Remember Rekorda. Una mostra collettiva e sensoriale a Roma

Contemporary Cluster, Roma – fino al 7 settembre 2020. Contemporary Cluster riapre le sue porte con “Remember Rekorda”, a cura di Giacomo Guidi. La mostra si costruisce sul ricordo e la memoria, seguendo la verticalità dello spazio e guidando il pubblico in un percorso visionario caratterizzato da un sapore dolcemente malinconico.

Immaginari onirici e dalla consistenza evanescente si manifestano sollecitati da un coinvolgimento sensoriale. Si parte dalla sala inferiore del Cluster dove un silenzio anomalo è squarciato dall’apertura di “scrigni” metallici, custodi di intense e travolgenti fragranze.  Si lascia il maître parfumeur, Sileno Cheloni, per proseguire il viaggio con le fotografie di scenari abbandonati e atemporali di Nicola Bertellotti, dove a padroneggiare è un’indomita natura. Tracce di un passato lontano si rivelano con scatti storici di volti sconosciuti rimaneggiati da Nico Mingozzi, entrando in un silente e nostalgico dialogo con gli abiti rétro del designer Fabrikode. Contraddizioni storiche, sociali e personali si illuminano nelle minuziose e poetiche opere di Fabrizio Segaricci. Contrasti materici e arditi cromatismi caratterizzano i vasi scultorei di Matteo Sanna, dove la fragilità della rottura del “contenitore” trova la sua intrinseca forza nel “contenuto”.
Sogni sfuggenti affiorano nelle tele stratificate di Paolo Assenza, mentre “una sorta di colonna sonora di un film senza immagini, un audiolibro senza testo” prende vita con Alioscia Bisceglia (Casino Royale) in un’opera collettiva intitolata Quarantine Scenario. Lungometraggio Sperimentale, composta da istantanee sonore nate dalla condivisione del brano Scenario durante il periodo di isolamento (anticipazione ed estratto dal nuovo progetto di Casino Royale, intitolato Polaris). La composizione visiva di questo viaggio sonoro porta la firma del regista Pepsy Romanoff.

‒ Valentina Muzi

Evento correlato
Nome eventoRemember Rekorda
Vernissage10/06/2020 no
Duratadal 10/06/2020 al 10/07/2020
CuratoreGiacomo Guidi
Generiarte contemporanea, collettiva
Spazio espositivoCONTEMPORARY CLUSTER
IndirizzoVia dei Barbieri 7 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Muzi
Valentina Muzi (Roma, 1991) è diplomata in lingue presso il liceo G.V. Catullo, matura esperienze all’estero e si specializza in lingua francese e spagnola con corsi di approfondimento DELF e DELE. La passione per l’arte l’ha portata a iscriversi alla Facoltà di Studi Storico-Artistici dell’Università di Roma La Sapienza, laureandosi in Storia dell’Arte Contemporanea e svolgendo il tirocinio formativo presso il MLAC - Museo e Laboratorio di Arte Contemporanea dell’Ateneo, parallelamente ha frequentato un Executive Master in Management dei Beni Culturali presso la Business School del Sole24Ore di Roma. Dal 2016 svolge attività di PR, traduzione di cataloghi, stesura di testi critici e curatela indipendente. Dal 2017 svolge l’attività di giornalista di taglio critico e finanziario per riviste di settore. Attualmente è membro del Board Strategico presso l’Associazione culturale Arteprima noprofit, nella stessa ha svolto il ruolo di Social Media Manager ed è Responsabile organizzativa della piattaforma Arteprima Academy.