Colore ed emotività nella mostra di Hermann Nitsch a Milano

Ci sono anche le più recenti opere pittoriche di Hermann Nitsch nella mostra curata da Lòrànd Hegyi alla galleria Gaburro di Milano. Un’occasione per riscoprire il maestro dell’Azionismo

Divisa idealmente in due sezioni, Hermann Nitsch. Dall’Azionismo alla pittura si configura come un’esperienza mitica e psicologica che fa leva sulla fisicità del colore e sul forte impatto emozionale e sensoriale dell’esperienza estetica.

Hermann Nitsch, Senza titolo, 2021, acrilico su tela, 200 x 150 cm. Courtesy Galleria Gaburro, Verona-Milano
Hermann Nitsch, Senza titolo, 2021, acrilico su tela, 200 x 150 cm. Courtesy Galleria Gaburro, Verona-Milano

LA MOSTRA DI HERMANN NITSCH A MILANO

Le prime opere in mostra alla Galleria Gaburro a Milano, risalenti all’iniziale fase artistica di Hermann Nitsch (Vienna, 1938), sono legate alla programmazione del Teatro delle Orge e dei Misteri: si tratta di tele di grande formato che descrivono l’impulsività di un gesto concreto. Il colore, quasi sempre il rosso (inevitabilmente correlato al concetto di sangue e sacrificio) è spalmato con irruenza sulla superficie, fatto colare verticalmente, mischiato a residui di frutta e verdura, raggrumato. Fiori e paramenti sacri, che accompagnano alcune delle opere esposte, sottolineano la dimensione rituale intrinseca all’operato di Nitsch, che pensa al proprio mestiere come a un atto sacrificale.

Hermann Nitsch, Senza titolo, 2012, tecnica mista su tela, 100 x 100 cm. Courtesy Galleria Gaburro, Verona-Milano
Hermann Nitsch, Senza titolo, 2012, tecnica mista su tela, 100 x 100 cm. Courtesy Galleria Gaburro, Verona-Milano

NITSCH E LA PITTURA

Appare chiaro che la pittura è solo uno dei tanti linguaggi espressivi di cui si serve l’artista per rappresentare quei caratteri archetipici collettivi della spiritualità che confluiscono in un’unica opera d’arte totale.
Il cuore della mostra, però, è costituito dai lavori dell’ultimo periodo, intimamente connessi agli studi freudiani sull’influenza del colore sulla psiche e in grado di restituirci un Nitsch inedito. Esplode un colorismo esuberante, quasi irriconoscibile, segnato da una pregnante volontà di rinascita e gioia espressiva.

‒ Giulia Pacelli

Eventi d'arte in corso a Milano

Evento correlato
Nome eventoHermann Nitsch - Dall’azionismo alla pittura
Vernissage24/02/2022
Duratadal 24/02/2022 al 30/04/2022
AutoreHermann Nitsch
CuratoreLorand Hegyi
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoGALLERIA GABURRO
IndirizzoVia Cerva 25 - Milano - Marche
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Pacelli
Giulia Pacelli è nata nel 1998 a Milano. Sta studiando Arte, Spettacolo ed Eventi Culturali all’Università IULM di Milano. È appassionata di arte, moda, teatro e scrittura. Il suo più grande obiettivo è quello di poter coniugare la sua passione per la comunicazione e la scrittura in ambito artistico con quella della gestione di eventi culturali di vario genere.