Art Basel Ulimited 2021: la gallery della sezione supersized

Ecco una selezione di fotografie da Ulimited, la sezione dedicata alle grandi installazioni e collezioni in mostra ad Art Basel 2021

ABB21, Messeplatz Project, Monster Chetwynd, Pr, MC

Art Basel non sarebbe la stessa cosa senza Unlimited, la sezione speciale della fiera d’arte svizzera dedicata alle installazioni su ampia scala. Ci sono sculture gigantesche, ampie pareti coperte di dipinti, proiezioni video e lavori digitali: un piccolo parco divertimenti di sedicimila metri quadri, dove ogni cosa è in vendita. Quest’anno, a 21 anni dalla prima Unlimited, sono presenti in mostra ben 62 lavori, un grande risultato del curatore Giovanni Carmine (già direttore della Kunst Halle Sankt Gallen) al suo primo incarico, che ha dovuto scegliere tra oltre 200 richieste. Nessuno ha avuto paura di fare le cose in grande, dai nomi established agli emergenti, muovendosi liberamente in assenza di un tema cardine: ci sono le sculture di due giovani uomini sul retro di una Mercedes vintage, del duo scandinavo Elmgreen e Dragset, una gigantesca boa rossa sospesa a mezz’aria di Julius von Bismarck, le grandissime forbici doppie di Valie Export, così come anche una nuova stanza rossa di Dan Flavin, la mostra nella mostra di David Hockney e la casa di pane di Urs Fischer da tre milioni di dollari. Certo, ci sono anche selezioni di pezzi più raccolte, come le collezioni pittoriche di Sean Scully, ma anche queste restituiscono un carattere di piccola personale. Tutto, pur di attirare negli stand i grandi collezionisti.  Ecco una selezione di fotografie per immergersi nello spirito “tutto è possibile” tipico di Unlimited.

-Giulia Giaume

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Giaume
Amante della cultura in ogni sua forma, è divoratrice di libri, spettacoli, mostre e balletti. Laureata in Lettere Moderne, con una tesi sul Furioso, e in Scienze Storiche, indirizzo di Storia Contemporanea, ha frequentato l'VIII edizione del master di giornalismo Walter Tobagi. Collabora con diverse riviste su temi culturali, diritti civili e tutto ciò che è manifestazione della cultura umana, semplicemente perché non può farne a meno.