Novità per la galleria Guidi & Schoen. Nuovo spazio a Genova per i primi 15 anni di attività

Compleanno speciale, con un nuovo traguardo da festeggiare e un investimento serio. La galleria genovese cambia  casa e parte con una collettiva di nomi importanti…

Guidi & Schoen, la nuova sede a Genova
Guidi & Schoen, la nuova sede a Genova

Nasceva a Genova, nel 2002, per mano di Chico Schoen Guido Guidi, con una mostra di Andy Warhol inaugurata nello spazio di Vico Casana. Nel giro di poco sarebbe stata una tra le maggiori gallerie di riferimento cittadine per il settore del contemporaneo. In occasione del primo decennale Guidi & Schoen festeggiava con una collettiva dal titolo Ten 2002 / 2012, che ripercorreva gli step principali di quel pezzetto di strada, accostando opere inedite realizzate da tutti gli artisti esposti fin lì: oltre a Warhol c’erano – tra gli altri – Roberto Pugliese, Tamara Repetto, Corpicrudi, Karin Andersen, Andrea Chiesi Alex Pinna, Massimo Vitali, Corrado Zeni.
Altri cinque anni sono trascorsi da quel traguardo. E stavolta il regalo di compleanno non è solo una mostra, ma un cambio radicale. Una sede tutta nuova, nella centralissima Piazza dei Garibaldi, all’incrocio tra via XX Aprile e via Luccoli. Con una bella estensione: 170 mq sviluppati su tre piani.

Guidi & Schoen, la nuova sede a Genova
Guidi & Schoen, la nuova sede a Genov

SI COMINCIA CON BOETTI, DORAZIO E ALTRI MAESTRI

E a proposito di regali, non si tratta più di uno spazio in affitto: “Abbiamo avuto la possibilità di comprare i muri”, ci racconta Schoen, “e quindi questa dovrebbe essere la nostra casa fino a quando saremo in attività”. Un passo importante, per un’attività consolidata che ha già una linea futura ben disegnata. Tra la percentuale immancabile di rischio e la certezza di voler scommettere ancora lungo la direzione intrapresa.
La mostra inaugurale – fissata per il prossimo 13 maggio – sarà nel segno dell’autorevolezza, con autori, opere e ricerche che sono già nella storia, senza dimenticare qualche presenza più giovane. La cura Luca Beatrice e il titolo è in via di definizione, come la lista degli artisti. Qualche nome però lo abbiamo carpito: da Boetti a Dorazio, da Nunzio a Calzolari, da Pistoletto a Vitali, da Olivo Barbieri a Giacomo Costa. E proprio questi ultimi – che sono tra i più legati alla galleria, seguiti da tempo – saranno i protagonisti di due personali, con cui riaprirà la stagione dopo la pausa estiva, a settembre.
Perché cambiare casa dopo quindici anni? “Principalmente la decisione è dovuta alla volontà di avere uno spazio più modulabile”, aggiunge Chico Schoen, “che ci permetta di organizzare più eventi contemporaneamente”. Palinsesto più articolato, maggiori investimenti, scuderia che cresce, progetti che si intensificano. Un anniversario niente male, con lo sguardo già puntato al primo ventennale.

– Helga Marsala

Galleria Guidi & Scoen
Piazza dei Garibaldi 18, Genova
www.guidieschoen.com

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critica d'arte, giornalista, editorialista culturale e curatrice. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma, dove è stata anche responsabile dell'ufficio comunicazione. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatorice dell’Archivio S.A.C.S (Sportello Artisti Contemporanei Siciliani) presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali. Dal 2018 al 2020 ha lavorato come Consulente per la Cultura del Presidente della Regione Siciliana e dell'Assessore dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana.