Il nuovo fumetto post-apocalittico di LRNZ

Dopo circa due anni di attesa, il talentuoso illustratore romano Lorenzo Ceccotti, in arte LRNZ, torna finalmente alla ribalta con la sua opera più ambiziosa, “Geist Maschine Vol.1”: il primo capitolo di una sorprendente trilogia ambientata in un futuro post-apocalittico

LRNZ – Geist Maschine Vol. 1 (Bao Publishing, Milano 2021)
LRNZ – Geist Maschine Vol. 1 (Bao Publishing, Milano 2021)

Fra i numerosi autori nostrani che da tempo stanno dando nuovo prestigio al fumetto “made in Italy”, LRNZ (all’anagrafe Lorenzo Ceccotti, Roma, 1978) merita sicuramente un discorso a parte. Grazie infatti a una padronanza totale del disegno mista a una sconfinata voracità intellettuale, l’illustratore romano è sempre riuscito a trarre così tanta ispirazione dall’arte dei grandi maestri del fumetto e dell’animazione internazionale da creare uno stile decisamente unico e “poco italiano”. A testimoniare tutto il suo talento è, ancora una volta, un lavoro nel quale la fantascienza si mescola tanto con l’avventura quanto con il genere del romanzo di formazione: stiamo parlando di Geist Maschine Vol.1.

LRNZ – Geist Maschine Vol. 1 (Bao Publishing, Milano 2021)
LRNZ – Geist Maschine Vol. 1 (Bao Publishing, Milano 2021)

IL NUOVO FUMETTO DI LRNZ

Pubblicato lo scorso novembre dalla casa editrice Bao Publishing, Geist Maschine Vol.1 si presenta come il primo capitolo di una trilogia monumentale nella quale confluisce l’intero universo immaginifico di Ceccotti. Una sorta di “opera riassuntiva” della carriera di LRNZ che include al suo interno tutte le passioni e i feticci che, da sempre, hanno contribuito alla costruzione di un linguaggio personalissimo: dall’interesse nei confronti di una certa simbologia esoterica alla passione per la fantascienza distopica, senza mai dimenticare l’amore esplicito verso la cultura dei manga e dell’animazione giapponese.
La sensazione principale che si avverte sfogliando le primissime pagine dell’albo è infatti proprio quella di assistere alla visione di un prodotto molto più vicino a un anime che a un fumetto vero e proprio. Attraverso lo sviluppo di una narrazione presentata mediante un taglio cinematografico molto forte e dettagliato, ogni tavola è caratterizzata da un dinamismo così vivido da restituire quasi la percezione di udire effettivamente suoni, rumori e dialoghi. Una peculiarità accentuata dall’utilizzo di tratti grafici che ammiccano tanto agli artisti della celebre rivista francese Métal Hurlant (uno su tutti il geniale Moebius) quanto, inevitabilmente, al Sol Levante, in particolar modo a pietre miliari quali Conan il ragazzo del futuro, Laputa – Castello nel cielo (entrambi di Hayao Miyazaki) e Akira di Katsuhiro Ōtomo. Il riferimento a questi capolavori dell’animazione nipponica non trapela esclusivamente da un’estetica ben precisa ma, anche, dalle tematiche trattate.

LRNZ – Geist Maschine Vol. 1 (Bao Publishing, Milano 2021)
LRNZ – Geist Maschine Vol. 1 (Bao Publishing, Milano 2021)

LA TRAMA DI GEIST MASCHINE

Ambientato nella città di Roma, ma in un futuro post-apocalittico nel quale la natura ha preso il sopravvento sulla civiltà umana (tema già esplorato nei precedenti Astrogramma e Time is out of joint), Geist Maschine Vol.1 segue le vicende di due fratelli – Sol e Len – costretti a confrontarsi con la crudezza della vita nell’intento di raggiungere la leggendaria città di Otan.
Durante il loro cammino, i due giovani protagonisti si ritroveranno a vivere un’esperienza drammatica che li porterà a interfacciarsi con Aiden, un ragazzo abituato oramai a vivere come un eremita, la cui ambizione principale è quella di colmare quel senso di solitudine che lo accompagna da tempo. L’incontro con il nuovo compagno darà il via a un’avventura incredibile, costellata da numerosi personaggi misteriosi e da giganteschi robottoni abitabili.

LRNZ – Geist Maschine Vol. 1 (Bao Publishing, Milano 2021)
LRNZ – Geist Maschine Vol. 1 (Bao Publishing, Milano 2021)

LA LAVORAZIONE DI GEIST MASCHINE

Concepita come un sorprendente racconto corale, l’ultima fatica di LRNZ è il frutto di un lungo lavoro iniziato poco più di due anni fa e realizzato interamente in streaming attraverso la piattaforma Twitch.tv. L’interesse che Ceccotti ha sempre nutrito nei confronti delle nuove tecnologie (come si evince da quell’opera stupefacente che è Golem) lo ha portato non solo a includere queste ultime all’interno del proprio modus operandi ma, perfino, a interfacciarsi con l’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova: un incontro importantissimo che ha positivamente influito sulla costruzione dell’intero progetto Geist Maschine. Non rimane, a questo punto, che attendere con impazienza l’uscita degli altri due volumi.

Valerio Veneruso

LRNZ – Geist Maschine Vol. 1
Bao Publishing, Milano 2021
Pagg. 240, € 21
ISBN 9788832735130
www.baopublishing.it

Dati correlati
Autore LRNZ
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valerio Veneruso
Esploratore visivo nato a Napoli nel 1984. Si occupa, sia come artista che come curatore indipendente, dell’impatto delle immagini nella società contemporanea e di tutto ciò che è legato alla sperimentazione audiovideo.
Tra le mostre recenti alle quali ha partecipato: Multipli e Unici (Edicola Radetzky, Milano, a cura di REPLICA, 2019), VI Biennale di Incisione e Grafica Contemporanea (Galleria Civica dei Musei di Bassano del Grappa, 2019), Settima edizione del Premio Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee (Villa Brandolini, Pieve di Soligo, a cura di Carlo Sala, 2018). 
Tra le principali esperienze curatoriali: le mostre collettive Le conseguenze dell’errore (TRA Treviso Ricerca Arte, 2019) e L’occhio tagliato (Casa Capra, Schio, 2018), il workshop L’occhio tagliato – il potere della manipolazione dell’immagine nell’era contemporanea (Circolo cinematografico The Last Tycoon, Padova, 2016), il ciclo di incontri TorchioTalks – Dialoghi tra arte grafica e arte contemporanea e la relativa esposizione collettiva TorchioFolks, (atelier Palazzo Carminati della Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia, 2015/2016). È inoltre fondatore, insieme a Davide Spillari, del progetto editoriale BANANE FANZINE e co-curatore delle prime due edizioni del festival di arti interattive Toolkit Festival (Venezia, 2011 – 2012).
Collabora con Kabul Magazine e NOT. Attualmente vive tra Torino e il web.