Piattaforme di vendita e art week virtuali. Da David Zwirner al format “Not Cancelled”

Le iniziative artistiche lanciate sul web quando è scoppiata la pandemia continuano a essere proposte al pubblico della rete: è il caso del progetto “Platform” del galleristar Zwirner e dell’art week virtuale “Not Cancelled”

Yayoi Kusama da Daviod Zwirner New York. ph. Magnani
Yayoi Kusama da Daviod Zwirner New York. ph. Magnani

Nel corso degli ultimi mesi vi abbiamo spesso raccontato delle attività sviluppate sul web da gallerie, musei, fiere, biennali e istituzioni culturali per portare avanti progetti e iniziative nonostante il lockdown imposto dalla pandemia da Coronavirus. Alcune di queste iniziative hanno avuto anche successo dato che di queste, nel corso delle settimane, si sono addirittura svolte diverse edizioni. È il caso di Platform, piattaforma di vendita online che il celebre art dealer David Zwirner sta mettendo a disposizione delle giovani gallerie per aiutarle ad affrontare la crisi economica causata dal virus, e di Not Cancelled, art week virtuale inaugurata a Vienna che, dopo le tappe di Vienna e Berlino, approderà nei Paesi dell’Europa dell’Est. 

PLATFORM DI DAVID ZWIRNER

Risale al 2017 il lancio, sul sito della galleria di David Zwirner, di una “sala di osservazione” che consente ai collezionisti di visionare e acquistare le opere d’arte. Uno strumento importantissimo per il galleristar tedesco, che in questi mesi ha continuato la sua attività commerciale nonostante le porte delle sue numerose gallerie siano chiuse al pubblico; così importante che Zwirner ha deciso di condividere la sua galleria virtuale con giovani gallerie di tutto il mondo, dando così vita al progetto Platform. Dopo la prima tappa di New York, Platformha coinvolto gallerie di Londra e Los Angeles, mentre dal 22 maggio al 19 giugno sarà la volta di Brussels e Parigi. Il 23 maggio, inoltre, è prevista la riapertura della galleria parigina di Zwirner, con una mostra del fotografo Philip-Lorca diCorcia.
Zwirner non è l’unico gallerista a “cedere” il proprio spazio virtuale ai colleghi: anche Massimo De Carlo ha deciso di mettere a disposizione il proprio Virtual Space, organizzando una “Art Virtual Summer”che coinvolgerà cinque spazi milanesi. 

L’ART WEEK VIRTUALE “NOT CANCELLED”

Organizzata da Treat Agency – compagnia con sedi a Vienna, Berlino e Los Angeles fondata nel 2012 da Istvan Szilagyi – Not Cancelled è l’art week virtuale che per la sua prima edizione ha coinvolto 14 gallerie d’arte di Vienna, in un tour che sul sito dell’iniziativa ha visto la partecipazione di 2.500 visitatori, tra immagini di opere d’arte, video e informazioni sugli artisti partecipanti. Il format adesso si è spostato a Est: fino al 19 maggio, le gallerie di Ungheria, Romania, Serbia, Kosovo, Bulgaria, Grecia, Turchia e Georgia partecipano a Not Cancelled East x South, organizzata dai responsabili della galleria Sariev a Plovdiv (Bulgaria) e LambdaLambdaLambda a Pristina (Kosovo). Nel corso della art week, è possibile effettuare studio visit, girare per gallerie e partecipare a talk. In modalità digitale, naturalmente. 

– Desirée Maida 

www.davidzwirner.com
www.notcancelled.art

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.