A Hong Kong Massimo De Carlo traferisce la sua galleria nel polo culturale Tai Kwun

Tai Kwun è un polo dedicato alle arti contemporanee nato dall’imponente recupero dell’ex Stazione Centrale di Polizia di Hong Kong. Pensato per ospitare grandi eventi, mostre, negozi e ristoranti, il Centro da marzo accoglierà il gallerista italiano

Massimodecarlo Hong Kong. Courtesy – Tai Kwun
Massimodecarlo Hong Kong. Courtesy – Tai Kwun

Troverà casa all’interno di Tai Kwun – Centre for Heritage and Arts la sede di Hong Kong del gallerista italiano Massimo De Carlo che, nel 2016, inaugurava nella città asiatica il suo avamposto a Oriente. Si tratta quindi un trasferimento, in programma il prossimo marzo, ma in uno spazio molto speciale: il Tai Kwun è infatti un grande polo dedicato alle arti contemporanee, nato negli spazi restaurati dell’ex Stazione Centrale di Polizia di Hong Kong, un complesso architettonico per lungo tempo off-limits e oggi luogo pensato per mostre, eventi culturali, negozi, ristoranti e, adesso, anche gallerie d’arte.

COS’È IL DISTRETTO TAI KWUN A HONG KONG

Tai Kwun rappresenta uno dei più significativi progetti di rivitalizzazione di Hong Kong, con un programma di restauro che ha coinvolto team di architetti e professionisti del settore di fama internazionale: Herzog & deMeuron, Purcell e Rocco Design Architects Limited. Nel rispetto dell’autenticità dei materiali, delle tecniche e del design, sono stati ripristinati 16 edifici storici del complesso architettonico e diversi spazi esterni per nuove destinazioni d’uso. Progettate dallo studio di architettura Herzog & deMeuron, le facciate dei nuovi edifici traggono ispirazione dalle pareti in granito che caratterizzano l’aspetto della struttura storica. Tai Kwun non è l’unico progetto di edilizia e di recupero a destinazione culturale che negli ultimi anni ha interessato la città di Hong Kong: Herzog & de Meuron, infatti, hanno firmato anche il progetto di M+, inaugurato nel 2021 e situato nel West Kowloon Cultural District, e ad oggi museo più grande al mondo esclusivamente dedicato alle arti asiatiche moderne e contemporanee.

MASSIMO DE CARLO A HONG KONG

La nuova sede della galleria di Massimo De Carlo aprirà a marzo, verisimilmente durante Art Basel Hong Kong, in programma dal 24 al 26, con una mostra di Sanford Biggers. Nel 2016, proprio durante la fiera asiatica, di cui il gallerista è membro del comitato di selezione, De Carlo inaugurava il suo avamposto asiatico, dopo le sedi di Milano e Londra. Negli ultimi anni, il gallerista ha aperto la nuova sede milanese nei suggestivi spazi di Casa Corbellini-Wassermann di Viale Lombardia progettata da Piero Portaluppi, il Virtual Space – ovvero una galleria virtuale inaugurata durante il primo lockdown –, e Pièce Unique, in uno storico edificio al 57 di Rue de Turenne a Parigi la cui struttura è stata rinnovata dall’archistar giapponese Kengo Kuma.

– Desirée Maida

www.massimodecarlo.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.