300 maschere, nessuno e centomila volti: il teatro in mostra allo Spazio Rossellini di Roma

Veneziane, esotiche, in cartapesta. 300 maschere e la forza del teatro protagoniste della mostra a Roma. Ma ci sono solo cinque giorni per scoprirle tutte. Le immagini

mostra La Maschera Scenica, Spazio Rossellini
mostra La Maschera Scenica, Spazio Rossellini

A Roma arrivano in mostra maschere di tutte le tipologie: in cuoio dalla Commedia dell’arte, veneziane in cartapesta, larvali, esotiche ed esemplari originali concepiti ad hoc per spettacoli teatrali. Da martedì 5 a sabato 9 aprile 2022 allo Spazio Rossellini di Roma, polo culturale multidisciplinare della Regione Lazio gestito da ATCL, è visitabile una particolare esposizione che conta ben 300 maschere teatrali all’appello. L’organizzazione è dell’associazione Maschera Scenica, che per costruire l’allestimento ha messo a disposizione anche le collezioni private dei soci. “La maschera è un artefatto che racconta di un corpo che la indossa, di una festa o un rituale in cui è utilizzata e di un costruttore che l’ha realizzata”, spiegano. Il percorso si concentra proprio su questi tre passaggi e regala la possibilità di approfondire l’arte della costruzione. Sono stati infatti invitati alcuni artigiani specializzati nella creazione di questi oggetti tradizionali. Inoltre, saranno a disposizione professionisti, come attori e registi, che offriranno una dimostrazione diretta delle modalità di impiego tecnico e dei punti di forza di questo strumento teatrale. Così racconta uno dei promotori, Mario Gallo di Teatro Ricerche: “La mostra è stata pensata per promuovere la maschera scenica in tutti i suoi aspetti, dalla sua concezione al suo uso sulla scena. Soprattutto, si vuole tramandare la sua tradizione alle future generazioni e guardare alla sua innovazione. Particolarità dell’elemento maschera è la dimensione onirica (il teatro puro) che immediatamente trasporta il pubblico in un’altra dimensione, diversa da quella reale: la magia del teatro”. Sabato 9 aprile dalle 15 alle 19 è prevista inoltre la tavola rotonda Il Teatro e La Maschera: prospettive e criticità che coinvolgerà il pubblico in un simposio allo scopo di riflettere sull’esperienza attoriale e sul futuro della maschera. Ecco le immagini.

– Giorgia Basili

Spazio Rossellini
Via della Vasca Navale 58
orari: da martedì 5 a venerdì 8 aprile dalle 14 alle 18 e sabato 9 aprile dalle 10 alle 19. Nelle mattine del 5, 6, 7 e 8 aprile (dalle 10 alle 14) sarà dedicato un percorso specifico ai ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado

+39 345 297 8091
[email protected]
http://www.spaziorossellini.it

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giorgia Basili
Giorgia Basili (Roma, 1992) è laureata in Scienze dei Beni Culturali con una tesi sulla Satira della Pittura di Salvator Rosa, che si snoda su un triplice interesse: letterario, artistico e iconologico. Si è spe-cializzata in Storia dell'Arte alla Sapienza con una tesi di Critica d'arte sul cinema di Pier Paolo Pasolini, letto attraverso la lente warburghiana della Pathosformel. Collabora con diverse riviste di settore prediligendo tematiche quali l’arte urbana e il teatro, la cultu-ra e l’arte contemporanea nelle sue molteplici sfaccettature e derive mediali. Affascinata dall’innesto del visivo con la letteratura, di tea-tro e mitologia, si dedica alla scrittura di poesie per esprimere la propria sensibilità e il proprio pensiero estetico-critico su ciò che la circonda.