Un programma al femminile anima la nuova stagione del Teatro Greco di Siracusa, con l’Istituto Nazionale del Dramma Antico.
Un colpo d’occhio sugli appuntamenti performativi proposti da miart durante la concitata art week conclusasi pochi giorni fa.
Al Mattatoio a Testaccio è di scena la performance in un laboratorio permanente sui suoi diversi linguaggi. Il programma dei laboratori, verso il centro d'eccellenza e il master di formazione
La danzatrice e coreografa è scomparsa dopo una lunga malattia. Ricordiamo l’artista attraverso le parole degli amici e dei colleghi che con lei hanno lavorato, studiato e collaborato
Il coreografo britannico fonde la tradizionale danza greca con quella contemporanea, tessendo un filo invisibile che intende legare popoli ed epoche lontane, o, semplicemente, il filo della vita. Anteprima ad Ancona e successivamente al Sadler’s di Londra.
Nel Festival Post-Memoria al Teatro Julio Cortázar di Pontelagoscuro, in provincia di Ferrara, va in scena in anteprima lo spettacolo “Contra Gigantes” dello storico Teatro Nucleo. Lo spettacolo è il clou del cartellone dedicato alla memoria collettiva e ai percorsi contemporanei contro impunità e ingiustizia tra Italia e Sud America.
A Firenze, nel nuovo progetto coreografico di Cristina Kristal Rizzo dal titolo “Ultras sleeping dances”, i corpi di cinque danzatori vengono esposti ai contenuti più immediati ed emozionali della vita. In un teatro di sangue e lacrime e incontri, di trasformazioni e divenire, allo spettatore ignaro finalmente appare proprio ciò che un corpo può fare.
Jan Fabre è sbarcato alla Triennale di Milano con uno spettacolo teatrale che ripercorre la sua esistenza. Fra ironia e sagacia.
Una riflessione sulla parola “vergogna” che comincia da un’analisi intima per essere poi condivisa, attraverso le parole e i corpi, in un atto di antagonismo e simbiosi allo stesso tempo. La performance nasce all’interno di un ampio progetto di ricerca e creazione, che ha coinvolto i detenuti della Casa Circondariale di Matera, le comunità artistiche, scientifiche e gruppi di cittadini tra Italia, Macedonia, Kosovo e Giappone attraverso laboratori, seminari, incontri e residenze artistiche.
Un reportage dagli Swiss Dance Days, andati in scena a Losanna, e una riflessione sul valore odierno della performance.
C'era grande attesa al VIE di Modena per “Failing to levitate in my studio” del greco Dimitris Kourtakis. Complici una squadra eccezionale al lavoro, i successi ottenuti in patria, l'impiego dell'attore Aris Servetalis già alla corte di Dimitris Papaioannou e Yorgos Lanthimos.
Al Valli di Reggio Emilia il Sadler’s Wells ha presentato una produzione interamente dedicata alla coreografia di William Forsythe. Tra motivi vecchi e nuovi, l’intuizione più forte e radicale è quella del mondo gestuale e musicale del Barocco, da cui origina l’idioma del balletto classico, inteso come una controcultura capace di ripensare le egemonie più consuete.

I PIÙ LETTI