Nuove gallerie d’arte a Torino: Persano e Raffaella De Chirico cambiano sede

In occasione delle manifestazioni Exhibi.To e di Ouverture Tag 2020, alcune gallerie torinesi inaugurano nuovi spazi espositivi: di nuovo in centro Giorgio Persano per l’anniversario dei suoi 50 anni di attività

Palazzo Scaglia
Palazzo Scaglia

È tempo di traslochi eccellenti per le gallerie torinesi. In occasione della manifestazione Exhibi.To 2020– con le inaugurazioni di 34 spazi previste fino al 28 settembre – e Ouverture Tag 2020 di Torino Art Galleries – con la riapertura collettiva di tredici tra le più influenti ed importanti gallerie d’arte contemporanea di Torino fino al 24 settembre – tre di loro si mostrano in luoghi nuovi. Si parte da quella più storica, la Galleria Giorgio Persano che, per l’anniversario dei suoi 50 anni di attività, cambia sede e inaugura all’interno del Palazzo Scaglia di Verrua in via Stampatori 4. Un ritorno alle origini, in quel centro città dove nel 1970 Giorgio Persano inaugurava in via della Rocca la galleria Multipli con una serie di mostre dedicate ai maestri della Pop Art americana e dell’Arte Povera, per poi spostarsi nella sua più famosa sede della altrettanto centralissima piazza Vittorio.

La route dangereuse
La route dangereuse

NUOVI SPAZI: GIORGIO PERSANO

Fino a sdoppiarsi in anni recenti, aprendo un nuovo grande spazio in via Principessa Clotilde, da dedicare ai lavori di grandi dimensioni di artisti come Jannis Kounellis, Lawrence Weiner, Michelangelo Pistoletto, Bernard Venet, Nunzio, Pedro Cabrita Reis, Eliseo Mattiacci, Marco Gastini, Lida Abdul e Jan Dibbets, diventata dal 2010 sede unica della galleria. “La nuova sede si suddivide in due spazi, il primo al piano nobile che è composto da una grande sala centrale caratterizzata dall’originale soffitto a cassettoni che ospiterà la mostra di Costas Varotsos, Europa 2. L’installazione in vetro, uno dei materiali più usati dall’artista, è una riflessione sulla fragile condizione economica e politica che stiamo vivendo in questo periodo di equilibri delicati”, spiegano dalla galleria.“La galleria inoltre continua con uno spazio vetrato nel giardino interno, in cui si potranno vedere alcuni dei quadri specchianti di Michelangelo Pistoletto dalla serie Comunicazione, realizzata con la galleria nel 2018”.

NUOVI SPAZI: FEBO & DAFNE E RAFFAELLA DE CHIRICO

L’altro spazio a cambiare sede è Febo & Dafne che si sposta nei nuovi locali di via Vanchiglia 16, non lontano da piazza Vittorio Veneto, dove ha sede un’altra veterana della città, la In Arco, inaugurando con il nuovo progetto di Luisa Raffaelli Bag in Box. Fondata a Torino nell’aprile 2015 in forma di associazione culturale, Febo & Dafne raccoglie l’eredità della galleria Dieffe nel perseguire lo sviluppo dei talenti e la promozione di artisti a diversi stadi di carriera. “Febo & Dafne opera da settembre 2020 nel nuovo spazio espositivo a Torino, in via Vanchiglia 16 interno cortile”, precisano dalla galleria, “cortile nel quale si trovano altri spazi e studi di artisti”. Infine, Raffaella De Chirico aggiunge alle sue due sedi in centro in via Giolitti 52 (Main e Project Room) la nuova Home Gallery di via Cervino 18/B, nella periferia nord della città, dove si trova anche la Gagliardi e Domke: in mostra la personale fotografica di Tiziana e Gianni Baldizzone sul concetto di movimento. E ovviamente in questa occasione inaugura anche il nuovo spazio in via Mottalciata di Franco Noero, di cui abbiamo già parlato qui.

-Claudia Giraud

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).