La gestualità dell’anima. Veronica Paretta a Cagliari

Galleria Macca, Cagliari – fino al 28 febbraio 2017. Ombre appena evocate, evanescenti presenze suggerite dalla sicurezza di un gesto, ora morbido, ora graffiante. È la sublime linea di Veronica Paretta, in mostra nella galleria cagliaritana.

Veronica Paretta, Senza titolo, 2016. Puntasecca
Veronica Paretta, Senza titolo, 2016. Puntasecca

La mostra, curata da Efisio Carbone e Roberta Vanali, propone una serie di opere comprendente cinque tele realizzate appositamente per la personale della giovane artista cagliaritana. Nei lavori di Veronica Paretta (Cagliari, 1986) tele grezze custodiscono grovigli di linee, punti e colore che concentrano l’essenza dell’opera, i cui affluenti si diramano con slancio verso lo spazio del supporto. Linee sottili e nervose si alternano a un’incredibile morbidezza di tratti, ampi e gentili. L’artista si distacca con consapevolezza dal reale, come in due incisioni del 2013 che mostrano una forma misteriosa, nella quale si potrebbe riconoscere un nido o una torre di bruegheliana memoria; tuttavia, essa pare fluttuare in una dimensione altra, appena agitata dalla corrente. La linea non è mai retta, ma asseconda un movimento naturale e spontaneo come quello dell’aria, delle foglie e della vita stessa.

Elisabetta Masala

Evento correlato
Nome eventoVeronica Paretta - Sublime Lineam
Vernissage03/02/2017 ore 19
Duratadal 03/02/2017 al 24/02/2017
AutoreVeronica Paretta
CuratoriRoberta Vanali, Efisio Carbone
Generiarte contemporanea, personale, disegno e grafica
Spazio espositivoGALLERIA MACCA
IndirizzoVia Lamarmora 136 - Cagliari - Sardegna
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Elisabetta Masala
Nata a Cagliari, si laurea in Storia dell'arte formandosi tra la Sardegna, la Spagna e Roma. Nel 2014 consegue il diploma di Specializzazione in beni storico-artistici presso l'Università di Roma “La Sapienza” con una tesi in Storia dell'arte contemporanea. Si è occupata dell'organizzazione di mostre a partire dalla curatela collettiva di "Italia Ora" presso il Museo H. C. Andersen di Roma (2011), sotto la direzione scientifica di Achille Bonito Oliva. Nel 2012 collabora con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali nell’unità operativa promozione, comunicazione e organizzazione di grandi eventi culturali, nello specifico per: Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa, 13. Mostra Internazionale di Architettura – Biennale di Venezia, Forum Corviale. È autrice di "Salvatore Fiume e i giochi della memoria", primo volume della collana Sfogliando il Novecento a cura di Micol Forti. Il volume, dedicato alle opere di Fiume della Collezione d'Arte Contemporanea dei Musei Vaticani, è stato presentato nel 2015 da Antonio Paolucci.