Marcel Duchamp (c. 1887 – 1968) è uno degli artisti più rilevanti e studiati, se non dell’intera storia dell’arte certamente di quella del ‘900. Tra le anime del Dadaismo, Duchamp è persino un anticipatore del movimento stesso, in quanto già nel 1913 egli crea il suo primo ready-made: Ruota di bicicletta. La ricerca di Duchamp consiste nell’indagine a livello concettuale verso una visione alternativa del reale: un invito sia nell’arte che nella vita a scardinare le convenzioni, le regole e gli schemi precostituiti.
Inventore del ready-made, attraverso queste opere Duchamp da forma all’arte concettuale nella quale l’idea, appunto il concetto, diviene più importante della rappresentazione dell’opera stessa, della sua estetica e della forma; possiamo azzardare che: il contenuto vince sul contenitore.

– Alberto Mattia Martini

1. Art one shot: Yves Klein
2. Art one shot: Damien Hirst
3. Art one shot: Keith Haring
4. Art one shot: Hieronymus Bosch

Dati correlati
AutoreMarcel Duchamp
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alberto Mattia Martini
Alberto Mattia Martini, critico d'arte e curatore ha al suo attivo numerose ed importanti mostre organizzate sia in spazi pubblici, che in gallerie private. Attualmente insegna Storia dell'arte, del costume e dei linguaggi artistici e Metodologia per la movimentazione delle opere d'arte, presso l'Accademia di Belle Arti Acme di Milano. Ha rivestito il ruolo di Direttore dell'Accademia di Belle Arti di Rovereto e di Direttore Artistico presso la Lbera Accademia di Belle Arti di Brescia, dove ha insegnato anche Storia dell'Arte Contemporanea e Moderna. Giornalista inscritto all'albo nazionale, ha collaborato e collabora con numerose testate tra cui tra cui: Flash Art, D’Ars, Artein Espoarte e Artribune.com. É inoltre inscritto all'Albo dei Consulenti Tecnici d'Ufficio del Tribunale di Parma. Ha collaborato per diversi anni, fino alla sua morte con Pierre Restany, noto critico internazionale nonché fondatore del movimento artistico del Nouveau Réalisme.