora incontrastati la vita”. Italiae. Dagli Alinari ai maestri della fotografia contemporanea curata da Rita Scartoni e Luca Criscenti è un ricco compendio di 75 fotografi – da Gianni Berengo Gardin a Paolo Pellegrin, da Gabriele Basilico a Gian Paolo Barbieri, da Luigi Ghirri a Mario Giacomelli e Ferdinando Scianna.

Firenze // Sino al 10 ottobre 2021
Ieri, oggi, domani. Italia autoritratto allo specchio
Forte di Belvedere

Via San Leonardo, 1 
Martedì – Domenica 16-21

Firenze // sino al 14 novembre 2021
Arturo Martini e Firenze
MUSEO NOVECENTO

Piazza Santa Maria Novella 10
Tel. 055 286132
http://www.museonovecento.it/
[email protected]

 

6. I FOULARD DELLA MAISON IN MOSTRA AL MUSEO SALVATORE FERRAGAMO DI FIRENZE

Seta, la mostra al Museo Ferragamo

Seta, presso il Museo Salvatore Ferragamo di Firenze fino al 18 aprile 2022, celebra i foulard della maison, dagli anni Sessanta con la spinta fondamentale infusa da Fulvia Ferragamo fino ai disegni del duo cinese Sun Yuan & Peng Yu e la loro l’efficace installazione dal titolo Were creatures born celestial?
La mostra risulta avvincente e ben pensata, mostrando sala per sala le fonti d’ispirazione – erbari, nature morte, antichi manufatti cinesi e orientali, enciclopedie botaniche e faunistiche – e il risultato di queste suggestioni sul design dei foulard e di nuovi capi concepiti dalla maison Ferragamo.

 Firenze // fino al 18 aprile 2022
Seta
Museo Salvatore Ferragamo
Piazza di Santa Trinità
https://www.ferragamo.com/museo/it

 

7. 3 MOSTRE DA NON PERDERE AL CENTRO PECCI DI PRATO

Chiara Fumai. Poems I Will Never Release 2007–2017. Exhibition view at Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, Prato 2021. Photo © Ela Bialkowska OKNO Studio

Un buon motivo per andare a Prato? Visitare uno dei centri d’arte contemporanea più attivi in Italia. In mostra Chiara Fumai. Poems I will never release 2007–2017, una retrospettiva dedicata ad un astro dell’arte italiana e alla sua carriera fulminante, racchiusa nell’arco di 10 anni. Purtroppo Chiara Fumai non c’è più, ma la sua poetica è stata avanguardista per alcune tendenze performative ora attuali. Si chiuderà il 3 ottobre 2021. Formafantasma. Cambio è, invece, una mostra multidisciplinare dedicata al duo di designer Formafantasma, soffermandosi su un progetto portato avanti in collaborazione con la Serpentine di Londra: evidenzia il ruolo cruciale che il design può svolgere nel nostro ambiente e la sua responsabilità di concepire una realtà di edificazione umana sostenibile, in pieno rispetto degli equilibri naturali. Simone Forti. Senza fretta, infine, presenta una serie di lavori che Simone Forti ha sviluppato a partire dalla metà degli anni Ottanta, le News Animation, in cui analizza la relazione tra linguaggio, movimento e fisicità. 

Prato
Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci
Viale della Repubblica, 277
https://centropecci.it

 

8. LA STAGIONE ESTIVA DI GALLERIA CONTINUA A SAN GIMIGNANO

Hans Op de Beeck , The Boatman 2020, polyester, steel, wood, MDF, epoxy, glass fiber, polyamide, synthetic gypsum, coating, reed, glass, PA, rubber, bamboo Photo Ela Bialkowska, OKNO Studio

Una serie di mostre anima i numerosi spazi di Galleria Continua a San Gimignano, tra cui la personale di Hans Op De Beeck The boatman and other stories e quella di Carlos Garaicoa Imágenes Infieles / Unfaithful Images. Le sculture di Op De Beeck, inedite e recenti, reinventano il genere della natura morta in chiave contemporanea e anacronistica. Ritraggono in maniera iperrealista donne e uomini di diversa estrazione sociale ed età mentre sono intenti a svolgere azioni quotidiane, la loro superficie e ogni dettaglio particolareggiato e perfettamente restituito viene tuttavia sommerso e uniformato da una patina grigio chiara che rende evidente la finzione artistica.

San Gimignano
Carlos Garaicoa – Imágenes Infieles / Unfaithful Images
Hans Op De Beeck – The boatman and other stories
Galleria Continua – Sedi Varie
Da lunedì a domenica, 10-13 / 14-19, su appuntamento
Mobile +39 0577943134
[email protected]
http://www.galleriacontinua.com

 

 

9. TENUTA CASENUOVE A PANZANO DEL CHIANTI, IL NUOVO SPAZIO DI GALLERIA CONTINUA

SUSANA PILAR, Dalla serie Lo que contaba la abuela, 2017 Fotografie su bianco opalino e plexiglass trasparente, Courtesy the artist, GALLERIA CONTINUA, Photo by Christophe Goussard

A 45 minuti di auto da San Gimignano, nella valle del Chianti, è stato inaugurato un nuovo spazio della Galleria Continua. La Tenuta Casenuove a Panzano del Chianti apre i battenti con la personale dell’artista cubana Susana Pilar il cui lavoro si sofferma ad interpellare il corpo, il genere, la razza e le problematiche sociali. Susana Pilar porta avanti un’indagine sulla violenza perpetrata contro le donne sul territorio cubano utilizzando spesso il medium fotografico.

Panzano, Comune di Greve // fino a dicembre 2021
Susanna Pilar
Tenuta Casenuove
Martino in Cecione, 39
Galleria Continua
055 852009
http://www.tenuta-casenuove.com/

 

10. FORME NEL VERDE AGLI HORTI LEONINI DI SAN QUIRICO D’ORCIA (SIENA)

Forme nel Verde 2019, Orti Leonini

Forme nel verde è una mostra d’arte diffusa che compie 50 anni, nata da un’intuizione del collezionista Mario Guidotti. Le opere, soprattutto sculture, hanno invaso gli Horti Leonini di San Quirico d’Orcia. La mostra sarà visitabile fino al 2 novembre.

SAN QUIRICO D’ORCIA | SIENA // fino al 02 Novembre 2021
Sedi varie
Tutti i giorni dall’alba al tramonto
Palazzo Chigi-Zondadari 10:00/19:00
Ingresso gratuito
Mobile +39 0577 899703
[email protected]
http://www.formenelverde.com

 

11. NEL SEGNO DI NAPOLEONE ALL’ISOLA D’ELBA

Uffizi Diffusi Portoferraio Isola dElba 2021 courtesy VisitElba

Per omaggiare il bicentenario della morte del grande condottiero, in esilio per un anno in questa florida isola, è stata ideata la mostra Nel segno di Napoleone. Si tratta del primo progetto degli Uffizi Diffusi che la Gat, Gestione Associata per il Turismo dell’Elba, ha contribuito a coadiuvare. L’esposizione è a Portoferraio.

Portoferraio // fino al 10 ottobre 2021
Nel Segno di Napoleone
Pinacoteca Foresiana
Piazzale de Laugier
http://www.uffizi.it

 

12. MICHELANGELO GALLIANI, CARRARA E CAPRESE MICHELANGELO

Michelangelo Galliani, _Principio e destino_, 2012 (dettaglio)

Michelangelo Galliani è protagonista questa estate di tre importanti mostre in corso fino a ottobre, a Porto Montenegro, a Carrara e al Museo Casa Natale Michelangelo Buonarroti a Caprese Michelangelo. Lartista è promosso dalla galleria CrisContini Contemporary. A caratterizzare la sua poetica è l’impiego del marmo di Carrara. Si muove tra ispirazioni classiche e approccio sperimentale, realizzando sculture e installazioni legate alla sfera concettuale.

Caprese Michelangelo // dal 22 agosto al 26 settembre
Michelangelo Galliani – Vertigo
Castello di Caprese
http://www.casanatalemichelangelo.it/

Carrara // fino al 15 settembre
Michelangelo Galliani – Nebula
Palazzo del Medico

  

13. CHIANTISSIMO E LA MAPPATURA DELLE COLLEZIONI D’ARTE NEL CHIANTI CLASSICO

Sam Falls, “Untitled (Antinori)” per Antinori Art Project – Photo Courtesy Marchesi Antinori

Chiantissimo è un percorso di arte contemporanea nel Chianti Classico costituito dalle opere permanenti di arte pubblica di Mario Merz, Mauro Staccioli e Roberto Barni, a cui si aggiungono i nuovi interventi di Antonio Barbieri, Antonello Ghezzi, Simone Gori e Matteo Nasini realizzati site-specific insieme a un grande lavoro di Perino & Vele. Il percorso include anche la mappatura delle collezioni d’arte private della Cantina Antinori nel Chianti Classico e di Fattoria La Loggia. Fare una visita alla Cantina Antinori può rivelarsi un’ottima occasione per sorseggiare un buon calice di vino e apprezzare l’arte contemporanea in un percorso che va dagli ambienti esterni fino all’architettura ipogea della cantina. Chiantissimo è curato da Davide Sarchioni, organizzato dall’Associazione Accaventiquattro Arte e sostenuto dal Comune di San Casciano in Val di Pesa.

San Casciano in Val di Pesa (FI) // dal 5 giugno al 30 settembre 2021
Chiantissimo. Contenitore d’Arte Contemporanea
+3516578009
[email protected]
www.antinori.it

 

Eventi d'arte in corso a Firenze

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giorgia Basili
Giorgia Basili (Roma, 1992) è laureata in Scienze dei Beni Culturali con una tesi sulla Satira della Pittura di Salvator Rosa, che si snoda su un triplice interesse: letterario, artistico e iconologico. Si è spe-cializzata in Storia dell'Arte alla Sapienza con una tesi di Critica d'arte sul cinema di Pier Paolo Pasolini, letto attraverso la lente warburghiana della Pathosformel. Collabora con diverse riviste di settore prediligendo tematiche quali l’arte urbana e il teatro, la cultu-ra e l’arte contemporanea nelle sue molteplici sfaccettature e derive mediali. Affascinata dall’innesto del visivo con la letteratura, di tea-tro e mitologia, si dedica alla scrittura di poesie per esprimere la propria sensibilità e il proprio pensiero estetico-critico su ciò che la circonda.