Gagosian apre un nuovo spazio a Los Angeles insieme allo chef Evan Funke

Larry Gagosian, che ha all’attivo ben 16 gallerie in tutto il mondo, ha stretto una particolare partnership con lo chef Evan Funke, titolare della Felix Trattoria a Los Angeles. Ecco di che si tratta

Larry Gagosian
Larry Gagosian

Lo diciamo spesso che l’Asia è oramai considerata la nuova mecca dell’arte, e a dimostrarlo sono i tanti galleristi occidentali che negli ultimi anni hanno deciso di aprire un loro avamposto a Oriente. Giusto per fare un breve ripasso, White Cube, Gagosian, Massimo De Carlo, David Zwirner, Pace Gallery e Lévy Gorvy hanno sedi a Hong Kong, Galleria Continua a Pechino, e Lisson Gallery a Shanghai, insieme a Perrotin e alle già citate Gagosian, Zwirner, De Carlo e White Cube. Uno tra i galleristar da noi nominati però ha deciso di aprire un nuovo spazio espositivo in California, per la precisione a Los Angeles, dove ha già all’attivo una galleria. Si tratta di Larry Gagosian, che in questa nuova avventura avrà un socio speciale, lo chef Evan Funke, titolare della Felix Trattoria a Beverly Hills e famoso per la sua passione per la cucina italiana (e in particolare per la pasta).

LA GALLERIA GAGOSIAN

Larry Gagosian ha aperto la sua prima galleria a Los Angeles nel 1980, specializzandosi in arte moderna e contemporanea. Cinque anni dopo apre uno spazio a New York, precisamente a Chelsea, dove inaugura con una mostra di opere della collezione Pop art di Emily e Burton Tremaine. Dal 1989 al 1996 ha posseduto una galleria in 65 Thompson Street a SoHo con l’art dealer Leo Castelli, presentando molti artisti tra cui Ellsworth Kelly, Roy Lichtenstein, Bruce Nauman. In trent’anni Gagosian ha aperto ben sedici spazi espositivi tra New York, Los Angeles, San Francisco, Londra, Parigi, Ginevra, Roma, Atene e Hong Kong, progettati dagli architetti Caruso St John, Richard Gluckman, Richard Meier, Jean Nouvel, Selldorf Architects e wHY Architecture. Tra gli artisti rappresentati da Gagosian spiccano i nomi di Georg Baselitz, Ellen Gallagher, Andreas Gursky, Anselm Kiefer, Jeff Koons, Takashi Murakami, Ed Ruscha, Richard Serra, Taryn Simon e Rachel Whiteread.

LA NUOVA FUNKE AND GAGOSIAN GALLERY

Stando a quanto riportato da artnet news, Evan Funke avrebbe firmato un contratto di locazione per uno spazio di oltre 8.800 metri quadrati situato al 430 North Camden Drive, a pochi passi dal quartier generale di Gagosian a Los Angeles. Il gallerista e lo chef condivideranno lo spazio, sebbene ancora non siano stati svelati ulteriori dettagli sulla natura della collaborazione. La Gagosian inoltre non avrebbe ancora ben chiaro come utilizzare gli spazi a propria disposizione (potrebbero essere adibiti a uffici o allo stoccaggio), ma ciò che è certo è che il nuovo ristorante di Funke sarà caratterizzato dalla presenza di opere fornite dalla galleria e sarà aperto nel 2020. Quella stretta con Funke non è la prima collaborazione che vede Gagosian impegnato in una partnership gastronomica. Il gallerista nel 2014 aveva già collaborato con il sushi chef Masa Takayama per l’apertura del ristorante giapponese Kappo Masa nell’Upper East Side a New York, e anche in questo caso, Gagosian aveva fornito al locale opere provenienti dalla propria galleria che si trova nello stesso edificio di Manhattan.

– Desirée Maida

www.gagosian.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.