Hieronymus Bosch (c. 1450 – 1516) ha dato origine a una pittura ancora oggi misteriosa, di soggetto simbolico o allegorico spesso difficilmente decifrabile, ma ricca di fascino e legata a fonti sia auliche che popolari. Una pittura unica, che ebbe straordinaria fortuna anche nel suo tempo. Bosch è uno strabiliante artista, tecnicamente ineccepibile, capace di creare un universo che si nutre e trabocca di sogni, pensieri, paure, leggende, sapienza antica e credo cristiano, in un armonico insieme orgiastico dove coesistono perfettamente spazio, stile e cromia. Ma non il maestro olandese non è soltanto un autore misterioso, enigmatico e oscuro; è anche stato il primo artista capace di cogliere e interpretare in modo approfondito e puntuale le sfaccettature e le incoerenze della società borghese moderna.

– Alberto Mattia Martini

1. Art one shot: Yves Klein
2. Art one shot: Damien Hirst
3. Art one shot: Keith Haring

Dati correlati
AutoreHieronymus Bosch
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alberto Mattia Martini
Alberto Mattia Martini, critico d'arte e curatore ha al suo attivo numerose ed importanti mostre organizzate sia in spazi pubblici, che in gallerie private. Attualmente insegna Storia dell'arte, del costume e dei linguaggi artistici e Metodologia per la movimentazione delle opere d'arte, presso l'Accademia di Belle Arti Acme di Milano. Ha rivestito il ruolo di Direttore dell'Accademia di Belle Arti di Rovereto e di Direttore Artistico presso la Lbera Accademia di Belle Arti di Brescia, dove ha insegnato anche Storia dell'Arte Contemporanea e Moderna. Giornalista inscritto all'albo nazionale, ha collaborato e collabora con numerose testate tra cui tra cui: Flash Art, D’Ars, Artein Espoarte e Artribune.com. É inoltre inscritto all'Albo dei Consulenti Tecnici d'Ufficio del Tribunale di Parma. Ha collaborato per diversi anni, fino alla sua morte con Pierre Restany, noto critico internazionale nonché fondatore del movimento artistico del Nouveau Réalisme.