Robert Wilson lancia sul suo sito una viewing room con i videoritratti di Lady Gaga

L’eclettico drammaturgo e artista statunitense inaugura una mostra virtuale con i suoi Video Portraits più noti. Con alcune special guest star: Lady Gaga e Winona Ryder

Robert Wilson mette online i suoi Video Portraits - ph. Sergio Tenderini, 2017
Robert Wilson mette online i suoi Video Portraits - ph. Sergio Tenderini, 2017

Musei, gallerie, biennali e persino fiere d’arte hanno scelto di affidarsi, in queste settimane di lockdown da Coronavirus, alle piattaforme digitali per portare avanti la propria programmazione e tenere viva l’attenzione di pubblico e addetti ai lavori sulle proprie collezioni e attività – oltre che per tenere in vita il mercato nonostante la chiusura delle gallerie e l’annullamento delle fiere di settore. Una speciale Viewing Room, diversa da quelle per ora presenti sul web, è stata recentemente lanciata da un artista tra i più noti ed eclettici al mondo: si tratta di Robert Wilson (Waco, 1941), regista, drammaturgo, coreografo, pittore, scultore e videoartista in grado di fondere nelle sue opere diversi linguaggi performativi e figurativi. Ai Video Portraits è dedicata la Viewing Room visitabile sul sito web dell’artista, una sorta di mostra virtuale suddivisa in cinque sezioni: Suzushi Hanayagi, A Winter Fable, Winona Ryder: Happy Days, Lady Gaga, Kool: Snowy Owl. Tra i “ritratti in movimento” realizzati da Wilson sono ormai iconici quelli che immortalano Lady Gaga nei panni di personaggi protagonisti di opere conservate al Louvre di Parigi (e qui presentati nel 2013 in occasione della mostra di Wilson Living Rooms): tra tutti, Mademoiselle Caroline Rivière dipinta da Jean-Auguste-Dominique Ingres e La morte di Marat di Jacques-Louis David. Ecco le immagini della mostra virtuale di Wilson.

– Desirée Maida

www.robertwilson.com/viewing-room

Dati correlati
AutoreBob Wilson
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.