Humour inglese su tela. Robert Stone a Palermo

Francesco Pantaleone Arte Contemporanea, Palermo – fino al 4 marzo 2017. Per la sua prima personale nella galleria siciliana, l’artista britannico presenta una serie di opere immerse in atmosfere oniriche e surreali. Uno sberleffo al luogo comune.

Irriverenti concerti macabri, partite a tennis afrobeat nel cuore di foreste selvagge, ciniche e giocose rivisitazioni iconografiche di Eros e Thanatos. Carnascialesca e inquietante è Hated Nightfall, la personale di Robert Stone (Londra, 1981) alla Galleria Pantaleone, organizzata in collaborazione con la Galleria Pack di Milano. L’artista inglese trasferisce sulle sue tele l’aplomb tipico del British sense of humour, rimarcando con disinvoltura e ironia luoghi, personaggi e immaginario comuni in contesti psichedelici e surreali. Come nel meglio della tradizione britannica, da Alice’s Adventures in Wonderland di Lewis Carroll fino a Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band dei Beatles.

Desirée Maida

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.