London Updates: la galleria di Damien Hirst vince lo Stirling Prize come miglior architettura inglese dell’anno

Verdetto a sorpresa per il più prestigioso premio d’architettura inglese: lo studio Caruso St John batte i favoriti Herzog & de Meuron con il progetto per la galleria dell’artistar

Caruso St John, Newport Street Gallery (c) Prudence Cumings Associates
Caruso St John, Newport Street Gallery (c) Prudence Cumings Associates

Nella settimana in cui l’artworld si dà appuntamento a Regent’s Park per la 14esima edizione di Frieze, il RIBA – Royal institute of British Architects incorona la Newport Street Gallery della star Damien Hirst miglior architettura britannica dell’anno, conferendo ai suoi autori Adam Caruso e Peter St John lo Stirling Prize 2016. Una vittoria sul filo del rasoio per i maestri anglo-canadesi delle gallerie, che nel rush finale, come riportato dall’Architect’s Journal, hanno strappato per un solo voto il trofeo ai super favoriti Herzog & de Meuron, in corsa con la Blavatnik School of Government di Oxford. Nella shortlist dei finalisti, anche i dRMM con Trafalgar Place, WilkinsonEyre con la Weston Library, Reiach & Hall con Michael Laird per il Riverside Campus di Glasgow e l’Outhouse di Loyn & Co. A convincere la giura presieduta dal tedesco Patrik Schumacher, la maestria con cui gli architetti hanno trasformato il complesso di tre edifici vittoriani lungo Newport street in un grande centro creativo per il borough londinese di Vauxhall, inserendo due nuove volumi ai lati e spettacolari collegamenti verticali.

LE MOTIVAZIONI DELLA GIURIA
“Caruso e St. John” ha dichiarato la presidente del RIBA Jane Duncan durante la cerimonia di premiazione “hanno creato da una serie di edifici interconnessi uno spazio sorprendentemente versatile, con scale realizzate alla perfezione ed eccezionali dettagli, fra cui le facciate in mattoni che si uniscono alla strada e creano una successione di meravigliosi spazi espositivi. (…) La Newport Street Gallery incarna il meglio dell’architettura britannica – è un progetto attentamente studiato e profondamente creativo che riporta in vita una porzione di città finora trascurata.”

LE ALTRE GALLERIE DI CARUSO ST JOHN
Un riconoscimento con cui lo studio londinese, già finalista nel 2000 per la New Art Gallery Walsall e nel 2006 per la Brick House nel West London, corona una carriera 25ennale nel mondo dell’arte, costellata di silenziose gemme quali la raffinata Nottingham Contemporary, l’elegante rinnovamento della Tate Britain e l’immenso network di gallerie di Larry Gagosian. Un premio per questo accolto con entusiasmo non solo dalla comunità architettonica inglese, ma anche dallo stesso committente Damien Hirst, che alla notizia ha commentato: “la mia ambizione era quella di creare serie di edifici belli ma discreti, che funzionassero perfettamente come spazi per mettere in mostra grandi opere d’arte. Volevo mantenere un rapporto chiaro e rispettoso con le origini e la storia dell’edificio, e Caruso – St. John lo hanno capito fin dall’inizio. Sono profondamente orgoglioso dell’obiettivo che abbiamo raggiunto.”

– Marta Atzeni

Newport Street Gallery
Londra, Newport St. SE11 6AJ
www.newportstreetgallery.com
www.carusostjohn.com

 

CONDIVIDI
Marta Atzeni
Interessata alle intersezioni fra l'architettura e le arti, si è laureata in Architettura presso l’Università degli Studi Roma Tre con una tesi teorica sui contemporanei sviluppi delle collaborazioni fra artisti e architetti. Collabora con l’AIAC nell’organizzazione di eventi, mostre e workshop; è parte del network di GVultaggio Architecure & Design.